“FRANCESCO”: ORA E’ UNA VERA E PROPRIA ENCICLOPEDIA UNICA AL MONDO!


“Francesco”, la grande opera dedicata alla vita e al pontificato di Papa Bergoglio, autore Roberto Alborghetti, edita da Velar. In questi giorni, nel clima dell’attesa della storica visita di Papa Francesco a Milano, è uscito il quarto volume, con sette nuovi capitoli, che si aggiungono ai precedenti 21. In totale sono oltre 500 pagine, in grande formato, che presentano un apparato fotografico per certi aspetti unico, con ben 550 immagini.     www.velar.it

“COME CHICCHI IN UNA SPIGA DI GRANO”: LA PRIMA COPIA CONSEGNATA AL NEO CARDINALE DIEUDONNÉ NZAPALAINGA ARCIVESCOVO DI BANGUI (AFRICA)


20161219_141251

 

Guest Writer: Stefano Alberti

Monsignor Dieudonné Nzapalainga è l’arcivescovo di Bangui, nella Repubblica Centrafricana, ed è Presidente della Conferenza Episcopale del Centrafrica. E’ alla guida di quella che è considerata una delle più povere diocesi del mondo. Lo scorso anno, Papa Francesco ha voluto aprire a Bangui la porta santa della cattedrale, inaugurando il Giubileo straordinario della Misericordia in un modo che non ha precedenti. In queste settimane, l’arcivescovo Nzapalainga è a Roma, perché Papa Francesco ha voluto nominarlo cardinale. E’ un altro gesto importante del suo Pontificato. Come vuole la tradizionale, ad ogni cardinale è legata una chiesa. Al neo cardinale del Centrafrica è stato affidato il titolo di una importante basilica, quella di Sant’Andrea della Valle in Roma, sede dei Teatini, la Congregazione fondata da San Gaetano Thiene.

Proprio alcuni giorni fa, come abbiamo scritto su questo blog, è stato pubblicato un libro di grande interesse “Come chicchi in una spiga di grano”, di Roberto Alborghetti, Editrice Velar.     Il volume presenta la vicenda collegata alla devozione espressa dal popolo argentino e dal futuro Papa Francesco proprio per San Gaetano Thiene, al quale è dedicato un frequentatissimo santuario a Liniers, quartiere di Buenos Aires, meta di centinaia di migliaia di pellegrini. Ebbene, è sembrato giusto e doveroso consegnare la prima copia del libro proprio all’arcivescovo di Bangui, che ha preso possesso della basilica di Sant’Andrea nella giornata di ieri, domenica 18 dicembre, con un semplice ma partecipato rito religioso.

Il dottor Paolo Sandini, a nome dell’autore Roberto Alborghetti e dell’Editrice Velar, ha consegnato copia del nuovo libro a mons. Dieudonné Nzapalainga, al quale è stato donato anche “Francesco”, la monumentale opera che, sempre scritta da Alborghetti e pubblicata da Velar, è la prima grande biografia storica illustrata dedicata a Papa Bergoglio (è in uscita il prossimo volume). L’arcivescovo di Bangui, come mostrano le immagini, ha gradito i due volumi ed ha avuto parole di ringraziamento.

Mons. Nzapalainga, nel corso della celebrazione, ha parlato anche della Chiesa di Bangui e delle necessità della popolazione, soprattutto quella infantile, che avevano peraltro molto colpito Papa Francesco durante la sua visita in Centrafrica. Come forse molti sapranno, anche artisti italiani, come Claudio Baglioni e la stessa Gendarmeria Vaticana si stanno muovendo concretamente in risposta all’appello del Papa per Bangui.

Ricordiamo che nelle prossime settimane, la basilica di Sant’Andrea della Valle sarà al centro di incontri per il lancio del libro “Come chicchi in una spiga di grano”.  Per tutto il periodo delle festività natalizie, il libro sarà sempre disponibile al pubblico all’interno della suggestiva basilica, grazie alla presenza di Paolo Sandini dell’Editrice Velar, coadiuvato da Anna Scaglione. Lunedi 26 dicembre, sarà presente anche l’autore, Roberto Alborghetti, che avrà il piacere di incontrare il pubblico e di autografare copie della pubblicazione. Altra giornata speciale il 3 gennaio. La presentazione ufficiale del libro avrà luogo venerdi 13 gennaio, con inizio alle ore 18. Con l’autore interverranno: Padre  Salvador Rodea González, Preposito Generale dei Chierici Regolari Teatini e Padre Carlos Gómez-Ruiz, Rettore della Basilica di Sant’Andrea della Valle.

