FENOMENI / TELEVISIONI E CARTONI: SESSANT’ANNI FA NASCEVA “CAROSELLO”


CAROSELLI

Guest Writer: GIANNI SORU

Nel 1957, con la nascita della tv in bianco e nero, nasce il Carosello. Un siparietto della durata di 30 minuti, che mandava in onda diversi spot di 3-4 minuti animati da cartoni animati che reclamizzavano un determinato prodotto. Il tutto durerà fino al 1977. Con la nascita della tv a colori, avventura nel 1978, il Carosello chiude. Ma le pubblicità continuano ancora, questa volta a colori. Tanti di questi personaggi hanno fatto storia, diventando delle vere icone. Oggi alcuni di questi eroi della tv sono ricercatissimi, e a molti di loro fu dedicato anche tanta lineacollezione (ovvero merchand). Ricordiamo i personaggi più belli, divertenti, famosi amati e simpatici:

“PIPPO” (1960): l’ippopotamo blu reclamizzava i pannolini della Lines. Oggi il suo pupazzo è ricercatissimo.

“L’OMINO COI BAFFI” (1961): aveva i baffi ed un cappello a punta, sulla sua bocca comparivano le lettere di ciò che diceva, reclamizzava i prodotti per la cucina della Bialetti.

“CALIMERO” (1963): il pulcino nero con mezzo guscio d’uovo in testa reclamizzava il detersivo per bucato a mano Ava. Le sue frasi tormentone furono: “Ava come lava”; oppure “Che ingiustizia”,  oppure “Tutti se la prendono con me perché sono piccolo e nero”. Nel 1988 e nel 1996 avrà una serie a cartoni animati, nel 2014 avrà una serie in 3D. Tantissima poi la lineacollezione a lui dedicata come: pupazzi, astucci, diari, quaderni, disco, ben 3 album di figurine, giornalino con fumetto, giornalino da colorare, borse, portafogli, abito di carnevale, magliette, biglietti d’auguri, adesivi, patatine, cicche, ovetti di cioccolato, uovo di Pasqua, calamite, fazzoletti, vhs…

“CARMENCITA” (1965): il cono di gesso rovesciato, lei ha gli occhi, il naso, la bocca e le treccine, poi c’è il Caballeros cappello, occhi, naso, bocca e pistola, reclamizzavano il caffè della Lavazza. La frase fu “Bambina sei già mia, chiudi il gas e vieni via”.

“SUSANNA” (1966): la bimba bionda paffutella reclamizzava i formaggini della Invernizzi (tutti la soprannominarono Susanna tuttapanna). Ha avuto diversa lineacollezione come il pupazzo (ricercatissimo), i palloncini, gli adesivi, il gioco da tavolo, la poltroncina, le magliette… La sua frase tormentone fu “Pitu Pitu pà!”.

“LINEA” (1969): una linea bianca animata con storie svolte su sfondi blu o neri, reclamizzava le pentole della Lagostina. La sua lineacollezione è stata la vhs, i libri, i calendari, i biglietti augurali, la carta da regalo, ed il pupazzetto.

“JO CONDOR” (1969): un avvoltoio briccone per lo spot della Ferrero. La sua frase era “Mica ciò scritto Jo Condor!”.

“CIMABUE” (1972): è il frate pasticcione, ne combina una al giorno, fu il testimonial dell’amaro Don Bairo. La sua frase tormentone era “Cimabue Cimabue, fai una cosa ne sbagli due!”.

“JO CARIOCA” (1972): il cow-boy che reclamizzava i pennarelli della Carioca, poi le matite, i pastelli e le tempere.

“LEPROTTO” (1974), una lepre bianca, mascotte dello zafferano.

“EL MERENDERO” (1974), lo sfigatissimo Miguel (con tanto di cappello sombrero), aspettava sempre il merendero perdigiorno, impenitente che, invece di portare le merendine ai bambini, se ne andava in giro per il mondo. Celebre il suo jingle “Ela din don dero. E lì e là e li che l’aspettava, e lì e là e li che l’aspettava, e lì e là e li che l’aspettava, aspettava Miguel. Miguel son mi…”. La sua lineacollezione è stato il disco con il suo jingle ed il pupazzo.

“MARIAROSA” (1976): la bimba bionda con le treccine che ogni giorno preparava una torta nuova reclamizzava il lievito della Bertolini. Il suo jingle fu un vero tormentone: “Brava brava Mariarosa ogni cosa sai far tu, qui la vita è sempre rosa solo quando ci sei tu”. La sua lineacollzione è stata il disco con la sigla, il libro di ricette, il cestino e la bambolina.

“BIMBO HARIBO” (1977): il bimbo dai capelli neri reclamizzava le liquirizie a rotella della Haribo. Il suo jingle fu “Eccola e poi si srotola, è la rotella Haribo (ribo ribo). Che liquirizia fantastica, è la rotella Haribo (ribo ribo)”. Era uscito il suo pupazzetto.

“ZUM IL DEFLINO” (1977): il delfino di colore bianco, che correva sempre in aiuto dei due bambini Marina e Ian, reclamizzava il cioccolato bianco della Galak. Il suo slogan era “Galak, così buono, così bianco. Smuack”. Più avanti uscirono anche i budini della Galak. Nel 1978 gli verrà dedicato un cartone animato per la TV dal titolo “Zum il delfino bianco”.

“TORO FARCITO” (1978): un piccolo capo indiano che difendeva le brioche Girella al pan di spagna e cacao, dal cattivo Golosastro che voleva rubarsele, erano della Motta. Celeberrimo fu il jingle: “La morale è sempre quella fai merenda con Girella”. Come lineacollezione ha avuto i fumetti, i pupazzetti, gli album di figurine.

“CIOCORI’ E BIANCORI’” (1978): i due castorini, lui marroncino e lei bianca (nata nel 1979), fidanzati, reclamizzavano le barrette al riso soffiato ricoperto di cioccolato al latte e cioccolato bianco della Motta. Hanno avuto tanta lineacollezione come i pupazzi, il battipalla, il frisbee, il pattino, l’astuccio (erano tutti ricercatissimi), l’orologio, l’uovo di Pasqua, la calza della Befana…

“MIRA L’OLANDESINA” (1979): la ragazza bionda olandese che vola in mongolfiera reclamizzava il detersivo della Miralanza. La sua sigletta fu famosissima: “Mira mira l’Olandesina è una piccola bambolina che nel cielo ti sembra blu, il vento culla tra le nuvole lassù. Mira mira l’Olandesina dolcemente si avvicina e in ogni strada della città, mille finestra si spalancano qua e la…”. Uscì il disco con la sua sigla.

“ETO E ATO” (1979): i due angeli reclamizzavano il lievito Paneangeli.

“IL PICCOLO MUGNAIO “ (1982): l’omino piccolo piccolo che vive in un piccolo mulino nel prato, è innamorato della sua Clementina, ragazza bionda con lentiggini a grandezza naturale, le faceva recapitare sempre una merendina, ma Clementina non riusciva mai a vedere il suo spasimante misterioso. Reclamizzava le brioche del Tegolino, Crostatina al cacao o albicocca e Saccottino del Mulino Bianco. Tantissima la lineacollezione a lui dedicata le gommine andarono a ruba, le scatolette con i giochi sono ricercatissime; poi uscì anche il veliero, il vassoio, la cartella, astucci, diari, quaderni, orologi, penne, il pupazzetto… di grande valore i suoi mulini ben 5 modelli con la radio, con la sveglia, versione Archimede (con gli gli occhiali, lo specchio…), la versione colori (con tempere, pennarelli, matite), e la più ricercata, la versione cartoleria (con righello, metro, penna, temperino, pinzatrice, scotch…). Negli anni 2000 il suo posto verrà preso da Gli Amici del Mulino, ovvero 4 piccole brioche.

