CESENATICO, MUSEO DELLA MARINERIA: IN VIAGGIO NELLA STORIA DELLA VITA DI MARE


 1 (1) 1 (2)

Cesenatico è un paese di mare cresciuto intorno al suo Porto Canale. É sede del Museo della Marineria che ospita le imbarcazioni tradizionali a vela utilizzate per il trasporto e la pesca. Il racconto del faticoso lavoro dei navigatori di cento anni fa si snoda in due sezioni: la Sezione a Terra e la Sezione Galleggiante.

La Sezione Galleggiante, nata nel 1983, è costituita da una flotta di dieci imbarcazioni ormeggiate lungo un tratto di canale chiuso fra due ponti, con un’ammiraglia speciale: il Giovanni Pascoli, trabaccolo da trasporto, classe 1936, che a Natale fa salire a bordo la Sacra Famiglia (il Presepe Galleggiante di Cesenatico è uno dei siti più fotografati al mondo!) e che nel 1982 è stato protagonista dello sceneggiato TV Marco Polo.

Immediatamente di fronte si trova il padiglione della Sezione a Terra, allestito su due piani, che propone ai visitatori un percorso suggestivo in cui gli oggetti antichi e autentici della marineria, come gli scafi, gli argani, le vele, i paranchi, le reti, raccontano la loro storia, ancora viva e tangibile, con l’aiuto di pannelli esplicativi, filmati d’epoca e animazioni 3D.

Quando si entra in questa grande struttura costruita secondo le linee degli antichi arsenali, subito si respira l’odore del legno che viene dal mare… Viene da alzare lo sguardo fino alla punta degli alberi del trabaccolo Cidia e del bragozzo Vigo, le due barche da pesca, completamente attrezzate, che fanno da padrone di casa, e ci si fa abbracciare dal colore pieno delle loro grandi vele al terzo.

Al piano terra, un articolato percorso illustra il ciclo di vita di un imbarcazione, esponendo i materiali di costruzione: legno per lo scafo, cotone e canapa per le vele e il cordame. Il risultato è quello di un’autentica opera d’arte oltre che di artigianato. Si può poi visitare la bottega del cordaio dove, in passato, i bambini azionavano le ruote di legno tramite cui si intrecciavano cime di fibre vegetale; si viaggia indietro nel tempo, entrando nella Bottega Marconi, dove lavorava il maestro d’ascia, Fafòn: si osserva il meccanismo degli argani e dei paranchi; si entra con lo sguardo nella stiva del bragozzo Vigo attraverso le ferite che percorrono la poppa e la fiancata; su un angolo di sabbia che riproduce il fondale sono poggiati i giganteschi relitti di ancore.

Salendo al primo piano, il Museo rievoca la vita vissuta su queste imbarcazioni, parla degli equipaggi e del loro duro lavoro, illustra i sistemi di pesca e di comunicazione, svela il significato più profondo degli occhi di prua.

L’edificio adiacente alla Sezione a Terra del Museo della Marineria ospita l’Antiquarium Comunale, una Sezione Archeologica nella quale è possibile ricostruire la storia della Cesenatico antica, dalla Ad Novas romana, alla Torre Malatestiana, su cui, nel 1502, salì Leonardo Da Vinci per studiare e disegnare il porto di Cesenatico, sino alla Torre Pretoria,  edificata nel Cinquecento per contrastare gli attacchi pirateschi alla cittadina. E proprio in una saletta dell’Antiquarium è custodito il misterioso tesoretto di monete d’argento scampato ad un arrembaggio piratesco e fortunosamente ripescato dal fondo del Porto Canale. Nel medesimo edificio che ospita l’Antiquarium Comunale è inoltre possibile visitare una Sezione Naturalistica, costituita da un’ampia raccolta di fossili, conchiglie, crostacei e rari esemplari imbalsamati di pesci e uccelli marini rappresentativi della fauna esistente in Adriatico.