Nelle foto: il dottor Paolo Sandini, a nome dell’autore Roberto Alborghetti e dell’Editrice Velar, consegna a mons. Dieudonné Nzapalainga, i libri su Papa Francesco.      

“L’ECO DI BERGAMO” RACCONTA L’INCONTRO CON PAPA FRANCESCO… GRANDE COMMOZIONE PER LA PREGHIERA SCRITTA PER LUI


leco-di-bergamo-13-9-2016

Ecco il bellissimo articolo di Diego Colombo che su L’Eco di Bergamo ha raccontato l’incontro che, insieme al collega Paolo Sandini (Velar), abbiamo avuto con Papa Francesco, sabato scorso. Al Santo Padre è stata consegnata “Preghiera per Francesco” in risposta ai suoi continui inviti di “pregate per me!”. La preghiera è stata stampata da Velar su immaginette e su bracciali, uno dei quali è stato indossato anche dal Pontefice. Il testo della preghiera è stato musicato dal giovane compositore Luigi Maletta ed eseguito da Teresa Paola. Kristina Kreazioni ha infini realizzato un suggestivo monile. A Papa Francesco è stata consegnata anche una copia de “Nessuno resti in dietro / Papa Francesco, la dignità del lavoro e l’inclusione sociale”, di Roberto Alborghetti, Editrice Velar. Per info e contatti: info@sandini.it; http://www.velar.it

 

 

“NESSUNO RESTI INDIETRO” A PALADINA (BG): INCONTRO DI PRESENTAZIONE MARTEDI’ 23 AGOSTO, ORE 20,30


 

Prossimo incontro di presentazione per “Nessuno resti indietro”, di Roberto Alborghetti, Editrice Velar:  martedi 23 agosto 2016, Paladina (BG), ore 20,30, presso il Centro Giovanile D.Seghezzi. Incontro promosso dalla parrocchia nell’ambito delle annuali iniziative per la Festa di Sant’Alessandro. Interverrà l’autore; saluto di benvenuto di don Vittorio Rossi.

PALADINA 23 8 2016 - Copia

Già ristampato e accolto da grande attenzione da parte del pubblico e dagli opinion leaders,“Nessuno resti indietro” presenta Papa Francesco e la sua sensibilità per i temi della dignità del lavoro e dell’inclusione sociale, offrendo una documentazione inedita su fatti ed esperienze vissute dal futuro Papa nel difficile contesto storico e sociale dell’Argentina. “Un libro affascinante, che ci permette di capire perchè Papa Francesco fa e dice determinate cose“: queste le parole dell’ex premier sen. Giuliano Amato, giudice alla Corte Costituzionale. “Un testo che tutta la classe dirigente dovrebbe leggere”: così ha recentemente affermato l’avv. Vincenzo Massara, vice presidente nazionale e presidente regionale Calabria di MCL. E qualche giorno, in un post su Facebook e Twitter, il leader della Cisl Puglia, Giuseppe Boccuzzi, ha pubblicamente consigliato la lettura di “questo libro meraviglioso,per dedicarlo a chi non può partire in vacanza o a chi non ha mai avuto un lavoro o lo ha perso e non lo trova. Una lettura che ci sproni  a pensare ed agire affinchè Nessuno resti indietro, come dice il Santo Padre”. 

Anche l’incontro di Paladina (l’ingresso è aperto a tutti) si propone dunque come una significativa opportunità per conoscere – attraverso il terzo libro di Alborghetti dedicato a Papa Francesco – la storia e la testimonianza di una guida che, come rilevano tutte le ricerche demoscopiche, è ritenuta a livello mondiale “la più affidabile e la più autorevole”.  

Le pagine di “Nessuno resti indietro” ci portano dentro gli anni e le esperienze pastorali che Jorge Mario Bergoglio ha vissuto nella Buenos Aires del lavoro-schiavo, dei laboratori clandestini, della tratta delle persone, dello sfruttamento dei minori, della disoccupazione, del lavoro nero, nel “tritacarne” dell’economia speculativa.

Tra quelle vicende – scrive Alborghetti – “ho trovato la risposta all’interrogativo perché questo Papa insiste coerentemente sulla necessità di “un nuovo ‘umanesimo del
lavoro’, dove l’uomo, e non il profitto, sia al centro; dove l’economia serva l’uomo e non si serva dell’uomo”, dove i tanti giovani che non lavorano sono “i nuovi
esclusi del nostro tempo”, “vengono privati della loro dignità”, mentre “la giustizia umana chiede l’accesso al lavoro per tutti” (16 gennaio 2016, Incontro con MCL,
Movimento Cristiano Lavoratori).

