LA FAVOLA DELL’ABITO VULCANO: EVENTO SPECIALE IL 20 DICEMBRE A PIANCASTAGNAIO (MONTE AMIATA, SIENA)


Foto Roberto Alborghetti - Mitrani Yarden 2 - Copia

Una delle 40 immagini presenti nel bellissimo e-book (Marna Edizioni) intitolato “La Principessa, il Fuoco e il Castello”, in doppia versione bilingue (inglese e italiano), disponibile on line a soli 0,99 Euro.

 

 

1 IMGP2938 (640x480)

Un evento davvero speciale avrà luogo a Piancastagnaio (Monte Amiata, Siena) nel contesto delle iniziative “Favoliamo verso il Natale” promosse dal Comune. Domenica 20 dicembre, alle ore 17, presso il teatro Comunale, avrà luogo la presentazione del progetto “La Principessa, il Fuoco e il Castello”.  Si tratta di una favola moderna la quale – attraverso un eBook di Marna Edizioni e un documentario televisivo – presenta il capo di alta moda “Vulcano Amiata” che Mitrani Yarden ha creato e realizzato sulla base di una fotografia astratta che Roberto Alborghetti aveva scattato ad un vecchio bus inglese custodito a Nottingham.

Come si ricorderà, alla fine dello scorso ottobre, nell’ambito di  “Penne e Video Sconosciuti” promosso da Osa Onlus, era stato proiettato “The Ghost Bus”, il video girato appunto in Inghilterra, attirando anche la partecipazione di una delegazione inglese. In quelle stesse giornate Alborghetti e Mitrani hanno realizzato  una vera e propria storia fantastica, con la partecipazione della modella ed attrice Ginevra Bertolani, ambientata alla Rocca Aldobrandesca, che fa da suggestivo elemento architettonico. Il racconto, che si articola con un testo e attraverso le immagini, si snoda all’interno dell’antico castello e costituisce, per Piancastagnaio, una ulteriore opportunità per promuovere le bellezze artistiche e storiche del proprio territorio. Il cortometraggio è stato anticipato da un e-book (Marna Edizioni) disponibile nelle librerie online a soli 0,99 Euro.  

La presentazione in anteprima del cortometraggio – con musiche originali di Eylon Malhi – offrirà di nuovo l’opportunità di parlare di un progetto del quale ha recentemente parlato la prestigiosa rivista americana “Arts & Cultural Strategies” diretta da Renèe LaVerne Rose. Il 21 dicembre previsto anche un incontro con gli studenti del corso per designers presso L’Istituto Avogadro di Abbadia San Salvatore. Hanno collaborato nell’iniziativa: Comune di Piancastagnaio, Osa Onlus, Natalia Scalacci ( Makeup and Hairstyle), Nicola Cirocco e Patrizia Sapri.

L’evento sarà concluso dalla consegna al Sindaco Luigi Vagaggini della nuova edizione della biografia storica illustrata “Francesco” scritta da Roberto Alborghetti per l’Editrice Velar. Si tratta di una monumentale opera editoriale che ricostruisce, con documenti inediti ed una serie di straordinarie immagini, la vita di Papa Francesco, a partire dalle origine italiane della sua famiglia fino ai giorni nostri.

Annunci
Immagine

L’ABITO “VULCANO” CONTINUA A FAR PARLARE (E SCRIVERE): ECCO L’ARTICOLO PUBBLICATO DAL QUOTIDIANO L’ECO DI BERGAMO


L'ECO DI BERGAMO 9 11 2015 (640x217)

(SIAMO) FATTI PER ESSERE VISTI:UN CLIP PER RACCONTARE MITRANI YARDEN, FASHION DESIGNER E ARTISTA DI TALENTO


*

Questo è il videoclip che ho creato per Mitrani Yarden, giovane stilista di talento e artista, originario di Tel Aviv, con esperienze di studio e di lavoro in Francia, ora residente a Firenze, che trova una città splendida e creativa. Per realizzare il video, mi sono ispirato all’unicità delle sue creazioni e al suo modo di abbinare i colori e le forme, e al suo coraggio di sperimentare nuovi tessuti, materiali e soluzioni. La sua arte nasce dalle strade, dalle città, dal cuore e della mente. Libertà, armonia e personalità individuale sono le 3 parole che rappresentano il modo (ed il mondo) di vita di Yarden.