A pochi passi dal Museo della Marineria, direzione mare, si trova la casa dello scrittore Marino Moretti, divenuta oggi una casa-museo che conserva gli arredi originari, la biblioteca e l’archivio con i manoscritti e le lettere di Moretti. Un vero e proprio percorso museale che offre una ricca offerta di attività didattiche differenziate in base al livello scolastico.

*

Le attività del Museo della Marineria sono realizzate con il sostegno di Gesturist Cesenatico spa

logo gesturist new

G5MW3604 (640x427)

UNA CITTA’, MILLE EMOZIONI: STUDENTI DI MERCATINO CONCA IN VISITA A CESENATICO…DAL MUSEO DELLA MARINERIA ALLA CASA DI MARINO MORETTI


CESENATICO Museo Marineria

Cesenatico, una città bellissima, piena di emozioni e luoghi fantastici. Io e i miei compagni di scuola abbiamo avuto la fortuna di visitare questo luogo per la seconda volta. Siamo andati a Cesenatico per una premiazione e abbiamo avuto l’esperienza di visitare la casa di un poeta famosissimo in Italia: Marino Moretti. Ha vissuto qui tutta la vita in una casa storica, piena di libri. La biblioteche un tempo era una piccola bottega di famiglia. Dopo un corridoio ci troviamo il salotto con mobili antichi provenienti da Firenze, subito dopo troviamo la cucina ristrutturata perché non è stato possibile recuperare la struttura iniziale.

Al piano superiore si trova la sua camera da letto con tutti i  premi vinti e a destra  un centro di ricerca dove un tempo era la camera della sorella; ma non è finita qui all’esterno possiamo trovare un bellissimo giardino circondato da mura. Oltre a visitare la casa del famoso Marino siamo andati anche al museo della marina, dove ci hanno mostrato tutte le tecniche che utilizzavano per costruire le navi. Ci hanno illustrato tutti gli oggetti e gli abiti di quel tempo a partire dai fari alle piccole imbarcazioni. Per finire abbiamo visto due grandi navi che tanto tempo fa si trovavano in mare. Dopo aver visitato la città siamo andati alla tanto attesa premiazione. Nel nostro Istituto sono stati quattro i premiati ma uno non è potuto partecipare. A tutti i premiati hanno regalato una pianta che si illumina al buio. Noi dell’istituto “ Raffaello Sanzio” siamo stati gli unici a rispettare la consegna data dal sindaco di Cesenatico: scrivere una poesia che descrivesse questa bellissima città, quindi ci hanno premiato anche per questo. Cesenatico una città mille emozioni, davvero magnifica! Mi sono divertito molto e spero di ritornarci a visitare questi luoghi stupendi.

Matteo Ceccaroli 3 A

ICS Sanzio – Mercatino Conca, PU

il 28 settembre con il Prof Francesco Magi e l’autista Michele, in occasione della premiazione per il concorso di poesia “Un fiore per voi” siamo andati a visitare la città di Cesenatico. Appena arrivati, abbiamo incontrato la nostra guida  Paola, che ci ha subito mostrato il museo della Marineria. Ci ha spiegato i tipi di nave, ci ha raccontato come pescavano i marinai e le loro attrezzature, la bussola e il faro, i diversi tipi di reti, ecc. Grazie a Paola abbiamo scoperto che questo è l’unico museo in Italia in cui si può interagire e fare foto e che è diviso in due parti la prima terrena e la seconda galleggiante, perché al di fuori c’è un canale con delle  navi in mostra che fanno parte del museo, al termine della visita, Paola ci ha portato nella casa di marino Moretti, uno scrittore nato nel 1885 e morto nel 1979.