Nella sofferenza condivisa per tanti episodi di ingiustizia e di esclusione sociali – il libro, ad esempio, ricostruisce le vicende della strage ferroviaria dell’Once e del massacro di quasi 200 giovani nella discoteca Cromañón , delle vittime del lavoro schiavo e della criminalità collegata al racket delle persone e allo sfruttamento minorile in circa 3.000 fabbriche tessili abusive – nasce, si muove e si eleva il grido
del “Nessuno resti indietro” dell’arcivescovo Bergoglio, e del modello di un nuovo ordine sociale ed economico, che – come si scrive nel libro – è definibile con il termine “Francisnomics”.

*

Per info:

 www.velar.it

   http://www.sandini.it/

*

IL LIBRO E’ DISPONIBILE NELLE PRINCIPALI LIBRERIE ON LINE.

ECCO ALCUNI LINKS:

 

Hoepli

http://www.hoepli.it/libro/nessuno-resti-indietro-papa-francesco-la-dignita-del-lavoro-e-l-inclusione-soc/9788866712404.html

 

La Feltrinelli

http://www.lafeltrinelli.it/libri/roberto-alborghetti/nessuno-resti-indietro-papa-francesco/9788866712404

 

IBS

http://www.ibs.it/code/9788866712404/alborghetti-roberto/nessuno-resti-indietro.html

 

Libreria Universitaria

http://www.libreriauniversitaria.it/nessuno-resti-indietro-papa-francesco/libro/9788866712404

 

Amazon

https://www.amazon.it/Nessuno-indietro-Francesco-dignit%C3%A0-linclusione/dp/886671240X/ref=sr_1_5?s=books&ie=UTF8&qid=1470295719&sr=1-5&keywords=Roberto+Alborghetti

 

Ebay Libri

http://www.ebay.it/itm/Nessuno-resti-indietro-Alborghetti-Roberto-/131742317705?hash=item1eac743c89

LA NUOVA EDIZIONE DI “FRANCESCO” (388 PAGINE, 450 FOTO) AL “MARTINBOOK FESTIVAL 2016” (MARTINSICURO, 30/7, ORE 21)


 

800px-Torre_di_Martinsicuro

La storica Torre Carlo V a Martinsicuro (TE) farà da suggestiva cornice al “MartinBook Festival”.

 

La VII edizione del MartinBook Festival – promosso dall’Associazione Culturale Martinbook e il Comune di Martinsicuro – è in programma a Martinsicuro (Teramo) dal 28 al 30 luglio. Tra gli autori invitati all’evento c’è Roberto Alborghetti, che il 30 luglio, alle ore 21, presso la storica Torre Carlo V, presenterà la nuova edizione aggiornata di “Francesco”, la prima biografia storica illustrata su Papa Bergoglio, pubblicata da Editrice Velar. Coordinerà l’incontro la giornalista Noris Cretone. Sull’evento, ecco un servizio di Giusy Valori.  