“MR. NESQUIK” (1984): la bevanda al gusto di cioccolato che si mette nel latte nasce nel 1978 per la Nestlè, ma la sua mascotte il piccolo omino a forma di scatola della confezione, nasce nel 1984. A lui han dedicato tanta lineacollezione come i suoi pupazzetti (molto ricercati), la slot-machine, la pila, la trottola, i puzzle… Il suo jingle tormentone fu “Col sapor di cioccolato c’è il gioco assicurato. Nesquik Nestlè!”.

Nel 1986 la scatola diventa un pupazzo per il programma del Baby Show in onda su Junior TV. Nel 1991 il posto di Mr. Nesquik viene preso da un leprotto.

“ELDOLEO” (1987): il leone che reclamizzava i gelati della Eldorado come il biscotto del Cuccioline, Tondo Gum, Twister, Bananao, Ciok Ciok, Bla Bla, Strabik, il Calippo… Come lineacollezione ha avuto i pupazzi, lo zaino, il videogioco portatile ed il libro con i giochi.

“I LOACKERINI” (1987): 5 piccoli nanetti che reclamizzano i wafer al gusto nocciola, vaniglia o cioccolato della Saiwa. La lineacollezione a loro dedicata è stata i pupazzetti, le tazze, i calendari, gli adesivi… il loro jingle tormentone è “Veniamo giù dai monti dai monti del Tirolo, cantiamo tutti in coro Loacker che bontà. Loacker che bontà. Loacker che bontà”.

“COCCOLINO” (1987): l’orsetto bianco e tenero per i detersivi della Coccolino. Molto venduti sono stati i suoi pupazzi.

“CARLETTO” (1998): Negli 1990 per i sofficini della Findus ci sono i Lupi di Mare e Capitan Findus. Nel 1996 nasce la Famiglia Sorriso, tanti animaletti come i canguri, i serpenti i ricci… il jingle tormentone fu “Sofficini Findus il sorriso che c’è in te!”. Nel 1998 la mascotte dei sofficini sarà il camaleonte Carletto. Vendutissimi i suoi pupazzi.

“KELLOG’S” (1988): i fiocchi di cereali, anche al gusto cacao, da mettere  nel latte per la colazione, nascono negli anni ’70; ma l’animazione dei 3 bambini, della tigre, della scimmietta, dell’ape e dell’orso. Arriverà negli anni ’80. Hanno avuto una lineacollezione come la scodella, la tovaglia, la radio, il pallone, il frisbee, i battipalla, l’aquilone…

“SUPER” (1989): è la tartaruga con berretto e il monitor sul pancino, che reclamizza le videocassette della Videomatto. Alcuni titoli: Bugs Bunny, Gatto Silvestro, Daffy Duck, Tom and Jerry, Gli antenati, Top-cat, Braccio di Ferro, La pantera rosa, Casper, Betty Boop, Kimba il leone bianco, Scooby Doo, Muppet Babies, I rangers delle galassie…

“CHEERIOS” (1991): la tartaruga con occhiali che reclamizza gli anellini di miele e mandorle da mangiare a colazione con il latte per la Nestlè.

“OVETTO KINDER” (1991): lo squisito ovetto al cioccolato al latte della Kinder, nasce negli anni ’70, ma la sua mascotte un’ovetto con tanto di faccia, braccia, gambe ed un berretto nasce nel 1991. Tra le numerose e bellissime sorprese che si potevano trovare negli ovetti ci sono stati: gli Happy Potami, le Tartallegre, i Pingui Beach, Eefantino, gli Squali Squaletti, Dapsy Dinos, Leo Venturas, le Amicozze… oggi molto ricercati. Tanti i bellissimi personaggi dei cartoni animati come sorprese: Topolino, Paperino, Pippo, Bugs Bunny, Gatto Silvestro, Daffy Duck, Titti, Speedy Gonzales, Willy coyote, Tom and Jerry, L’orso Yoghi, La pantera rosa, Gli antenati, Braccio di Ferro, Charlie Brown, Il leone Svicolone, Asterix, Superman, Bat-man, L’ape Maia, I Puffi, Doraemon, Calimero, I Simspon, Winny the Pooh, Winx Club, Angel’s friends…

“MILKA” (1991), il coccolato al latte della Milka reclamizzato da una mucca vera di colore bianco a macchie blu. La mucca ha avuto una sua lineacollezione come i pupazzi, la sveglia, la capanna, il portachiavi, e il portafoto.

“GINO E GINA” (1993), mascotte a forma di formaggino, per reclamizzare i triangolini spalmabili della Galbani.

“POLARETTI” (1993): i pinguini che reclamizzano i ghiaccioli alla frutta, poi le granite e le caramelle della Dolfin. Hanno avuto diverso merchand come i pupazzi, i palloni, gli aquiloni, le matite, i portachiavi, le uova di Pasqua, il gioco da tavolo, gli adesivi, i tatuaggi….

“ZIGULINO E ZIGULINA” (1994): le caramelle a palline al gusto di frutta con vitamina e minerali della Zigulì nascono negli anni ’70, ma i bimbi mascotte, Zigulino il bimbo vestito di azzurro e Zigulina la bimba vestita di rosa arrivano negli anni ’90.

“JUNIOR” (1997): il canguro con le scarpe da ginnastica, il cappellino, il foulard al collo, la salopette con su stampata la lettera “J” che reclamizza i budini e gli yogurt al gusto formaggio e frutta della Danone.

“M&M” (2000): le golosissime noccioline arachidi ricoperte di cioccolato e poi con sopra vari colori: giallo, blu, verde, arancione, rosso nascono negli anni ’70, ma le loro mascotte nascono negli anni 2000 con tanto di occhi, bocca, braccia e gambe, con sul petto stampata la lettera “M”.

GIANNI SORU

“LA SIGLA DEL CAROSELLO”

(Cantano i Cartoonmatti)

Si alza il sipario

inizia il Carosello.

Un’unica serata,

niente di più bello.

Tanti personaggi,

belli bravi e buoni.

Tante melodie,

per prodotti nuovi.

 

FENOMENI / IL “BOOM” DEI FUMETTI DEI “CARTOONS”: DA “BARBAPAPA’” A “GATTO SILVESTRO”  


 

FUMETTI ANNI 70

 

Guest Writer: GIANNI SORU

 

Negli anni 70 i giornalini monotematici dedicati al fumetto di un singolo personaggio erano vendutissimi. Saranno riviste settimanali o mensili. Negli anni ’70 le pagine dei fumetti si alternavano tra quelle a colori e quelle in bianco e nero ed i fumetti erano tutti disegnati a mano. Alcuni fumetti degli anni ’70 verranno riproposti negli anni ’90, e molti fumetti non proposti negli anni ’70 verranno invece proposti negli anni ’90. Ecco alcuni titoli dei fumetti più belli, letti e venduti.

 

“Alan Ford”: formato A4 a colori.

“Barbapapà”: formato A4 a colori, sarà settimanale e mensile, andrà avanti fino agli anni ’80. Verrà riproposto anche negli anni 2000 regalando sempre dei bei poster.

“Braccio di Ferro”: formato A5 e formato A4, a colori e in bianco e nero, andrà avanti fino agli anni ’90. Negli anni 2000 nasce “Olivia” giornalino dedicato alla sua celebre fidanzata.

“Braccobaldo”: formato A4 e formato A5 a colori e in bianco e nero, ha pubblicato diversi fumetti come “L’orso Yoghi”, “Gli antenati”, “Il leone Svicolane”, “Ernesto sparalesto”, “Top cat”, “Pixie e Dixie”…

Bugs Bunny”: formato A 5, con pagine a colori e pagine in bianco e nero.

“Capitan America”: formato A4 a colori, ancora oggi è esistente.

“Casper”: formato A5 in bianco e nero e a colori.