Ci ha mostrato la sua casa, partendo da una stanza che, anticamente, era un negozietto gestito dai suoi genitori con tanti scaffali dove era esposta la merce. Alla morte di suo padre, lo scrittore, decise di chiuderlo e di utilizzare gli scaffali per riporre tutti i suoi libri. In seguito siamo andati in cucina, dove la guida ci ha spiegato il modo di vivere di quei tempi per concludere la visita del primo piano, ci siamo spostai nel giardino dove ci è stato spiegato che lì il poeta amava passare molto del suo tempo. Al piano superiore abbiamo visitato la sua stanza dove c’è ancora il letto, la poltrona, la valigia da viaggio e delle foto con la tua famiglia. Qui la guida ci ha detto che Marino Moretti non essendosi mai sposato e non avendo mai avuto figli, ha avuto un legame molto importante con la madre, la quale ha sempre rappresentato la figura femminile che è mancata nella sua vita e alla quale lo scrittore ha dedicato un intero romanzo. In fine ci siamo spostati  nel suo studio dove la prima cosa che abbiamo visto, perché situata nell’ingresso, è stata la corazza della sua tartaruga alla quale era particolarmente affezionato, la quale è riuscita a sopravvivere anche dopo la morte del suo padrone, infatti morì nel 2004 dopo aver “compiuto” io suoi 150 anni. Più avanti abbiamo visto una scrivania molto piccola, quasi come un banco con tutte le attrezzature per scrivere, situata sotto una finestra che si affaccia nel canale dalla quale Moretti prendeva ispirazione osservando le cose che vedeva fuori.

Dopo la visita alla casa del famoso scrittore, la signora Paola ci ha accompagnato nel parco delle conserve, dove ci sono grandi buchi a forma di cono rovesciato in cui anticamente si conservavano il pesce assieme alla neve. Paola ci ha spiegato che a Cesenatico ce n’erano almeno venti, ma, dopo i lavori di ristrutturazione, ne anno lasciate solo tre, due all’aperto e una al chiuso. Alla fine di tutto questo, abbiamo salutato la guida, quindi, prima di cenare, siamo andati in riva al mare, dove c’è stato un  momento di svago! È stata un’uscita molto bella; ancora una volta dobbiamo ringraziare il prof magi e la Dirigente Scolastica per averci permesso di partecipare a una giornata così divertente e interessante!

Giorgia Traversi 2 A

ICS Sanzio – Mercatino Conca – PU

 a (640x427)

Sabato 28 settembre noi ragazzi della scuola media accompagnati dal prof. Magi Francesco e dall’autista Michele (i nostri migliori accompagnatori) siamo andati a Cesenatico per una premiazione e nel pomeriggio siamo andati a visitare la casa di Marino Moretti. Driin … driin suoniamo il campanello. Una ragazza ci ospita e inizia a parlarci di questo autore. Marino Moretti è nato nel 1855 ed è morto 1979. Era un poeta e ha scritto una poesia molto conosciuta chiamata Crepuscolare!  Ha avuto molto successo sia con il pubblico che  di critica. La casa era sempre stata dei suoi genitori la prese in custodia nei suoi ultimi anni di vita poi insieme a Marino venne ad abitare anche la sorella che dopo la morte dell’autore diede la casa al comune negli anni 80. Nella sua casa  tavoli, librerie, armadi ecc … li comprò tutti a Firenze. Non era molto bravo a scuola infatti non finì nemmeno il primo anno di Liceo Classico. La cucina è il giardino erano molto citati nelle sue poesie. Nella sua stanza ci sono molte foto della madre infatti lui era molto legato alla  sua mamma. C’è un salone dove c’è un tavolino dove lui diceva che era un piccolo banco di scuola privo di cassetto. Ancora sopra questa piccola scrivania ci sono ancora le sue cose che utilizzava per scrivere. Questo salone si affaccia sul canale. Erano una famiglia benestante della più alta borghesia. Con lui ebbe un animaletto domestico: una tartaruga che gli morì a 150 nel 2004. Uscimmo dalla casa e andammo a fare un giro per Cesenatico poi ci aspettava la premiazione.