*

Anche quest’anno il Martinbook Festival, in collaborazione con l’Associazione Culturale Martinbook e il Comune di Martinsicuro, è giunto alla sua settima edizione. La manifestazione si terrà dal 28 luglio al 30 luglio e avrà luogo su tre location del paese. Si presenterà ricca di eventi culturali e artistici. Saranno tre giorni intensi in cui Martinsicuro diventerà un luogo d’incontro e di scambio culturale con l’intento di promuovere sotto ogni punto di vista, non solo i libri, ma anche il teatro, la musica, l’arte, la poesia. Il festival si rivolge a tutti. E’ una rassegna dove la cultura e la bellezza si fondono per dar vita ad uno scambio di emozioni e di riflessioni e per offrire l’incontro con una sinfonia di libri dove le storie raccontate s’intrecciano con quelle personali. Ho partecipato da spettatrice a questo evento ogni anno, e ho potuto constatare che è sempre molto seguito perchè , nella sua unicità, è capace di attrarre adulti e bambini in un contesto aperto e dialogante.
La rassegna si apre giovedì, 28 luglio, a partire dalle ore 21, presso la Torre Carlo V, con la proiezione del cortometraggio “Diva” di Giuseppe Imparato che torna nella cittadina dove è stato girato. A seguire ci sarà il salotto di autori locali con Pier Paolo Flammini che presenta il suo interessante “Amore e tradimento al tempo della crisi”, Luca Tortolini con “La casa degli altri bambini” ed Enrico Romagnoli con il suo libro “Da 14 a 21”. Si tratta di una raccolta di poesie e racconti che, come suggerisce il titolo, l’autore ha scritto dai quattordici ai ventuno anni. I temi sono molteplici e il tutto è visto attraverso gli occhi di un adolescente che si sta aprendo alla vita preparandosi a superare l’impatto con le tante difficoltà proprie dei giovani. Le poesie sono la parte più intima del libro. E che dire di Antonella Aigle con il suo romanzo “Rossa come il fuoco?” Tutto! C’è ancora tanto da dire perchè Antonella è inarrestabile. La Eigle è un’artista di Martinsicuro, autrice affermata di romanzi erotici. Il ” rosso” della passione di Antonella è un’esigenza comune a tutti gli artisti . Scrivere diventa una necessità per appagare le proprie passioni e soddisfare i propri desideri che sono poi quelli di tutti. Elisabetta Gnani modera il salotto e la serata di apertura. La Gnani sarà anche la presentarice ufficiale di tutte le serate del festival. Poi ci sarà la “svolta” del caso Moro con un romanzo interessantissimo di Pino Casamassima che è un giornalista bresciano, collaboratore del Corriere Della Sera di Brescia. Il suo è un libro-inchiesta dove l’autore ha messo a confronto il racconto dei brigatisti, le dichiarazioni dei processi, le testimonianze dei politici mantenendo le varie tesi e cercando di dare il giusto peso alla verità. Modera Pier Paolo Flammini. La serata si concluderà con della buona musica e con la degustazione di vini e prodotti tipici.
Venerdì, 29 luglio, il festival si sposta alla rotonda Las Palmas, nel cuore del lungomare truentino. Ad aprire la serata questa volta ci penserà un mago, il Mago Caucciù, e non solo mago ma anche giocoliere, performer man, e tanto altro ancora. Seguirà alle 21, 30 il salotto di autori locali con la professoressa Alessandra Bucci che presenterà la sua terza fatica : “Raccontami il mare”. Fatica si fa per dire. Lei scrive per passione e con amore. Quindi sarebbe più giusto dire: “Il suo terzo regalo”. È un libro intenso, ricco di forti emozioni, dove l’autrice e la protagonista del romanzo hanno molto in comune. Anzi “tutto”. Per entrambe il mare rappresenta il luogo d’incontro carico di bellezza, e un prezioso insegnamento di vita. Poi sarà la volta di Roberta Tamiso con “L’Estate di Flora”, il suo terzo libro. Quella di Flora è un’estate di segreti da svelare, di misteri e di storie sepolte sotto le onde del mare che è il custode delle vite non solo dei personaggi del libro ma di tutti. Il salotto si arricchisce con Ismaela Evangelista con il suo libro: “La coperta corta”, la sua ultima fatica letteraria. Non perdetevi questo romanzo dai toni forti e attualissimi. Esso affronta il difficile tema della pedofilia e di come ci sente svuotati e impotenti di fronte al male del secolo. Modera la bravissima e simpaticissima Vilalba Cistola che si è sempre distinta in altre manifestazioni e in altri eventi grazie alla sua professionalità e alla sua “verve” che non annoia. Interverrà poi Carmelo Pistillo che presenta il suo ultimo testo teatrale: Passione Van Gogh , dedicato al grande pittore Vincent Van Gogh. Carmelo Pistillo ripercorre con i partecipanti alcune tappe della vita dell’artista: l’apostolato nelle miniere del Borinage, il rapporto con il fratello Theo, i numerosi fallimenti sentimentali, quali l’amore per Sien, la prostituta-modella dal volto butterato per il vaiolo, l’amicizia con Paul Gauguin, fino all’epilogo del suicidio nei campi di grano di Auvers. E per finire ci sarà l’incotro con Giulio Perrone che presenta: “Meglio non morire d’estate”, un’antologia noir a cura di Cristina Marra, che è un’insieme di storie , di omicidi, di sconfitte , di delusioni. Giulio Perrone è un editore che diventa scrittore. Infatti è conosciuto anche per il suo fortunato libro libro : “L’esatto contrario”. Modera Piera Ruffini, attualmente collaboratrice con diversi periodici d’informazione e riviste culturali e con alcune emittenti televisive.
FRANCESCO, copertina ristampa

 