“Charlie Brown”: la rivista si chiamerà “Linus”, formato A4 e formato A5 in bianco e nero, ancora oggi è esistente, ha pubblicato tanti fumetti inediti italiani. Nel 1986 nasce la rivista “Snoopy” in formato A4 a colori, dedicata al celebre cane bracchetto amico di Charlie Brown, ottenendo un grande successo fino al 1991. Ha pubblicato i fumetti di “La pantera rosa” e “Sansone”, più diversi inediti. Questa rivista ha regalato i segnaposto, i poster, i segnalibri, le palline di Natale da ritagliare di Charlie Brown e co.

“Capitan Harlock”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Cip e Ciop”: rivista nata alla fine degli anni ‘80, formato A4 a colori, ancora oggi è esistente. Ha pubblicato i fumetti di “La carica dei 101” e “Winny the Pooh”. Il giornale allega quasi sempre giochi di Cip e Ciop come l’armonica, la barchetta, i birilli, la chitarra, il fischietto, il flipper, la macchinina, la penna, il tamburello, i timbrini, il tiro al bersaglio…; e dei bellissimi maxi poster. Di Cip e Ciop ha regalato anche le sagome da ritagliare, le palline di Natale da ritagliare, le cartoline, i biglietti d’invito, il gioco dell’oca, e il calendario.

“Danguard”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Duffy Duck”: formato A 5, con pagine a colori e pagine in bianco e nero.

“Felix the cat”: formato A5 con pagine in bianco e nero e a colori.

“Gatto Silvestro”: formato A 5, con pagine a colori e pagine in bianco e nero.

“Gli antenati”: formato A5 a colori.

“Atlas ufo robot”: enorme successo, aveva 2 riviste una chiamata “Actarus”, formato A5 a colori, regalavano dei bei suoi poster e dei bei suoi adesivi. Verrà riproposta negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Grisù il traghetto”: formato A4 a colori.

“Heidi”: formato A5 a colori; verrà riproposto negli anni ’90 (in formato A4) e nel 2000 (in formato A5) a colori. In regalo si potevano trovare i suoi poster e le sue belle cartoline.

“I fantastici 4”: formato A4 a colori, ancora oggi è esistente.

“Il grande Mazinga”: formato A5 a colori, viene riproposto negli anni ’90, in formato A5 in bianco e nero.

“Jeeg robot”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Kimba il leone bianco”: pubblicato negli anni ’90, formato A5 a colori.

“La pantera rosa”: formato A4 e formato A4 in bianco e nero e a colori, andrà avanti fino agli anni ’80.

“L’orso Yoghi”: formato A5 a colori.

“L’Uomo Ragno”: formato A4 a colori, ancora oggi è esistente, ha regalato tanti bei suoi poster.

“Lupin III”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Lupo Alberto”: rivista nata negli anni ’90, in formato A4 a colori.

“Paperino”: la sua rivista ufficiale nasce negli anni ’80, in formato A4 a colori. Ha pubblicato i fumetti di “Topolino”, “La banda Bassotti”, “Archimede” e “Winny the Pooh”; regalerà anche qualche poster di Topolino.

“Remì le sue avventure”: formato A4 a colori.

“Speedy Gonzales”: formato A 5, con pagine a colori e pagine in bianco e nero.

“Sturmtruppen“: formato A4 con pagine in bianco e nero.

“Superman”: formato A4 a colori, ancora oggi è esistente.

“Tom and Jerry”: avrà formato A5 d formato A4, sarà a colori e in bianco e nero andrà avanti anche negli anni ’80-’90 e 2000, regalando dei loro bei poster.

“Topolino” formato A5 a colori, ancora oggi è esistente. Ha regalato tante macchinine e aerei da montare di Topolino o di Paperino. Ha pubblicato i fumetti di Paperino”, “Pippo”, “Cip e Ciop”, “Gummi”, “Wuzzles”, “Aladino”. Negli anni ’90 è nato “Minni” giornalino dedicato alla fidanzata di Topolino, in formato A5 a colori. Ogni tanto regalava qualche bel segnalibro su Topolino, Paperino, La Sirenetta, Aladino, Timon e Pumbaa, Hercules…

“Willy coyote”: formato A 5, con pagine a colori e pagine in bianco e nero.

“Woody Woodpecker”: formato A5 a colori.

GIANNI SORU

 

FENOMENI & CARTOONS: VI RICORDATE “HEIDI”? L’AVEVA “DISEGNATA” HAYAO MIYAZAKI


 

hayao mijazaki

GUEST WRITER: GIANNI SORU

Nato il 5 gennaio del 1941, Hayao Miyazaki ha sempre disegnato bambini, e tutti con dei visi molto simpatici e paffuttelli; ha collaborato per la realizzazione di diversi cartoni animati:

“SALLY LA MAGA” del 1966, giunto in Italia nel 1981, ha riscosso un grandissimo successo. La piccola fata scende sulla Terra per conoscere gli uomini ed usa la magia solo a fin di bene. Vendutissimi il disco con la sigla cantata dai The Witch e dai Piccoli Cantori di Niny Comolli, la bambola, poster, puzzle, adesivo, card, portachiavi, pagina di quaderno, cartolina, segnalibro. Il fumetto è stato pubblicato su Cartoni in Tivù e Telefumetto.

‘La piccola Akko dai mille segreti’ del 1969, giunto in Italia nel 1984 con il titolo “LO SPECCHIO MAGICO”, ha riscosso un grandissimo successo. La piccola Stilly entra in possesso di uno specchio magico e pronunciando una parola magica può trasformasi in persone o animali. Vendutissimi il disco con la sigla cantata dai Cavalieri del Re, la bambola, le patatine, lo specchietto, maschera di carnevale, puzzle, disegni da colorare, la valigetta, card, portachiavi, pagina di quaderno, adesivo, cartolina, segnalibro. Il fumetto è stato pubblicato sul giornalino di Candy Candy.

‘La fantastica Hetchan’, del 1971, giunto in Italia con il titoloni “HELA SUPERGIRL”. La piccola bimba che può parlare con gli animali, compiere enormi salti e ipnotizzare le persone. La sigla è cantata da Nico Fidenco.

‘Lupin III’ (1 serie), del 1971, giunto in Italia nel 1979 con il titolo di “LUPIN III”, ha riscosso un enorme successo. Il buffo, furbissimo, abilissimo ladro che ruba i tesori più grossi, affiancato dal pistolero Goemon, dal samurai Jigen e dalla bella Fujiko. Vendutissimi i dischi con le sigle cantate dai Castellina Pasi e da Gli Amici di Lupin, anche i Cavalieri del Re e Giorgio Vanni gli hanno dedicato una sigla; poster, cartolina, segnalibro, vhs, magliette, giornalino con fumetto, album di figurine, adesivi, patatine, spille, portachiavi, pupazzetto, astucci, diari, quaderni, cartelle, tazze, disegni da colorare, card. Il fumetto è stato pubblicato su Cartoni in Tivù e su Japan Magazine.

‘Heidi la bambina delle Alpi’ del 1973, giunto in Italia nel 1978 con il titolo di “HEIDI”, ha riscosso un enorme successo. Una bambina di 5 anni vive assieme al nonno sulla montagna, suoi amici il cane Nebbia e il pastorello Peter. A  Francoforte conosce Clara, una bimba invalida. Vendutissimi il disco con la sigla cantato da Elisabetta Viviani, album di figurine, bambola, astucci, diari, quaderni, cartelle, libri, adesivi, caramelle, patatine, uova di Pasqua, ovetti di cioccolato, giornalino con fumetto, giornalino da colorare, dvd, magliette, palloni, palloncini, abito di carnevale, carta da lettera, gommine, matite, poster, gioco di società, puzzle, bolle di sapone, ciondolo, portachiavi, cartoline, salvadanaio, asciugamano, borsa, spille, bavaglino, fascia, orologio, segnalibro… Il fumetto è stato pubblicato sulle pagine di TV Junior.