Francesca Andreani 3B

ICS Sanzio – Mercatino Conca – PU

Noi alunni delle classi terze e alcuni ragazzi di seconda siamo andati a Cesenatico.  Siamo partiti alle ore 14.00 da Mercatino Conca. Durante il viaggio noi ragazzi ci siamo divertiti tanto, abbiamo cantato, detto delle barzellette, giusto per passare un po’ il tempo. La nostra tappa fu il museo della Marineria. Appena entrammo in questo museo una signora ci accolse ci portò a  visitare l’ edificio. Due barche antiche del 1900 vengono chiamate traboccolo e bragazzo. Il bragazzo si presenta meglio per pescare nei fondali più alti. In quel tempo si creava tutto a mano per costruire le barche si usava il legno degli alberi più duri. La ruota che serviva per girare le corde e di solito le girava un bambino. Le assi che servivano per costruire le barche erano dei legni particolari che si piegavano in base a quello che costruivi. La bottega era un cantiere navale, il signore che lavorava qui dentro si chiamava Marco e costruiva le navi. L’ organo da spiaggia che serviva per trainare le barche fino a riva. Ancore antiche che sono state trovate nei fondali marini e portate a Cesenatico hanno varie forme che dipendono dall’imbarcazione. Furono costruite le prime barche a motore le prime risalgono agli anni 40 ma non si usavano tanto si iniziarono a usare negli anno 50. Inizio anche la pesca a strascico cioè si metteva nel fondo marino una rete per prendere i pesci. Fu fatta una lampada che si usava per pescare di notte. Alcuni mezzi di illuminazione per le navi tipo il faro serviva per aiutare ai navigatori di vedere il porto . ci furono delle bussole. Le bussole e il faro hanno una cosa in comune… servivano per orientarsi.  Poi vennero costruiti degli occhi che servivano per abbellire la nave e per portare fortuna.

Francesca Andreani 3 B

ICS Sanzio – Mercatino Conca – PU

GLI STUDENTI DI MERCATINO CONCA RACCONTANO LA MAGICA SERATA DI “UN FIORE PER VOI” A CESENATICO


 mERCATINO cesenatico gruppo mERCATINO premiazione cesenatico

La sera del 28 settembre, dopo aver visitato la meravigliosa cittadina di Cesenatico assieme al Prof Magi Francesco, ci siamo recati al teatro per assistere alla cerimonia di premiazione del concorso “Un fiore per voi” erano circa le 21:00 quando siamo entrati e abbiamo preso posto, dopo non molto si sono spente le luci e il presentatore è entrato e ha introdotto la serata.

Dopo pochi minuti sono saliti sul palco tre ragazzi, di 17-18 anni, con la loro insegnante di canto e hanno iniziato con la prima canzone molto bella e coinvolgente.

Il presentatore, tornato sul palco, a quindi chiamato uno dei 10 classificati del concorso. La prima persona è stata proprio un’alunna di mercatino Conca: Stefania Di Giuli! Mentre veniva letta la sua poesia alcuni bambini votavano (da 1 a 3). Le hanno consegnato una pianta dell’Olanda e una borsa piena di cose su Cesenatico (libri, cappellino, maglietta, ecc.). Così è stato per altri ) ragazzi tra cui altri due di Mercatino Conca, Chiara Filanti e Kevin De Luca. Durante la premiazione i tre ragazzi e la loro insegnante di canto, hanno presentato un altro pezzo. In seguito sono stati premiati anche i ragazzi della classe III A di Mercatino per aver fatto poesie e disegni su Cesenatico. Finite tutte le premiazioni i bambini che formano la giuria e che ad ogni poesia avevano votato per decidere il vincitore assoluto, hanno portato i risultati. Essendoci stato un pari merito tra Stefania Di Giuli e un altro ragazzo di nome Lorenzo hanno scritto i loro nomi su alcuni foglietti e dopo averli lanciati in aria ne hanno preso una: Stefania Di Giuli! A lei hanno dato una macchina fotografica digitale e gli altri hanno scelto tra libri, cuffie ecc.

Lo spettacolo si è concluso con gli ultimi due canti.

È stato molto bello partecipare alla premiazione di alcuni nostri compagni e anche molto interessanti ascoltare tutte le interessanti poesie scritte per i nonni.