Sabato 30 luglio si torna alla Torre Carlo V per la serata finale del festival con la presentazione del libro di Roberto Alborghetti: “Francesco”. L’autore del libro è un giornalista professionista, autore di saggi e biografie. Egli, attraverso i racconti di persone molto vicine al Papa, mira a far conoscere la figura carismatica e la personalità forte di papa Bergoglio nella realtà sociale e culturale di Buenos Aires e dell’Argentina. Modera la bravissima Noris Cretone. A seguire la presentazione del libro di Mario Crocetta: “La toga stracciata”. Interverranno la moglie, Maria Rosaria Sarcina e Roberto Toppetta, giornalista e scrittore conosciuto e apprezzato in tutta Italia. Toppetta ha avuto anche un ruolo di cronista parlamentare in RAI. Il libro tratta dell’emarginazione di un giovane magistrato dopo la scoperta del primo intreccio di politici corrotti e tangenti. Modera la bravissima sociologa Giovanna Frastalli.
Il programma è ricco di interventi e abbraccia tutta l’arte. Questo festival è un incontro e un riavvicinarsi alla bellezza che solo l’arte sa regalare. I libri, la musica, il teatro sono manifestazioni che ci appartengono e ci rendono migliori. Il festival ci regala tutto questo. Le note si confondono con le parole e la bellezza torna a sorprenderci ancora.”

Giusy Valori – Il Martino

“FRANCESCO, UNA STORIA STRAORDINARIA”: EVENTO SPECIALE IL 1° LUGLIO ALLA “SETTIMANA AZZURRA” DEL CIRCOLO UNICREDIT BANCA DI ROMA (SIBARI GREEN VILLAGE, CALABRIA)


POSTER (Alborghetti) unicredit 

Tre opere editoriali su Papa Francesco, scritte da Roberto Alborghetti, saranno al centro di un singolare e speciale incontro che si terrà presso il “Sibari Green Village”, a Cassano allo Jonio (Cs), nell’ambito della “Settimana Azzurra” organizzata dal Circolo Unicredit Banca di Roma. Infatti, nel bellissimo centro di vacanza sulla costa ionica, venerdi 1° luglio, alle ore 17, si parlerà di “Francesco, un Papa, una storia straordinaria, tre grandi opere editoriali”, con la presentazione dei volumi “Francesco” (Editrice Velar), “Nessuno resti indietro” (Editrice Velar) e “Quando il giorno era una freccia” (Edizioni AGeSC). Oltre all’autore delle tre pubblicazioni, interverrà Pierluigi Todaro, Presidente del Circolo Unicredit Banca di Roma; coordinerà: Giampiero Tirocchi. L’evento – promosso da Circolo Unicredit Banca di Roma e Editrice Velar – si preannuncia davvero particolare, in quanto è raro, in un contesto di vacanza e di relax, invitare la gente, il pubblico, a sentire parlare e a riflettere su libri che parlano di Papa Francesco.

C’è da dire che l’idea è partita dallo stesso presidente Todaro il quale, lo scorso aprile, per un caso fortuito, incontrò Roberto Alborghetti in piazza San Pietro, a Roma, al termine dell’udienza che il Santo Padre aveva avuto con i soci, gli amici ed i simpatizzanti del Circolo Unicredit Banca di Roma. E così, anche con l’aiuto del socio Giampiero Tirocchi (tra l’altro componente anche del comitato esecutivo nazionale dell’AGeSC) l’idea dell’incontro al “Sibari Green Village” si è concretizzata sul piano organizzativo.

Le tre opere su Papa Francesco propongono, sotto diversi aspetti e profili, la vita e il pontificato del Pontefice “preso quasi alla fine del mondo”. “Francesco” è quella che, attualmente, è unanimente ritenuta la biografia storica illustrata e completa sul Papa argentino. E’ costituita da un testo – che ne ricostruisce la vita con notizie e documentazioni inedite – e da un eccezionale apparato fotografico, di grande impatto e bellezza. Emblematico, a questo proposito, quanto affermato da Orazio Coclite, “voce” di Radio Vaticana e commentatore del TG1 Rai : “E’ un’opera che fa rimanere a bocca aperta, come quando si entra nella Cappella Sistina”. Un volume che – come ha rivelato lo stesso Coclite, raccogliendo un’informazione da parte del Santo Padre – Papa Francesco ha voluto inviare espressamente alla sorella Maria Elena, in Argentina. Un gesto che dice tutto della considerazione che Papa Francesco ha per questa pubblicazione, che gli è stata consegnata personalmente dall’autore e dall’Editore in un incontro privato a Casa Santa Marta.   

“Quando il giorno era una freccia”, già alla terza edizione, è stato edito da AGeSC (Associazione Genitori Scuole Cattoliche) nel 40° di fondazione dell’Associazione come contributo di riflessione sulla straordinaria testimonianza in campo educativo di Papa Bergoglio. Per questo volume, spiccano le parole di mons. Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino: “Il pregio di questo libro è quello che sembra scritto dallo stesso personaggio di cui parla, quasi un’autobiografia di Jorge Mario Bergoglio nei diversi passaggi della sua vita di ragazzo e giovane”.