‘Isamu, il ragazzo della selvaggia prateria’ del 1973, giunto in Italia nel 1982 con il titolo di “SAM RAGAZZO DEL WEST”, ha riscosso un grandissimo successo. Il ragazzo allevato dai peggiori banditi del West, deciderà di usare la sua grande abilità di pistolero a favore dei più deboli. Molto venduti il disco con la sigla cantata da Nico Fidenco, poster, dvd, disegni da colorare, pagina di quaderno, adesivo, cartolina, segnalibro.

‘Il cane delle Fiandre’ del 1976, giunto in Italia nel 1984 con il titolo “IL FEDELE PATRASH”. Il bimbo Nero trova assieme al nonno un cane maltrattato e picchiato, lo cura e il cagnone per sdebitarsi da una mano ai suoi nuovi padroni con il loro lavoro. La sigla è cantata da I Cuccioli.

‘12.000 km alla ricerca della mamma’ del 1977, giunto in Italia nel 1982 con il titolo di “MARCO”, ha riscosso un grandissimo successo. Marco non riceve più notizie sulla sua mamma che lavora in Argentina, decide così di andare alla sua ricerca assieme alla scimmiettina Peppino. Molto venduti il disco con la sigla cantato da Gli amici di Marco, album di figurine, fumetto, giornalino da colorare, bambola, puzzle, vhs, adesivo, cartolina, segnalibro. Il fumetto è stato pubblicato sulle pagine di TV Junior.

‘Anna dai tetti verdi’ del 1977, giunto in Italia nel 1980 con il titolo di “ANNA DAI CAPELLI ROSSI”, ha riscosso un enorme successo. Anna viene allevata da Matteo e Marilla, fratello e sorella, che han fatto richiesta per un bambino che potesse dargli una mano nei lavori, con loro sorpresa si ritrovano una bimba a cui piace tanto fantasticare. Vendutissimi il disco con la sigla cantato da I ragazzi dai capelli rossi, album di figurine, bambola, libro, giornalino con fumetto, giornalino da colorare, adesivi, astucci, diari, quaderni, cartelle, abito di carnevale, poster, vhs, gommine, puzzle, gioco di società, trasferelli, forbici, spilla, tappeto, cartolina, segnalibro… Il fumetto è stato pubblicato su La Banda, Cartoni in Tivù e Telefumetto.

‘Il procione Rascal’ del 1977, giunto in Italia nel 1985 con il titolo di “RASCAL IL MIO AMICO ORSETTO”. Sterling fa amicizia con un procione abbandonato, chiama questo orsetto lavatore  Rascal, si rivela un buon compagno, fedele e ubbidiente. La sigla è cantata da Cristina D’Avena.

‘Conan il ragazzo del futuro’ del 1978, giunto in Italia nel 1981 con il titolo di “CONAN”, ha riscosso un buon successo. Allevato su di un’isola deserta, si imbarca per andare alla ricerca di Lana, durante il suo viaggio incontrerà Jimpy, il capitano Deis, Mogli e il cattivo Leftca. Molto venduti il disco con la sigla cantato da Georgia Lepore, vhs, adesivi, maglietta, portachiavi, pupazzetto, pagina di quaderno, cartolina, segnalibro.

‘L’investigatore Holmes’ del 1984, giunto in Italia nello stesso anno con il titolo di “IL FIUTO DI SHERLOCK HOLMES”, ha riscosso un buon successo. Holmes è un cane detective, suo assistente è Watson, devono fermare tutti i furti commessi da Moriarity. Molto venduti il disco con la sigla cantato dai Complotto, libro, giornalino da colorare, gioco di società, puzzle, vhs, pagina di quaderno, adesivo, cartolina, segnalibro. Il fumetto è stato pubblicato su Il Giornalino.

Tra i suoi lungometraggi (film di animazione), son da ricordare:

“IL GATTO CON GLI STIVALI” del 1969, giunto in Italia nel 1988.

“NAUSICAA E LA VALLE DEL VENTO” del 1984, giunto in Italia nel 1991 in VHS. Nausicaa che ama tanto la natura dovrà combattere contro una giungla piena di malattie.

“IL CASTELLO NEL CIELO DI LAPUTA” del 1986, giunto in Italia nel 1991 in vhs. Pazu conosce Sheeta, una ragazza fuggita da un gruppo di militari in possesso di un ciondolo misterioso.

“IL MIO VICINO TOTORO” del 1988, giunto in Italia nel 2012. Due bimbe Satsuki e Mei, si trasferiscono nella casa di campagna, qui conoscono un folletto gigante visibile solo ai bambini.

“KIKI CONSEGNE A DOMICILIO” del 1989, giunto in Italia nel 2002. Kiki, piccola strega, di 13 anni fa un anno di apprendistato sulla terra presso una panettiera Osono consegnando il pane.

“PORCO ROSSO” del 1992, giunto in Italia nel 2012. Porco Rosso, ex pilota dell’aeronautica militare entra a far parte della banda chiamata “Mamma aiuto”, rapinano passeggeri e casseforti.

“I SOSPIRI DEL MIO CUORE” del 1995 giunto in Italia nel 2010 in dvd. Shizuku scopre che tutti i libri della biblioteca sono stati presi sempre dalla stessa persona, pensa che si tratti di Seiji un ragazzo che trova antipatico.

“PRINCIPESSA MONONOKE” del 1997, giunto in Italia nel 2000. Mononoke, una donna che vive con i lupi, dovrà aiutare Ashitaca che sta per essere divorato dal male.

“LA CITTA’ INCANTATA” del 2001, giunto in Italia nel 2003. Chichiro, 10 anni, si troverà in un luogo dove la gente pensa solo a mangiare, e si trasformeranno poi tutti dei maiali.

“IL CASTELLO ERRANTE DI HAWKLS” del 2004. Sophie riceve una maledizione da una strega che la fa diventare vecchia, conosce Howl, e viaggeranno nel castello volante di Howl.

“PONYO SULLA SCOLGLIERA” del 2008. Sosuke, bimbo di 5 anni, salva una pesciolina rossa, finita in un barattolo, Fujimoto, lo stregone del mare, contrasta l’amicizia tra la figlia e Sosuke.

“ARIETTY, IL MONDO SEGRETO SOTTO IL PAVIMENTO” del 2010 giunto in Italia in dvd. Sotto il pavimento di una grande casa vive Arietty, minuscola ragazza di 14 anni, viene vista da Sho un bimbo ammalato.

“LA COLLINA DEI PAPAVERI” del 2011, giunto in Italia in dvd. Due studenti Umi e Shun, si incontrano tra libri di scuola e traghetti che vanno e vengono sul mare.

“SI ALZA IL VENTO” del 2013, giunto in Italia nel 2014, un giovane che vorrebbe fare il pilota di aereo ma a causa della sua miopia viene scartato.