Traversi Giorgia

ICS Sanzio – Mercatino Conca – PU

*

Noi adoriamo i nostri nonni e una maniera molto bella per esprimere il nostro bene è  quella di dedicare loro una poesia; ecco perché ogni anno a scuola, in occasione della “Festa dei nonni”  ne scriviamo una, che poi inviamo al concorso, chiamato  “Un fiore per voi”.

Il 28 settembre siamo andati a Cesenatico alla premiazione del concorso, che alcuni di noi hanno vinto. Partiti da Mercatino alle 14:30 noi classi II e III delle sezioni A e B, ci siamo diretti verso Cesenatico, accompagnati dal Prof.Magi. Siamo arrivati alle 16:00 e qui subito ci siamo diretti con una guida al Museo della marineria. In questo museo si può scoprire la storia di Cesenatico e capire quanto fosse importante la pesca a quel tempo, così importante che era la fonte economica principale. Per avere un gran successo nella pesca i marinai di quel tempo dovevano essere bene equipaggiati ma soprattutto accompagnati da grandi imbarcazioni, che la guida ci ha fieramente mostrato. Le principali sono un “bragozzo” adatto per la pesca su fondali non tanto profondi,chiamata anche così per il suo colore nero e la sua agilità, e un “trabaccolo” una grande imbarcazione perfetta per navigare in fondali più profondi e molto decorata, per esempio con occhi, che secondo i marinai portavano fortuna! Usciti dal museo ci siamo diretti alla casa dell’autore Marino Moretti. La guida ci ha mostrato tutte le stanze, ognuna con una propria storia. Siamo passati dall’ingresso alla cucina, dal giardino alla camera da letto, ma soprattutto, la stanza più importante dove l’autore passava più tempo era il salotto dove componeva le sue opere. Subito dopo la casa di Moretti ci siamo diretti in una piazza, chiamata “piazza delle conserve”, perché sono presenti tre buche abbastanza profonde, a forma di cono rovesciato, in cui un tempo veniva conservato il pesce, ricoperto dalla neve (per mantenerlo fresco). Qui abbiamo salutato la guida e, aspettando la premiazione siamo andati in giro per il paesino, siamo riusciti anche ad andare al mare!! Dopo aver cenato, ci siamo diretti subito al teatro, per la premiazione. Per presentare la serata, il sindaco di Cesenatico e altre persone hanno fatto un discorso sull’importanze e la bellezza di questa manifestazione. Finito di parlare, è iniziata le vera e propria premiazione, perciò hanno iniziato a leggere le poesie dei 10 premiati e delle menzioni d’onore. Nella nostra scuola ci sono stati due vincitori tra i 10 e un premiato d’onore. Tutte le poesie erano molto belle e, mentre venivano lette, un gruppo di bambini le votava, decidendo la migliore! Ad alcuni intervalli si esibiva  un gruppo di ragazzi di una scuola di canto, erano bravissimi!! Alla fine della premiazione, si aveva il verdetto della poesia più bella e, pensate che onore….ha vinto una ragazza della nostra scuola! In piu’ siamo stati premiati anche per aver scritto delle poesie su Cesenatico! Perciò, dopo avere ritirato i premi e aver salutato il sindaco e il presentatore, ci siamo diretti verso casa!!

Annalisa Fabbrucci

ICS Sanzio – Mercatino Conca – PU

*

Il giorno sabato 28 settembre si è svolta a Cesenatico la cerimonia di premiazione del concorso “Un fiore per voi”.

Come non poteva la scuola media Raffaello Sanzio non salire sul podio anche questa volta?

Là ci attendeva una giornata ricca di emozioni e di esperienze. Muniti di una guida siamo andati al Museo della Marineria, dove abbiamo appreso che principalmente sull’ alto-medio Adriatico venivano usate due tipi di imbarcazioni: i bragozzi e i trabaccoli, il primo adatto alla pesca nelle acque basse, mentre il secondo per le acque un po’ più alte.