“Nessuno resti indietro”, uscito da poche settimane, sempre per l’Editrice Velar, presenta Papa Francesco e la sua sensibilità per i temi della dignità del lavoro e dell’inclusione sociale, offrendo una documentazione inedita su fatti ed esperienze vissute dal futuro Papa nel difficile contesto storico e sociale dell’Argentina. “Un testo che tutta la classe dirigente dovrebbe leggere”: così ha recentemente affermato l’avv. Vincenzo Massara, vice presidente nazionale e presidente regionale Calabria di MCL.

L’incontro del Circolo Unicredit Banca di Roma alla “Settimana Azzurra” di Cassano allo Ionio si propone dunque come una significativa opportunità per conoscere – attraverso tre grandi opere editoriali – la storia e la testimonianza di una guida che, come rilevano tutte le ricerche demoscopiche, è ritenuta a livello mondiale “la più affidabile e la più autorevole”.     

“NESSUNO RESTI INDIETRO”:STASERA AD ALBATE (CO), DOMANI A ROMA (CEL)…E IL LIBRO E’ GIA’ IN RISTAMPA


DSCN5946

“Nessuno resti indietro” è stato presentato, lunedi scorso 6 giugno, anche presso la Nuova Aula Gruppi Parlamentari, Camera dei Deputati, in Roma.

GUEST WRITER: STEFANO ALBERTI

C’è un libro che sta facendo appassionare l’Italia… Continuano infatti gli incontri di presentazione per “Nessuno resti indietro”, di Roberto Alborghetti, Editrice Velar. Dopo gli eventi in Calabria, Puglia, Bergamo, Inzago, Roma e Piancogno (Brescia), ecco in arrivo nuove presentazioni: stasera ad Albate (Como), domani di nuovo a Roma, il 17 ancora a Bergamo e il 18 giugno il grande evento di Lamezia Terme (CZ). Significativo, tra gli altri, l’ incontro in programma a Roma con i componenti della Commissione Regionale Pastorale Sociale e Lavoro, Giustizia e Pace, Custodia del Creato della Conferenza Episcopale Lazio (sabato 11 giugno)  e appunto a  Lamezia Terme, presso Casa “Tamburelli”, con la partecipazione di esponenti dell’associazionismo. La pubblicazione è stata già ristampata, a conferma del grado di interesse suscitato tra il pubblico dei lettori e nell’opinione pubblica, con diversi articoli pubblicati sulla stampa nazionale e sui vari media e socials.

Con la copertina che riporta una intensa illustrazione dell’artista Umberto Gamba, il testo  porta un contributo originale ed inedito per comprendere i temi centrali della dottrina sociale di Papa Francesco e di un Papato che hanno posto all’agenda mondiale l’urgenza di rivedere e riformare un sistema che produce ingiustizia.

Già nel lavorare sul testo di “Francesco” (la prima biografia storica illustrata su Papa Bergoglio, edita sempre dall’Editrice Velar) Alborghetti si era imbattuto in cronache e vicende che documentavano come il futuro Papa avesse testimoniato
e sviluppato, nella sua Buenos Aires, una particolarissima sensibilità pastorale sul tema. Le esperienze degli anni trascorsi nelle villas miseria e tra le periferie della metropoli
argentina, passando tra fasi storiche e sociali drammaticamente complesse – si pensi solo alla crisi economica dei primi anni del Duemila -, ne avevano modellato il carattere, la sensibilità spirituale, il coraggio di missionario e cura (prete) di
frontiera, che vive il Vangelo “sporcandosi” con i problemi del popolo.
Le pagine del libro ci portano dentro gli anni e le esperienze pastorali che JorgeMario Bergoglio ha vissuto nella Buenos Aires del lavoro-schiavo, dei laboratoriclandestini, della tratta delle persone, dello sfruttamento dei minori, della
disoccupazione, del lavoro nero, nel “tritacarne” dell’economia speculativa.