Tra gli inediti mai giunti in Italia “LA GRANDE AVVENTURA DEL PICCOLO PRINCIPE VALIANT”, “IL SEGRETO DELLA SPADA DEL SOLE”, “LA TRIBU’ DEL DESERTO”, “PIPPI CALZELUNGHE” (mai giunto a termine a causa dei diritti mai avuti), “IL CIRCO SOTTO LA PIOGGIA”, “IL RICCIO NELLA NEBBIA”, “SAMURAI GIANTS”, “LA REGINA DELLE NEVI”, “LA FATTORIA DEGLI ANIMALI”…

 

 

GIANNI SORU

FENOMENI / TUTTI PAZZI PER I CARTOONS IN RADIO E TV


I CARTOONMATTI

<Ueppaaaaaaa, ciao a tutti da Gianni!!!>. Questo è il saluto, radiofonico e televisivo, di Gianni Soru, giornalista, ha scritto per numerose riviste quali Japan Magazine, La Gazzetta della Martesana, Cudowny, Di Tutti i Colori, Il giornale di noi Ragazzi, Sogni concreti, Okay!, Solo TV, Scelta TV, Souvenir, Coriandoli, Il quaderno rosso… Al suo attivo oltre 1.000 articoli pubblicati. E’ stato il 1° in Italia ad aver intervistato amatissimi interpreti e autori delle sigle quali Albertelli-Tempera, Paola Orlandi, Douglas Meakin, Georgia Lepore, I Piccoli Cantori di Niny Comolli, Il Coro dei Nostri Figli di Nora Orlandi, i fratelli Balestra, Giampi Daldello, Massimo Dorati, Andrea Lo Vecchio… ed a riscoprire I Cavalieri del Re, Le Mele Verdi, Cristina D’Avena, Nico Fidenco, Oliver Onions…

10 anni fa vince la gara/concorso come più grande collezionista di cartoni animati in Italia (al suo attivo più di 2.000 pezzi); viene poi chiamato come ospite in numerosi programmi TV come La vita in diretta, Pomeriggio 5, I fatti vostri, Unomattina, G Day, Festa in piazza, Close up, Gente sulla crisi di nervi… prende parte anche in numerosi sketch televisivi come Bivio, Love bugs, La grande notte, Che tempo che fa, Quelli che il calcio, L’Italia sul 2, Italia allo specchio…e a vari spot tv.

Dal 2004 comincia a produrre riviste (l’unica persona in Italia a poter realizzare una testata da solo), Manga Club, Otaku, WooW (dove lancia i primi fumetti robotici made in Italy creati da Alessandro Kaiser Colombo), Caramelle in Festa, Colori, Bolle di Sapone, Very Special…

Dal 2009 comincia a produrre merchand sui cartoni animati come cartoline, calendari, album da colorare (Matite e pennarelli), segnalibri (Divertiti a ritagliare), adesivi (Gli adesivi di…), quaderni (Cartoonquaderni)…

Nel 2011 forma assieme al suo amico Gabriele Grosso il gruppo vocale dei Cartoonmatti. Gianni (con mansione di vocalist) commissiona a Gabriele le sigle da scrivere, dopo aver visionato il prodotto (idoneità del testo e della musica), le propone al discografico Alessio Primavesi, e segue poi l’incisione in sala di registrazione. Con loro la cantante Patrizia Cotroneo, per le voci fuori campo Gianni interpella Alessandro Colombo. Il prodotto viene poi terminato da Bruno Guerrini.

Ospiti già in diverse radio, hanno già inciso diverse sigle quali “Dolce Kyoko”, “Kyashan”, “Polymar”, “Zambot 3”, “Iridella”, occupando già la 1° e 3° posizione su I-Tunes; seguiranno poi quelle di “Astroboy”, “Gaiking”, “Popples”, “Isidoro”

I Cartoonmatti hanno anche prestato la voce ad alcuni personaggi dei fumetti animati di Alessandro Kaiser Colombo usciti in dvd, come “Gavarax”, “Darvatros Delta 7”, “Zeus Goltrum”, “La Papessa”.

Ora su Lombardia Channel (canale 651), va in onda il programma settimanale “Telecartoni” condotto da Gianni Soru e Sonia Tedeschi, parleranno di 5 serie di cartoni animati famosi per puntata, degli anni-‘70-’80-‘90 e 2000, Gianni commenterà il loro successo e mostrerà il merchand legato alla loro Lineacollezione come album di figurine, adesivi, dischi, poster, pupazzi, fumetti, cicche, caramelle, biscotti, brioche, patatine, ovetti di cioccolato, quaderni, libri, palloncini, cartoline, segnalibri, spille, magliette, maschere di carnevale, tovaglioli, card, portachiavi, tatuaggi, trasferelli, puzzle, calendari, calamite, giochi da tavolo, bagnoschiuma, bicchieri… Ad accompagnarli al pianoforte Gabriele Grosso che intonerà la sigla del cartone animato. I Cartoonmatti cantano anche la sigla del programma.

Invece su WebRadio Pianeta B (gestita da Capitano, il primo ad aver aperto una radio web sui cartoni animati), conducono il programma settimanale “Cartoonmatti Show”, ascolteremo, svelando le date TV di debutto dei cartoni animati, i dati di vendita dei dischi, le posizioni in classifica, le case discografiche e l’interprete, le sigle più famose, amate e cantate dal 1974 ad oggi. Anche la sigla radiofonica è cantata dai Cartoonmatti.

FENOMENI / MA QUANTE “SORPRESINE” IN QUEGLI OVETTI DI CIOCCOLATO!


sorpresine ovetti di cioccolato

Guest Writer: GIANNI SORU

Ormai in collezione da qualche anno, molto carine sono le sorpresine contenute negli ovetti di cioccolato. Tra i numerosi soldatini, bamboline, anellini, braccialetti, animaletti, aeroplani, macchinine, moto… ci sono anche i personaggi dei cartoni animati. Non sono tantissimi i personaggi a cui è stato dedicato un ovetto con sorpresa, ecco una lista di quelli più importanti.

All’arrembaggio”, regalava i loro mini personaggi. “Angel’s friends”, regalava i mini personaggi da montare. “Asterix”, regalava i suoi bei mini personaggi da montare. “Barbapapà”, regalava i suoi mini bellissimi personaggi o le lettere dell’alfabeto. “Ben 10”, regalava i mini personaggi da montare. “Bentornato topo Gigio”, regalava i suoi mini personaggi. “Beyblade”, regalava le loro mini trottole. “Braccio di ferro”, regalava i suoi mini personaggi da montare. “Calimero”, regalava i suoi bei mini personaggi da montare. Gli ovetti di Cartoon Network, regalavano i bellissimi mini personaggi da montare di “Johnny Bravo”, “Mucca e Pollo”, “Dexter’s lab”, “Leone cane fifone”, “Le Superchicche”. “Charlie Brown”, regalava i suoi bei mini personaggi anche quelli da montare. “Diabolik”, regalava i suoi mini personaggi. “Digimon”, regalava i loro mini personaggi. Gli ovetti Disney Animal Friends regalava i mini personaggi di “Dumbo”, “Bambi”, “La carica dei 101”, “Gli aristogatti”, “Lilli e il vagabondo”, “Simba”. Gli ovetti Disney Heroes regalava i mini personaggi “Peter Pan”, “Robin Hood”, “Aladino”, “Hercules”, “Tarzan”. Gli ovetti Disney Princess regalava i mini personaggi di “Biancaneve”, “La bella addormentata nel bosco”, “Cenerentola”, “Aladino e Jasmine”, “La Bella e la Bestia”. “Doraemon”, regalava i suoi bellissimi mini personaggi. “Dragon ball”, regalava i suoi mini personaggi. “Gli antenati”, regalava i suoi bellissimi mini pupazzetti da montare. “Gormiti”, regalava i loro mini personaggi. “Heidi”, regalava i suoi carinissimi portachiavi. “Hamtaro piccoli criceti grandi avventure”, regalava i loro mini bellissimi personaggi o i simpatici portachiavi. “Holly e Benji due fuoriclasse”, regalava i suoi mini personaggi. “I baby Looney Tunes”, regalava i loro bellissimi mini personaggi da montare. “I Cavalieri dello zodiaco”, regalava i loro mini personaggi o le pistole lancia dischetti. Gli ovetti dei Looney Tunes regalavano i bei mini puzzle o i simpatici mini pupazzetti da montare di “Bugs bunny”, “Gatto Silvestro”, “Duffy Duck”, “Willy coyote”, “Speedy Gonzales”, “Taddeo”, “Porgy Pig”. “I Puffi”, regalavano i simpatici mini puzzle, o i suoi bei mini pupazzetti da montare. “I Simspon”, regalava i suoi bei mini personaggi. “L’ape Maia”, regalava i suoi bei mini perrsonaggi. “L’orso Yoghi”, regalava i suoi bellissimi mini personaggi da montare. “L’Uomo Ragno”, regalava i suoi mini personaggi o i cappucci per le matite. “Let’s and go”, regalava le sue bellissime mini macchinine da montare. “La pantera rosa”, regalava i suoi mini personaggi da montare. “Magica Doremì”, regalava i suoi mini personaggi. “Mermaid melody principesse sirene”, regalava i loro simpatici tappi per matite. “Mew Mew amiche vincenti”, regalava i loro mini personaggi da montare. “Mirmo”, regalava i suoi bellissimi mini personaggi. “Naruto”, regalava i suoi mini personaggi. “Paperino”, regalava i suoi bei mini personaggi. “Peppa Pig”, regalava un bellissimo set di tanti adesivi, oppure i suoi mini personaggi. “Pokemon”, regalava i loro mini personaggi o i cappucci per le matite. “Pop Pixie”, regalava i loro mini personaggi da montare. “Scan 2 go”, regalava le loro bellissime mini macchinine. “Scooby doo”, regalava i suoi mini personaggi. “Spongebob”, regalava i suoi bei mini personaggi o i bei portachiavi. Gli ovetti dei Super eroi DC Comics regalavano i bei mini personaggi da montare di “Superman”, “Bat-man”, “Flash”, “Green Lanter”“Tartarughe ninja”, regalava i loro mini personaggi da montare o i tappi per le matite. “Topolino”, regalava i suoi bei mini personaggi. “Winx club”, regalava i loro mini personaggi da montare. “Winny the Pooh”, regalava i suoi bellissimi mini personaggi o i pendagli. “Witch”, regalava i loro mini personaggi. “Yu Gi Oh”, regalava i suoi mini personaggi o bei portachiavi.