Quindi abbiamo visitato la casa di Marino Moretti, illustre poeta del 1900 che naque a Cesenatico nel 1885 e vi morì nel 1979.

Abbiamo anche visitato la piazza delle conserve, dove ci sono dei grandi coni rovesciati scavati nel terreno, che servivano a conservare il pesce: una sorta di frezzer attuale! Poi è arrivato il momento tanto atteso: la premiazione!

Ci siamo recati al teatro comunale, un bellissimo teatro in stile barocco, dove si è svolta la premiazione: tra i dieci ex aequo c’erano Chiara Filanti della mia classe e Kevin de Luca della IIA, la menzione d’onore l’ha ricevuta Stefania di Giuli di IIIB.

Tra tutti i dieci ex aequo e le menzioni d’onore c’era un giuria formata da alunni della scuola primaria di Cesenatico che ha scelto il vincitorein assoluto!

La mia classe (IIIA) ha ricevuto un premio speciale in quanto è stata l’unica classe di tutte le scuole che, oltre a consegnare le poesie sui nonni,ha presentato anche un fascicoletto di poesie su Cesenatico!

Tutti i premiati oltre a dei gadget e all’attestato ricevevano la fantastica “Glowing Star to the Dark”una pianta grassa vera che si illumina al buio!

Durante lo spettacolo ogni tanto c’erano degli stacchetti musicali durante i quali cantavano tre  alunni della scuola di musica di Cesenatico; insieme a loro cantava anche la loro bravissima insegnante Joy Salinas. Hanno cantato pezzi in inglese e in italiano, tutti molto applauditi!

Poi il momento tanto atteso: il momento di sapere chi era la persona a cui non solo la giuria aveva dato maggior punti, ma anche chi si sarebbe aggiudicato una macchina fotografica 16 megapixel.

Ohhhh…..PARITA’ tra Stefania di Giuli e un altro partecipante; così si è proceduto all’estrazione tra i due: Stefania aveva il 50% di possibilità di essere prima in assoluto della XIV del concorso “Un Fiore per Voi”!

Quando il presentatore ha pronunciato<<Stefania di Giuli!!!>> tutta la rappresentanza del nostro Istituto si è messa ad esultare.

Questa giornata è stata molto bella, e nonostante io l’abbia vissuta già l’anno precedente, mi è piaciuto tornare a Cesenatico e spero che quando io sarò in prima superiore l’istituto di Mercatino Conca continui ancora a partecipare a tanti concorsi e soprattutto… vincerlì!

Lorenzo Franci

ICS Sanzio – Mercatino Conca – PU

*

(1 – continua)

(

A CESENATICO UN PRESEPE UNICO AL MONDO: SI TROVA SULLE BARCHE DEL MUSEO DELLA MARINERIA


 

CESENATICO NATALE 07 - 1 CESENATICO NATALE 07 - 2 CESENATICO nativita

Cesenatico allestisce un Presepe che è unico al mondo: non ci sono grotte o capanne con i sentieri coperti di muschio, le cime innevate e le pecorelle al pascolo a fare da sfondo alla Natività, bensì Bragozzi, Battane, Lance, Trabaccoli Paranze e Barchét, le antiche e coloratissime imbarcazioni dell’alto e medio Adriatico. Nella romantica cornice del porto canale leonardesco le antiche imbarcazioni del Museo della Marineria ospitano la Sacra Famiglia, i Re Magi e tutti gli altri personaggi del presepe, e qui, accolto da tre delfini scolpiti, la notte di Natale, nascerà il Bambino. A fare da sfondo c’è la città con lo scorcio suggestivo delle antiche Conserve e delle case colorate che si specchiano nell’acqua del porto canale. Il Presepe, iniziato nel 1986, è opera degli artisti Maurizio Bertoni e Mino Savadori su progetto di Tinin Mantegazza e da un’idea di Guerrino Gardini. La prima statua, dopo la sacra Famiglia e i Re Magi è stata quella di S. Giacomo, Patrono di Cesenatico. Nel corso degli anni se ne sono aggiunte altre che rappresentano personaggi e “scorci” di vita della marineria locale: il burattinaio con il suo teatrino, i pescatori, la piadinaia, il suonatore di fisarmonica, gli angeli e l’ultima, in ordine di tempo, il marinaio ormeggiatore a prua del trabaccolo da trasporto per un totale di cinquanta soggetti. I volti, le mani, i piedi e tutte le parti esposte delle statue sono scolpiti in legno di cirmolo. Gli abiti sono realizzati in tela e i voluminosi drappeggi (modellati su un’intricata rete di metallo), sono ottenuti grazie ad uno strato di cera pennellata a caldo. I colori sono quelli con cui venivano tinte le vele e la cera è quella che serviva per ammorbidire il sartiame. Il risultato è di grande effetto ed è reso ancora più suggestivo dalle luci che avvolgono le imbarcazioni.