PROSSIMI INCONTRI

  • 10 GIUGNO, ALBATE (COMO), SALA DELLA COMUNITA’, ORE 21. Nel 50° di Ordinazione di don Antonio Fraquelli.
  • 11 GIUGNO, ROMA, STAZIONE TERMINI, ORE 10,30, CEL, CONFERENZA EPISCOPALE LAZIO, Commissione Regionale Pastorale Sociale e Lavoro, Giustizia e Pace, Custodia del Creato.
  • 17 GIUGNO, BERGAMO, HOTEL SAN MARCO, INCONTRO KIWANIS CLUB BERGAMO OROBICO ONLUS, Ore 20.
  • 18 GIUGNO, LAMEZIA TERME (COSENZA), ORE 18,30, CASA DI RIPOSO “TAMBURELLI”.
  • 22 OTTOBRE, PIANCASTAGNAIO (MONTE AMIATA, SIENA), TEATRO COMUNALE,  RASSEGNA DI GIORNALISMO SCOLASTICO “PENNE E VIDEO SCONOSCIUTI”, Ore 17.
  • 11 NOVEMBRE, FIRENZE, CENTRO INTERNAZIONALE “GIORGIO LA PIRA”, Ore 17.
  • Altre DATE SARANNO COMUNICATE PROSSIMAMENTE

Per info e contatti: 

velar@velar.it

 www.velar.it

La Gazzetta del Mezzogiorno Giugno 2016

L’articolo uscito mercoledi 8 giugno sul quotidiano  “La Gazzetta del Mezzogiorno”

 

LA STUPENDA “SALA REGIA” FOTOGRAFATA DA ROBERTO ALBORGHETTI NELLA BROCHURE UFFICIALE DEL PREMIO INTERNAZIONALE CARLO MAGNO CONFERITO A PAPA FRANCESCO  


CHARLEMAGNE PRIZE  SALA REGIA by ROBERTO ALBORGHETTI

LA SALA REGIA (PALAZZI APOSTOLICI, VATICANO, ROMA) FOTOGRAFATA DA ROBERTO ALBORGHETTI NEL LIBRO-BROCHURE UFFICIALE DEL PREMIO INTERNAZIONALE CARLO MAGNO CHE VERRA’ CONFERITO IL 6 MAGGIO A PAPA FRANCESCO PROPRIO NELLA  SUGGESTIVA CORNICE DELLA SALA REGIA.

 

A Papa Francesco è stato assegnato il Premio Internazionale Carlo Magno, il più antico e prestigioso riconoscimento conferito per il lavoro svolto al servizio dell’ unificazione europea. Il Papa riceverà il premio il 6 maggio, nella suggestiva Sala Regia, nei Palazzi Apostolici Vaticani, a Roma. Una delle foto che ho scattato alla Sala Regia (2014) è stata ora scelta e pubblicata nel libro-brochure ufficiale edito per l’evento. La Sala Regia, come la Sala Ducale, non sono generalmente aperte al pubblico. Di solito ospitano concistori, conferenze, udienze papali o eventi speciali, come appunto la cerimonia del Premio Internazionale Carlo Magno.

E’  certamente un grande onore per me il fatto che la Città di Carlo Magno, Aquisgrana (Germania), abbia voluto scegliere e pubblicare la mia foto della Sala Regia, che ho visitato nello stesso giorno in cui ho incontrato Papa Francesco per donargli e presentargli “Francesco”,  la “prima grande biografia storico illustrata” che ho scritto su di lui, edita da Velar.

cropMarcel Philipp, sindaco di Aquisgrana, così ha dichiarato a proposito del conferimento del prestigioso riconoscimento a Papa Francesco: “Siamo molto soddisfatti dell’unanime consenso raccolto dalla nostra decisione di assegnare al Santo padre il Premio Carlo Magno. Considerando l’attuale situazione politica, non è un compito facile individuare un personaggio che sostiene e promuove il grande progetto europeo con l’impegno, la chiarezza e, allo stesso tempo, una critica costruttiva. Il Comitato del Premio Carlo Magno e la Città di Aquisgrana sono grati  a Sua Santità Papa Francesco per aver accettato il Premio Carlo Magno e per l’esempio prezioso dato nella ricerca dell’obiettivo comune di tutti gli europei. Siamo onorati di presentare il nostro Premio a un uomo che ispira speranza, un ambasciatore di pace e di unità in un’Europa forte. Un uomo le cui parole hanno peso e sono ascoltate con attenzione da tutto il mondo “.

Il Premio internazionale della Città di Aquisgrana prende il nome da Carlo Magno, il re della Franconia venerato dai suoi contemporanei come il “padre dell’Europa”. Un comunicato stampa da parte del Comitato del Premio rileva che Papa Francesco promuove “un messaggio di speranza e di incoraggiamento” in un momento in cui “molti cittadini europei sono alla ricerca di orientamento. Il Papa è un testimone per una comunità basata su valori che comprendono un senso di umanità, la tutela delle risorse e del dialogo tra culture e religioni, a livello europeo. Il Comitato rileva che negli “ultimi anni l’Europa ha conosciuto grandi debolezze, crisi e battute d’arresto” che hanno spinto indietro sul serio “tutti i risultati del processo di integrazione europea”.