Per realizzare questo videoclip ho iniziato a lavorare intorno a queste sue 3 parole, lasciandomi ispirare dalle sue singolari creazioni (abiti, schizzi, disegni, fotografie). Poi ho cercato di tradurre il senso e lo spirito della sua arte in alcune frasi, come si può vedere nella clip: “Metti una corazza sui tuoi sogni / Rivestiti di libertà / Nessun dardo ti colpirà / (siamo) FATTI PER ESSERE VISTI”.

Per la colonna sonora ho scelto un frammento da un grande pezzo di Audiomachine (“Red Sorrow”) … Per favore, ascoltate i tamburi epici (che sembrano svegliare il mondo … e le coscienze un po’ sopite).

Sì, siamo fatti per essere visti: credo che questo sia un concetto di base della mutua relazione umana. In realtà, non siamo in-visibili. Perché la in-visibilità è il modo più doloroso per cadere nell’area della dis-umanità … Il design, l’arte e la moda di Mitrani Yarden ci dicono questo messaggio forte.

Mitrani Yarden così afferma: “Le mie creazioni vogliono avere un carattere  cosmico e poliedrico. Un’infinità multiculturale nella realtà. Punto a creare un meltinpot, unico, diverso, ricco, terreno e moderno, fatto di equilibrio, eleganza, una  silhouette sofisticata per offrire alle persone abiti dall’armonia piena e perfetta, valorizzando la loro personalità e il loro carattere. Dare loro la possibilità di esprimersi in modo perfetto, comunicando se stesse agli altri in modo diretto, in ogni momento “.

Sì, perché appunto (siamo) fatti per essere visti …

Il fashion design di Mitrani Yarden contiene una grande varietà di dettagli, materiali, elementi contrastanti: natura, contemporaneità, culture, tradizione e modernità, contraddizione tra non-costruito e futuristico, tra romantico e  eleganza, tra avant-garde e libertà.

Mitrani Yarden sarà tra gli ospiti, sull’Amiata, del forum degli studenti nella prossima edizione di “Penne e Video Sconosciuti” di Osa Onlus. Sarà interessante ascoltare la sua storia e, per i giovani cronisti, intervistarlo (25-26 Ottobre). Un appuntamento da non perdere!

Il suo sito ufficiale: http://www.mitraniyarden.com/

ROBERTO ALBORGHETTI

MITRANI YARDEN

MITRANI YARDEN

 

VETRINA-SHOW DA PITROSE/BEAUTY CONCEPT STORE: IN MOSTRA LE TRE ARTISTICHE SCIARPE DI SETA DI “LACER/AZIONI”


Di Nicola Rossi

I titolari di Pitrose / Beauty Concept Store hanno avuto una bella idea. Hanno creato una vetrina-installazione che in un suggestivo colpo d’occhio la serie di tre sciarpe di seta, in edizione limitata, realizzate da Roberto Alborghetti per il progetto “Lacer/azioni”. Pitrose ha infatti dedicato alle tre sciarpe un bellissimo spazio, che può essere visto dal pubblico che transita ad Urgnano (Bergamo) nel centro storico. Flussi di seta si mescolano così i colori autunnali in un singolare scenario che abbina paesaggio e ricerca artistica ed ambientale.

Pietro e Rosy di Pitrose sono felici di accogliere clienti e  visitatori con il dono di un fascicolo – Lacer/ azioni – Immagini della (pubbli)Città Strappata – e di dare informazioni sugli artistici pezzi di seta esposti in vetrina. Nei primi giorni della singolarissima esposizione, la gente si è mostrata interessata ed incuriosita. Come forse molti sanno, queste sciarpe di seta sono davvero uniche e speciali. Hanno un design inconfondibile: riproduce dettagli di immagini di manifesti pubblicitari strappati e “segni” che Roberto Alborghetti ha catturato in giro per il mondo per il progetto “Lacer/azioni”. Così, dopo avere trasformato “le immagini della carta-spazzatura” in oggetti d’arte (le scene astratte sono state trasferite su tela, tessuti, litografie, alluminio…) sono state prodotte tre sciarpe di seta con l’aiuto e la collaborazione del noto designer tessile Bruno Boggia, che lavora per i più famosi stilisti di moda internazionali.