Dallo scorso anno, tra l’altro, il Presepe galleggiante può vantare il prestigioso riconoscimento “Patrimonio d’Italia per la tradizione”, conferitogli direttamente dal Ministero del Turismo per “la sua capacità di mantenere vivo il folklore e le tradizioni del territorio, pur rinnovandole ed adeguandole al mutamento dei tempi e trasformandole in attrattori turistici in grado di registrare una sempre più ampia e crescente partecipazione”, mentre da quest’anno il Presepe della Marineria rientra nel progetto “Seguendo la stella cometa – Presepi in Riviera”, itinerario tra i Presepi della Riviera Romagnola di sabbia e di mare nato dalla sinergia tra i comuni della costa romagnola con la copartecipazione di Apt Servizi Emilia Romagna.

Poste Italiane ha emesso uno speciale annullo filatelico dedicato al Presepe, mentre nei giorni festivi di dicembre e gennaio, al Museo della Marineria, sarà possibile acquistare la cartolina ricordo con l’annullo. Da vedere anche il Presepe delle Conserve(dal 9 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013), più tradizionale e collocato nella suggestiva piazzetta dove si possono ammirare le antiche Conserve (o ghiacciaie) che, riempite con ghiaccio o neve, avevano la funzione di conservare il pesce.

Ogni fine settimana, per tutto il periodo delle festività  nel centro storico, verranno organizzati mercatini di Natale (8-9-16-23-24-25-26-30-31 dicembre e 1-6 gennaio), spettacoli per grandi e piccini, musica, giochi, animazione e, la notte di Capodanno, appuntamento da non perdere con Capodanno sul Porto in Piazza Ciceruacchio, per salutare insieme l’arrivo del nuovo anno all’insegna della buona musica , dell’allegria e del divertimento, con il grande concerto di GioEl e della sua band e la comicità di Andrea Vasumi e Giancarlo Kalabrugovic direttamente da Zelig.

Dal 1° dicembre al 13 gennaio inoltre, in Piazza Costa, verrà allestita per la prima volta in assoluto a Cesenatico una grande pista di pattinaggio su ghiaccio, aperta tutte le domeniche ed i festivi dalle ore 10 alle ore 22.30.

Cesenatico ti aspetta, con circa 50 alberghi aperti nel periodo natalizio che offrono pacchetti-soggiorno a prezzi speciali.

PACCHETTO NATALE/CAPODANNO 2012

PACCHETTO 2 giorni/1 notte a partire da €. 55,00  a persona – 1 notte in camera doppia, Hotel 3*** Standard a Cesenatico – Trattamento di pernottamento e prima colazione – 1 degustazione di prodotti tipici (piadina con salumi e formaggi, vini, dolci….) – Ingresso al Museo della Marineria

PACCHETTO 3 giorni/2 notti a partire da €. 120,00  a persona – 2 notti in camera doppia, Hotel 3*** Standard a Cesenatico – Trattamento di pernottamento e prima colazione – 1 degustazione di prodotti tipici (piadina con salumi e formaggi, vini, dolci….) – 1 cena con menu degustazione pesce presso ristorante convenzionato (antipasto, un primo, un secondo, sorbetto, acqua e vino della casa, caffè) – Ingresso al Museo della Marineria – Ingresso alla pista di pattinaggio “Cesenatico Ice 2012” presso Piazza Costa a Cesenatico