GIANNI SORU

FENOMENI / 1984-2014: RIVIVIAMO I CARTONI ANIMATI DI TRENT’ANNI FA


1984-2014

di GIANNI SORU

Nel mese di gennaio 1984 “Godam” (Telereporter): la banda dei Go-Wapper, abili in arti marziali, sono i ragazzi che guidano 5 navicelle ed il potente robot Godam, e lottano contro il popolo dei  Tronger.

Il Tulipano nero” (Italia 1): Simone vive nella Parigi del 17° secolo, di sera veste i panni di Stella della Senna, assieme a Robert che è il Tulipano nero, difendono i poveri dalla prepotenza dei ricchi:

Masters i dominatori dell’universo” (Retequattro): ad Eternia, vive il principe Adam, che grazie ad una spada può diventare He-Man, l’uomo più forte dell’universo, lotta contro il malvagio Skeletor che vuole conquistare il castello di Grayskull.

Nel mese di marzo “Goldie Gold” (Retequattro): la bellissima e miliardaria Goldie vive nel 20° secolo, gestisce un giornale e si diverte a fare la detective usando apparecchi supertecnologici.

Giatrus il primo uomo” (Retequattro): vive nell’era preistorica assieme a mamma e papà, e in maniera molto comica deve cercare di sopravvivere procurandosi il cibo. Avrà a che fare con dinosauri di ogni tipo.

Muteking” (Telereporter): i 3 fratelli Piovra in maniera molto divertente vogliono conquistare la terra, a sfidarli è Lynn, che può diventare Muteking, beniamino mascherato che si muove sui pattini a rotelle.

Nel mese di maggio “Ugo il re del judò” (Telereporter): Ugo si trasferisce dalla campagna alla città di Tokio per praticare lo judò, tutte le volte che ascolta la musica si ritrova a ballare in mutande.

Nel mese di giugno “Il fedele Patrash” (Rai): il bimbo Nero vive nelle Fiandre assieme al nonno, salvano il cane Patrash dalla cattiveria del suo padrone, il cagnone per sdebitarsi darà una mano ai suoi due nuovi padroncini.

Nel mese di luglio “Brygher” (Italia 1): alla base Yota 9, i Cosmo Rangers difendono la terra con il loro robot Brygher, dagli attacchi del re Kramen e Kramen.

Nel mese di settembre “Lo specchio magico” (Italia 1): Stilly è una bambina di 10 anni, entra in possesso di uno specchietto magico, e grazie ad una parola magica può trasformarsi in persone o animali.

C’era una volta Pollon” (Italia 1): vive sul monte Olimpo, assieme a tanti altri dei il papà Apollo, lo zio Zeus, e la zia Era, Afrodite….; il suo sogno è quello di diventare una dea a tutti gli effetti, ma sa combinare solo tanti pasticci. Suo miglior amico è Eros, il dio dell’amore.

Georgie” (Italia 1): vive in Australia del 18°simo secolo, e viene adottata dalla famiglia Buttman, i suoi due fratelli Abel e Arthur, crescendo, si innamorano di lei. Georgie scoperta la verità, vuole andare alla ricerca delle sue origini a Londra.

Nanà supergirl” (Italia 1): il giovane scienziato Leonetto, fa apparire, non si sa da dove, al ragazzina Nanà, che ha dei super poteri come volare, udire suoni lontani o teletrasportarsi, Leonetto vuole approfittare di questi suoi super poteri per poter fare soldi, ma non ne azzecca una.

Nel mese di ottobre “Zorro” (Euro TV): Don Diego è un ricco gentil uomo, di notte mette la mascherina nera, il mantello nero, il cappello nero e si fa chiamare Zorro, con la sua spada porta giustizia ai più deboli.

Super robot 28” (Telecity): il 28’esimo esperimento riuscito è un robot, in grado di aiutare gli esseri umani, a guidarlo è il bimbo Shotaro che lo può pilotare grazie ad una valigetta computer.

Mademoiselle Anne” (Euro TV): Anne Hanamura deve sposare, contro la sua volontà, il bello, nobile e gentile Shinobu e per questo andrà a vivere presso la sua casa dove le verranno insegnate le buone maniere.

Là sui monti con Annette” (Italia 1): Annette ha 10 anni, vive in montagna a casa degli zii, ha perso i genitori e deve occuparsi del fratellino piccolo Daniel. Suo miglior amico è Luciel.

Nel mese di novembre “Il fiuto di Sherlock Holmes” (Rai): Londra, fine 1800, Holmes è un cane detective, affiancato dal suo amico Watson, da la caccia al grande ladro Moriarity.

Nel mese di dicembre “Coccinella” (Euro TV): orfana di entrambi i genitori, vive in una grossa casa assieme agli altri suoi 6 fratelli e sorelle, a due cani, un gatto, un maialino ed una paperella.

Il cucciolo” (Rai): Jody Baxter, bimbo di 11 anni, vive in Florida assieme alla sua famiglia poverissima. Il bimbo fa amicizia con un cucciolo di cerbiatto, anche lui rimasto orfano e chiede ai genitori se può tenerselo.

Il giro del mondo di Willy Fog” (Italia 1): Willy Fog è un leone che vive in Inghilterra, scommette assieme ai suoi amici che riuscirà a compiere il giro del mondo in 80 giorni, nella sua impresa il criceto Tico e la bella Romy.