A tutto questo, Papa Francesco propone un messaggio di speranza. Basta del resto citare alcuni passaggi del discorso che il Papa ha rivolto al Parlamento europeo nel novembre 2014, un vero e proprio campanello d’allarme per l’Europa: “È giunto il momento  di abbandonare l’idea di un’Europa che ha paura ed è ripiegata sull’ egocentrismo … E’ giunto il momento di lavorare insieme nella costruzione di un’Europa che non ruoti attorno all’economia, ma alla sacralità della persona umana, intorno a valori irrinunciabili “. Sempre il sindaco  di Aquisgrana, Marcel Philippe, ha affermato che Papa Francesco è la “voce della coscienza” che chiede di mettere le persone al centro delle nostre preoccupazioni . E’ un’autorità morale straordinaria”.

“NESSUNO RESTI INDIETRO”: UN LIBRO CHE FA PARLARE. ECCO L’ARTICOLO PUBBLICATO DA “IL QUOTIDIANO DEL SUD”


QUOTIDIANO DEL SUD articolo di Pasquale TavernaIl Quotidiano del Sud (2)

L’ARTICOLO DI PASQUALE TAVERNA PUBBLICATO SU “IL QUOTIDIANO DEL SUD” SULL’INCONTRO DI PRESENTAZIONE A BIANCHI (COSENZA) DEL NUOVO LIBRO DI ROBERTO ALBORGHETTI, “NESSUNO RESTI INDIETRO”, EDIZIONI VELAR, DISPONIBILE NELLE LIBRERIE E ON LINE, http://www.velar.it

 

DALLA CALABRIA A BERGAMO: STASERA “NESSUNO RESTI INDIETRO” ALLA 57a FIERA DEI LIBRAI #fdlbg (ORE 21, SENTIERONE, SPAZIO “DOMUS”)


FIERA LIBRAI 18 4 2016 - Copia

 

Da Paola e Bianchi (Cosenza) alla 57° Edizione della Fiera dei Librai di Bergamo (la più antica d’Italia). E poi, nelle prossime settimane, a Inzago (Milano), Sotto il Monte, il paese natale di Papa Giovanni XXIII, Barletta, Bitonto, Piancogno (Valle Camonica), Albate (Como). Queste sono solo alcune delle tappe del giro di presentazioni per “Nessuno resti indietro”, il libro-novità edito da Velar, scritto da Roberto Alborghetti. In questa sua nuova opera editoriale (la terza dedicata a Papa Bergoglio), Alborghetti racconta, con documenti inediti e di particolare interesse, la storia di un uomo, Bergoglio, la sua lotta contro tratta delle persone, sfruttamento dei lavoratori, schiavismo, lavoro minorile, mafie. Un documento di grande impatto, essenziale per capire chi è l’uomo che da tre anni è il leader più influente e popolare del mondo, come attestato anche dai risultati di un recente sondaggio BBC-Gallup.

Dopo la grande partecipazione di gente alle tappe in Calabria, a Paola e a Bianchi (Cosenza), nel fine settimana – oltre 700 persone nel Teatro della località che ha dato i natali a San Francesco di Paola –  “Nessuno resti indietro” sarà presentato stasera  a Bergamo, sul Sentierone, alla 57a Fiera dei Librai, lunedi 18 aprile, alle ore 21, presso la “Domus” (piazza Dante). Interverrà l’autore; una personale testimonianza verrà portata dall’imprenditore e fondatore della Fra.Mar, comm. Francesco Maffeis. Coordina l’incontro, Paolo Sandini. Non mancherà un momento…argentino, in omaggio a Papa Francesco.

“NESSUNO RESTI INDIETRO”: AGENDA INCONTRI

  • APRILE 18, 2016, BERGAMO, ORE 21, 57a FIERA DEI LIBRAI.
  • APRILE 28. 2016, INZAGO (MILANO), ORE 14,30, FONDAZIONE SACRA FAMIGLIA, RSD SIMONA SORGE.
  • APRILE 30, 2016, SOTTO IL MONTE (BG), ORE 17, CASA DEL PELLEGRINO.
  • MAGGIO 4, 2016 – PERUGIA, Presentazione “Quando il giorno era una freccia”.
  • MAGGIO 24-25, 2016 – BARLETTA e BITONTO (Bari).
  • GIUGNO 6, 2016 – PIANCOGNO, VALLE CAMONICA, ORE 20,30, BIBLIOTECA COMUNALE.
  • GIUGNO 10, 2016 – ALBATE (Como), Ore 20,30, Oratorio Parrocchiale.

Altri incontri sono in via di definizione e saranno resi noti quanto prima.