Su queste sciarpe, molto apprezzate a livello internazionale, la blogger americana Marina Chetner ha scritto che sono “la prossima grande tendenza della moda”. Un’altra artista e blogger americana, Meredith Deerheart, ha pubblicato un lungo articolo sulle tre sciarpe, decantandone i colori traslucidi, “pezzi originali di moda, un regalo perfetto”. Un’altra blogger di moda, Debra Kolkka, australiana ha definito l’arte di Roberto Alborghetti “sorprendente e unica”.  

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sciarpa di seta. # 1: “Stati d’animo condivisi”

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sciarpa di seta # 2: “Nine Eleven, New York 2001”

 ??????????????????????

Sciarpa di seta # 3: “Vento di maggio, scompigliami i capelli”

***

Sciarpe in pura seta / Limited Edition/ Crepe de Chine 

Creato da Roberto Alborghetti per il Progetto “Lacer/azioni” in collaborazione con Bruno Boggia (Como, Italia)

LE IMMAGINI DEI MANIFESTI PUBBLICITARI DETURPATI SONO ORA IL DESIGN PER SPECIALI SCIARPE DI SETA IN EDIZIONE LIMITATA


*

Questo è un videoclip dedicato alle speciali sciarpe di seta il cui design proviene dalle immagini, di manifesti pubblicitari decomposti e strappati. Sono state  realizzate da Roberto Alborghetti per il suo progetto “Lacer/azioni”. Le sciarpe, in edizione limitata, sono in vendita on line presso “LA BOTTEGA DI OSCAR / BOUTIQUE OSCAR’S” (alle pagine eBay).

Caratterizzate da un design unico ed irripetibile, sono state create con la collaborazione di Bruno Boggia (che ha lavorato con gli stilisti di moda più importanti del mondo). Le sciarpe di seta stanno ottenendo una grande attenzione negli USA per il loro design innovativo, decisamente “in avanti” rispetto all’attuale produzione, basata su sistemi tradizionali. Per info: ro.alb @ alice.it

 

 

LE SCIARPE DI SETA E LE “LACER/AZIONI” DI ROBERTO ALBORGHETTI STANNO CONQUISTANDO…L’AMERICA : LA TESTIMONIANZA DI UN’ARTISTA E BLOGGER DELL’INDIANA


Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblichiamo il bel commento che Roberto Alborghetti  ha ricevuto dalla blogger americana Meredith – http://healingminds.wordpress.com/circa l’edizione limitata di 3 SCIARPE DI SETA, create con Bruno Boggia Disegni per il  progetto artistico “Lacer/ azioni”; le sciarpe (vedi foto) sono ora eccezionalmente in vendita on line presso LA BOTTEGA DI OSCAR / OSCAR BOUTIQUE .

Incredibile, ma vero: ancora poco conosciute in Italia – dove forse  si è sempre… timorosi nel percepire e capire i nuovi linguaggi – le “Lacer/azioni” di Roberto Alborghetti (tele, tessuti e litografie che presentano le immagini “sporche” e provocatorie della pubblicità lacerata e dei “segni” sui muri metropolitani) stanno sollevando interesse e dibattito in giro per il mondo, soprattutto in America; vedere il blog di R.Alborghetti – www.robertoalborghetti.wordpress.com/ – che ha già superato i 43.000 visitatori in pochi mesi.

Già una nota blogger di New York, Marina Chetner, aveva definito le incredibili sciarpe di seta di Alborghetti “il prossimo grande trend della moda”, sollecitando gli stilisti italiani, di solito attenti a ciò che anticipa i tempi, a prendere visione di queste immagini provocatorie, suggestive e decisamente anomale, ma di grande suggestione emotiva.

Ora la testimonianza di Meredith Deerheart, che risiede sempre  negli Stati Uniti, nell’Indiana. Meredith si occupa di arte, danza, scrittura, fotografia, teatro, animazione didattica nell’ottica della cura dei disagi e dei disturbi psichici. Anche Meredith ha conosciuto il progetto “Lacer/azioni” su Internet e se ne è innamorata. Ne è nata anche una collaborazione on-line – condivisa da numerosi bloggers – attraverso la quale le immagini di Roberto Alborghetti sono diventate parole, anche ad uso terapeutico, in una singolare sperimentazione innovativa chiamata “Haiga” (haiku+visuals).    