 

 

GIANNI SORU

FENOMENI/ RIVISTE E GIORNALINI CON PAGINE DA COLORARE


 GIORNALINI DA COLORARE

di GIANNI SORU

Tra le cose più divertenti da fare è quello di poter colorare, con i pennarelli o con le matite, i personaggi dei cartoni animati. Tanti i personaggi (ma non molti), hanno avuto il loro giornaletto personale da colorare; tra i più gettonati ci sono stati quelli di “Animaniacs”, “Anna dai capelli rossi”, “Belle e Sebastien”, “Bia la sfida della magia”, “Calimero”, “Candy Candy”, “Charlotte”, “Braccio di ferro”, “Daitarn 3”, “Digimon”, “Dora l’esploratrice”,  “Dragon ball” (proposto negli anni 2000), “Goldrake”, “Flo la piccola Robinson”, “Gli antenati”, “Gli orsetti del cuore”, “Hamtaro piccoli criceti grandi avventure”, “Heidi” (riproposto poi anche negli anni 2000), “Holly e Benji due fuoriclasse” (usciti anche negli anni 2000), “I Looney Tunes”, “I baby Looney Tunes”, “I Cavalieri dello zodiaco”, “I favolosi Tiny”, “I Puffi” (riproposti anche negli anni ’90), “Iridella”, “Il grande Mazinga”, “Jeeg robot”, “La pantera rosa” (riproposti anche negli anni 2000 con il pennarello magico), “La principessa Sissi”, “L’ape Maia” (riproposti anche negli anni 2000), “L’incantevole Creamy”, “L’orso Yoghi” (riproposti poi anche negli anni 90 e 2000 con il pennarello magico), “Lady Lovely”, “Lady Oscar”, “Magica Doremì”, “Mazinga Z”, “Mirmo”, “Topolino” (riproposti poi anche negli anni 80), “Paperino” (riproposti poi anche negli anni 80), “Pokemon”, “Remì le sue avventure”, “Scooby doo” (riproposti poi anche negli anni 2000 con il pennarello magico), “Spongebob”, “Tartarughe ninja alla riscossa”, “Tom and Jerry” (riproposti anche negli anni 90 e 2000 con il pennarello magico), “Vola mio Miniponi”, “Winx club”…

Nel 1988-1989, usciranno tantissime riviste per colorare i personaggi dei cartoni animati, e si chiameranno <Colora>, <Ciao Amici Colora>, <Bravissimi Colora>, <Fantastico Colora>, <Cartoni in Tivù Colora>, <Cartonissimi>… la cosa davvero bella di queste riviste è che si potevano trovare più personaggi diversi ed erano davvero tanti i soggetti in questione come:  “Angie girl”, “Arrivano i superboys”, “Baldios”, “Capitan Futuro”, “Capitan Harlock”, “Carletto”, “Pollon”, “Chappy”, “Coccinella”, “Devil man”, “Evelyn”,  “Gackeen”, “Gatchaman”, “Georgie”, “Getta robot”, “Gigi la trottola”, “Gli gnomi delle montagne”, “Gli Snorky”, “Sandybell”, “Hilary”, “Polymar”, “Fiorellino”, “I predatori del tempo”, “Il dottor Slump e Arale”, “Il magico mondo di Gigi”, “Il tulipano nero”, “Isidoro”, “Jenny la tennista”, “Ken il guerriero”, “Kiss me Licia”, “Kyashan”, “L’Uomo Tigre”, “Annette”, “Lady Oscar”, “Lalabel”, “Lamù”, “L’ape Magà”, “Lo specchio magico”, “Lulù”, “Lupin III”, “Mademoiselle Anne”, “Magica m agica Emi”, “Memole”, “Mila e Shiro”, “Mimì e le ragazze della pallavolo”, “Mimì e la nazionale di pallavolo”, “Occhi di gatto”,  “Pollyanna”,  “Ransie”, “Sampei”, “Sandy”, “Space robot”, “Starblazers”, “Starzinger”, “Superauto mach 5”, “Tekkaman”, “Yattaman”…

Verso la fine degli anni ’90 e per tutti gli anni 2000 usciranno nuovi generi di giornalini da colorare, ovvero quelli con il pennarello magico. Ripassando sui puntini già predisposti sul disegno, con un solo pennarello, neutro, potevano comparire diversi colori.

Negli anni 2000 si aggregheranno anche le testate di <Hanna e Barbera Colora>, che contiene i personaggi inventati dalla celebre coppia come “Tom and Jerry”, “L’orso Yoghi”, “Braccobaldo”, “Ernesto sparlesto”, “Svicolane”, “Top cat”, “Pixie e Dixie”, “Scooby Doo”, “Dustardly e Muttley”…; la Disney lancia <Colora le principesse> e ci sono le sue “Biancaneve”, “Cenerentola”, “La bella addormentata”, “Ariel” la sirenetta, “Jasmine” di Aladino, “Belle” della Bella e la Bestia, etc… Gianni Soru invece lancia <Matite e Pennarelli>, un album con tanti personaggi inediti inventati da lui, che possono essere animaletti, bambini o personaggi fantasy.

GIANNI SORU

FENOMENI: IN VIAGGIO NELLE RIVISTE PER RAGAZZI DEGLI ANNI ’90


RIVISTE ANNI 90

di GIANNI SORU

Le riviste contenitore sono quelle riviste che trattano diversi argomenti come la posta, interviste, articoli vari e pubblicano anche diversi fumetti. Alcune di queste riviste prendono spunto per il nome da un personaggio che ha avuto successo. Negli anni ’90 molte riviste chiuderanno e diverse ne apriranno, ma quasi nessuna rimarrà nella storia delle riviste di settore, e le vendite saranno molto basse, nulla a che vedere con quelle avute negli anni precedenti. Vediamo quali sono state le riviste più lette, famose ed amate degli anni ’90.

JAPAN MAGAZINE: mensile e poi quindicinale, nata nel 1991 da un’idea di Gianni Eusebio, nel formato A4, chiude nel 2005 nel formato A5. Sarà la rivista più famosa ed amata degli anni ’90. Pubblicherà vari fumetti di cartoni animati anche inediti. Questa rivista ha regalato tanti bellissimi poster, e poi adesivi, vhs e carte da gioco.

BUNNY BAND: mensile formato A4, nasce nel 1991 e termina nel 1998, formato A4, nasce legato al cartone animato de “I favolosi Tiny” ed oltre a pubblicare il loro fumetto, pubblica pure quelli di “Bugs bunny”, “Gatto Silvestro”, “Duffy Duck”, “Willy il coyote” e degli “Animaniacs” (tutti disegnati a mano). Quasi sempre in regalo un poster dedicato ai Tiny Toons.

TIRAMOLLA: mensile nato in bianco e nero negli anni ’60, riprenderà a colori nel 1990 sempre in formato A5, cesserà nel 1992, seguendo i programmi di Junior TV, pubblicherà diversi fumetti inediti come ‘Tiramolla’ (protagonista a cui è dedicato il giornalino), ‘Pugacioff’, ‘Re di Picche’ e ‘L’ispettore Bobop’. Questa rivista dedicherà diversi articoli sui cartoni animati.

PAPEROTTI: formato A5, mensile, nasce e termina nel 1994, otterrà un discreto successo. Pubblicherà i fumetti dei cartoni animati di “Braccio di ferro”, “La pantera rosa” e “Betty Boop” (tutti disegnati a mano) e di “Leo’Pard”.

IL CORRIERINO DI BARBARA: rivista mensile in formato A4, con buon successo, nata nel 1994, cesserà nel 2001. Pubblicherà diversi fumetti dedicati ai cartoni animati (tutti disegnati a mano) come “Olivia” (di Braccio di Ferro), “La pantera rosa”, “I Puffi”, “Calimero”, “Sailor Moon” (con scene originali della TV), “Garfield” e “La banda di Monica”. Ha dedicato alcuni servizi ai cartoni animati.

KAPPA: rivista mensile in bianco e nero in formato A5, nasce nel 1992, cesserà nel 2002, ha riscosso un buon successo. Ha pubblicato i fumetti di cartoni animati inediti come ‘Oh mia dea’, ‘Calm Breaker’, ‘Compiler returns’, ‘Mille demoni’, ‘Office Rei’, ‘Exaxxion’, ‘Genzo’, ‘Narutaru’, ‘Aiten Myoo’…

MANGA: rivista mensile in bianco e nero in formato A5, ha riscosso un buon successo, nasce nel 1992 e termina nel 2002. Ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati di: “L’invincibile ninja Kamui”, “Lamù”, “Ranma ½”, “Patlabor” (tutti disegnai a mano). Ha dedicato un centinaio di servizi sui cartoni animati.