PACCHETTO 4 giorni/3 notti a partire da €. 160,00  a persona – 3 notti in camera doppia, Hotel 3*** Standard a Cesenatico – Trattamento di pernottamento e prima colazione – 1 cena con menu degustazione pesce presso ristorante convenzionato (antipasto, un primo, un secondo, sorbetto, acqua e vino della casa, caffè) – 1 cena con menu degustazione romagnolo presso Osteria del Sole di Cesenatico (antipasto, bis di primi, grigliata mista di carne con contorno di patate, acqua e vino della casa, caffè) – Ingresso al Museo della Marineria – Ingresso alla pista di pattinaggio “Cesenatico Ice 2012” presso Piazza Costa a Cesenatico

 

Supplemento camera singola €. 12,00 a notte
Riduzioni:Bambini 0/5 anni gratuitiBambini 6/10 anni sconto 50%

Validità dei pacchetti dal 07 dicembre 2012 al 06 gennaio 2013, escluso periodo Natale e Capodanno (quotazioni su richiesta)

Per informazioni e prenotazioni: Cesenatico Turismo – Viale Roma 112 – 47042 Cesenatico (FC) tel. 0547/673287 – n. verde 800 556 900 – www.cesenaticoturismo.cominfo@cesenaticoturismo.com

Il Presepe della Marineria è realizzato dal Comunedi Cesenatico e Gesturist Cesenatico Spa in collaborazione con BCC di Sala, BCC di  Gatteo e Banca Romagna Cooperativa.

 

 

“UN FIORE PER VOI NONNI”: VI RACCONTO LA MIA BELLISSIMA GIORNATA A CESENATICO, CON VISITA AL MUSEO DELLA MARINERIA


 

Sabato 29 e domenica 30 settembre 2012 nella ridente cittadina romagnola, rinomata stazione balneare, si è svolta la 13° edizione del concorso nazionale “ Un fiore per Voi” Poesie per la Festa dei Nonni, patrocinato dall’ufficio olandese dei fiori e dal comune di Cesenatico. Al concorso potevano partecipare con i loro elaborati tutti gli studenti italiani della scuola primaria e della scuola secondaria di 1° grado.

L’Istituto Comprensivo “Raffaello Sanzio” di Mercatino Conca è stato ben rappresentato da alcuni alunni della Scuola Secondaria di 1° Grado riportando gratificanti risultati. Ma Cesenatico non è solo mare e fiori: il centro turistico offre ai suoi visitatori diverse mete di un certo interesse culturale come il Museo della Marineria, dove si possono ammirare tradizionali imbarcazioni diverse per stile e utilizzo, tra cui i famosi pescherecci “Vigo” e “Cidia”, rispettivamente un trabaccolo e un bragozzo. La particolarità di questo museo è che le opere sono esposte sia all’interno della struttura sia sulle acque del porto canale.

Altra meta obbligata per chi staziona a Cesenatico è la “ Casa Museo Marino Moretti”, luogo dove visse tra il 1885 e il 1979 il celebre scrittore, poeta e romanziere, anche autore di opere teatrali, noto soprattutto come poeta crepuscolare. La casa alla sua morte per volontà della sorella venne lasciata in dono al Comune di Cesenatico che la trasformò in Museo e Centro studi della letteratura novecentesca.

A ricordo della giornata trascorsa a Cesenatico rimangono negli occhi il verdeazzurro del mare e il giallorosso delle vele e nel cuore il profumo intenso di sale e dei fiori d’Olanda.

Elia Biagetti

Classe 3^B – ICS Sanzio

Mercatino Conca – PU

Docente coordinatore: Francesco Magi

NELLA FOTO: GLI STUDENTI DI MERCATINO CONCA