Ecco dunque quanto Meredith ha scritto sulle sciarpe di seta di Roberto Alborghetti realizzate con il design delle immagini di “Lacer/azioni”. Presentiamo la versione italiana e quella originale, in lingua inglese. E’ una testimonianza su come i colori, ed i tessuti, possono influire positivamente sugli stati d’animo e sulle nostre emozioni.  

 

* * *

UNA SCIARPA DI SETA SBALORDITIVA… COME UN ONDEGGIANTE VETRO COLORATO”

LACER/AZIONI BY ROBERTO ALBORGHETTI – SCIARPE DI SETA, EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA CON BRUNO BOGGIA DISEGNI

Ho ricevuto la scorsa sera la sciarpa e l’ho portata fuori alla luce per vederne tutte le tonalità e texture tessute in una ragnatela. Volteggiavo con essa e mi sentivo come se avessi ali di arcobaleno. La trasparenza la faceva apparire multidimensionale… come ondeggiante vetro colorato.  Sono ricca, ricca, ricca! Nel colore e nella texture.

Ho un abito da sera di cashmere nero, e l’ho indossato perché rendeva la silhouette slanciata, sono uscita e ho lasciato che il vento gonfiasse leggermente la sciarpa attorno alla mia figura buia e immobile. L’abito sembra così elegante ora, lo indosserò a Chicago per festeggiare il mio compleanno. Mi sento davvero come se fossi la donna più bella del mondo… Le immagini della sciarpa non rendevano la straordinaria, pura luminosità della seta: dal vivo la sciarpa è ancora più sbalorditiva di come l’avevo immaginata. Penso che sia una meravigliosa sorpresa extra.

La amo! La amo!

Il giorno del mio compleanno mi sento come se fossi la donna più bella ed elegante del teatro, indossando la sciarpa e lasciandola fluttuare nella brezza mentre cammino. Sono sciarpe così belle che nessuna macchina fotografica può  rendere giustizia all’effetto, simile a quello di una ragnatela, della seta rifratta dal colore traslucido… e quando ballo con essa e ammiro il suo movimento nello spazio, la sciarpa sembra una fluida, traslucida vetrata a colori.

Onestamente, se si vuole fare colpo su una donna che va matta per i pezzi di moda originali, questo é un regalo perfetto… E un affare. Ci sono tantissime schifezze sul mercato e tutto sembra essere uguale e più costoso. Adoro questa sciarpa, e lo fa chiunque mi vede indossarla.

La bellezza cresce. Non smettere mai di scoprire, Roberto! La grandezza fuoriesce da ogni parte di te.

Meredith D.

http://healingminds.wordpress.com/

* * *

A COMMENT FROM MEREDITH D. (INDIANA, USA):

“I TWIRLED AROUND WITH IT AND FELT LIKE I HAD RAINBOW WINGS…” 

I’m very glad to publish the beautiful comments I received from fellow blogger Meredith about  the LIMITED-EDITION of 3 SILK SCARVES (I created for my “Lacer/actions Art  Project”) now on sale at “LA BOTTEGA DI OSCAR / OSCAR’S BOUTIQUE”. R.A.

*

I received the scarf last night and took it outside to see all the hues and texture woven in gossamer.  I twirled around with it and felt like I had rainbow wings.  The transparency makes it look multi-dimensional… like floating colored glass.  I am rich, rich, rich! in color and texture today.

I have a black cashmere dinner dress (long), and I pulled it out to make a long silhouette, then went outside and let the breeze blow the scarf lightly around the still blackness of my form.  The outfit looks so elegant, now, I will wear it to Chicago to celebrate by birthday.  I truly feel like the most beautiful woman in the world… The pictures of the did not captures the extraordinary,  sheer luminosity of the silk, so in the the scarf is more stunning than I even imagined.  I think it is is a wonderful, extra surprise.

I love it!  I love it!

On my birthday, though, I will feel like the most elegant, beautiful woman in the theater wearing my scarf, and letting it flutter in the breeze as I walk.

These are such beautiful, dimension scarves no camera can do justice to the gossamer effect of the silk refracted by translucent color… and when I dance with it and explore its movement through space, the scarf looks like fluid, translucent stained glass.

  Honestly, if you want to impress a woman who’s wild about original fashion pieces, this a perfect gift… and a bargain.  There’s a lot of crap on the market that all looks the same, and is more expensive. I love this scarf, and so does everyone who see me wear it.

Beauty grows.  Never stop discovering, Roberto.  You have greatness pouring from every part of you.

Meredith