AMICI: formato A5 in bianco e nero, nasce nel 1997 e termina nel 1998. Ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati (tutti disegnai a mano) di “Mademoiselle Anne”, “L’incantevole Creamy”, “Sailor Moon”, “E’ un po’ magia per Terry e Maggie”, “Lisa e Seya un solo cuore per lo stesso segreto”.

COMIX: nata nel 1990 e terminata nel 1995, in bianco e nero formato A3. Ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati di “Cattivik”, “Garfield”, “Grimmy”, “Mafalda”, “Mordillo” (tutti disegnati a mano) ed ha pubblicato anche tanti fumetti inediti come ‘Taxi girl’, ‘Ava’, ‘Alice a quel paese’, ‘Palmiro’, ‘Cowboy Henk’, ‘Bizzarro’, ‘Jazzamentos’,  ‘Il santo coccodrillo’, ‘Il gatto’, ‘Le crociate’…

Ricordiamo anche altre riviste che non hanno avuto molta fortuna, ma che erano comunque molto carine, tutte nate da fanatici del settore, trattavano esclusivamente serie giapponesi, tutte mensili, in formato A5, alcune a colori, altre in bianco e nero, duravano 1, 2, o 3 anni.

YAMATO (1990-1994), CARTOON VIDEO AND COMICS (1992), ANIMANIA (1997-2000), MANGA CLASSIC (1997-2000), STRIKE (1997-2000), UKIYO (1997-2000), JAPAN TIME (1998-2000), LAMUNE (1998-2002), LODOSS MAGAZINE (1998-2001), NIPPON MAGAZINE (1998-2000), TAKO-SAN (1999-2000), MY ANIME (1999-2002).

GIANNI SORU

FENOMENI/ SIGLE TV: MA VI RICORDATE DEI “SANREMINI”?


I SANREMINI

Di GIANNI SORU

Un gruppo di bambini ‘celebri’ che ha inciso tante classiche canzoncine per bambini. Nati nel 1970, sono stati diretti fino al 1990 da Ornella Bazzini. Il gruppo nasce per far riscoprire e conoscere ai bambini, le celebri canzoncine che tutti ormai conosciamo e cantiamo ai nostri figli o che loro stessi cantano quando giocano con i loro amichetti. I Sanremini hanno inciso tanti 45 giri come <Madama Dorè> che faceva così “Oh quante belle figlie Madama Dorè, oh quante belle figlie. Se son belle me le tengo Madama Dorè, se son belle me le tengo…”; la celeberrima <Le belle statuine> che diceva  “Le belle statuine d’oro e d’argento, sono il monumento della città. Io sono la regina, che vado a governare, e tu sei piccolina, e sotto devi stare (e sotto devi stare)…”; oppure la classica <Oh Susanna> “Dall’Alabama vengo ed ho il benjo qui con me, sto andando in Louisiana in cerca del mio amor. La notte in cui partii c’era il sole su nel ciel,  no non piangere Susanna no non piangere per me…”; la celeberrima <La bella lavanderina> che fa: “La bella lavanderina che lava i fazzoletti per i poveretti della città…”; e ancora la celebre conta <Ambaraba ciccì coccò> che fa “Ambarabà Ciccì Coccò, tre civette sul comò, che facevano rumore nella casa del fattore, il fattore s’ammalò, Ambarabaà Ciccì Coccò, Ambarabà. Ambarabà. Ambarabaà Ciccì Coccò…”; e tante altre come <Apelle>, <All’asilo no no no>, <Le ochette>, <Pinco Pallino>,  <Risotto allo zoo>, <Cin Cin Ping Pong>, <Kansas City>, <La mucchetta colorata>, <Il violino magico>,<Il codino del topino>,  <Iho Miao Bau Cip>, <I giorni della settimana>, <Bovi Bovi dove andate>…

Ma questi 45 giri spesso erano anche il retro di qualche sigla già nota da loro ricantata, sì, perché il mini gruppo vocale era specializzato nel fare le cover di grandi successi, per sigle di cartoni animati o telefilm come ‘La famiglia di Barbapapà’, ‘Orzowei’, ‘Furia cavallo del west’, ‘Pinocchio perché no?’, ‘Kum Kum’, ‘Peline story’, ‘La canzone di Paul’, ‘John e Sofami’ etc…

Per la TV hanno piazzato 2 sigle, tra cui <Le avventure di Mari Rosa>  (la più celebre, è del 1976) fu il jingle per la pubblicità della bimba che sponsorizzava il lievito Bertolini e che faceva così: “Brava brava Mariarosa ogni cosa sai far tu, qui la vita è sempre rosa solo quando ci sei tu…” altro jingle è stato quello de <Il paese dell’incontrario> (del 1976) che faceva così “Ma che paese straordinario, è il paese dell’incontrario, dove sia non si sa. Io lo so ma non lo dico…”; poi hanno piazzato 2 sigle per 2 programmi TV nel 1980 <Bolle il pentolone> (dal programma omonimo) e <Che cosa c’è papà> dal programma Occhio per Occhio.

Invece tra gli inediti hanno dedicato canzoncine a celebri personaggi come <Pinocchio>, <Ma Tarzan cosa fai> al celebre telefilm <La casa nella prateria> “Io sogno una casa nell’immensità, dei pascoli senza confin. Dove il bufalo va nella sua libertà, dove il cielo è sempre più blu…”;  <Sandogatt> è una parodia del celebre Sandokan che fa così “Sandogatt (miao). Sandogatt (miao). E’ in arrivo il flagello dei rat. Sandogatt (miao). Sandogatt (miao) E’ in arrivo il flagello dei rat…”; <W le bambine> è dedicata a tutte le femminucce che fa così “Evviva le bambine indipendenti. Abbasso i maschietti prepotenti. Evviva le bambine stavolta tocca a noi, non siamo le regine dei lavandini tuoi…”; invece <W le comiche> è una canzone dedicata ai film muti che fa così: “W le comiche le pazze comiche che ridere ci fanno a crepapelle. Oh quanto ridere come divertono vederle noi vogliam…”; e poi è da ricordare <Teleimbranato>, una canzoncina incisa nel 1981 e dedicata ai personaggi dei cartoni animati e che faceva così: “Io rimango qui ci sto tutto il dì, c’è Remì, Peline e poi Mazinga, Candy e Tekkaman e Megaloman con Arsenio Lupin e Zenigata, dopo Heidi c’è Gozzilla che si batte con un gran gorilla. Non mi muovo più viva la tv non ho proprio il tempo per studiare…”.

Questo divertente e simpatico mini compleanno ha inciso anche diversi album dover raccoglievano le loro canzoncine o le cover di cartoni animati.

GIANNI SORU

FENOMENI / DAI “CARTOONS” ALLE SIGLE TV: GIANNI SORU RISPONDE ALLE VOSTRE DOMANDE


In questi anni sono giunte diverse email indirizzate a Gianni Soru, autore di centinaia di articoli apparsi su Internet ed anche su questo Blog, su argomenti molto cari a tutte le generazioni. Ne approfittiamo ora per rispondere alle vostre domande.

PRIMA PARTE

<Mi piacerebbe poter conoscere di persona Gianni Soru per poterlo ringraziare. Di cosa? Beh, sei stato il primo ad aver ‘riportato’ alla luce, e fatto ‘conoscere’ chi si celava dietro a grandi sigle come i mitici Albertelli e Tempera, la favolosa Paola Orlandi, lo straordinario Douglas Meakin (dei Superobots e Rocking Horse), poi i bravissimi fratelli Balestra e gli intramontabili Cavalieri del Re e tanti altri. Hai aperto un mondo a siti internet, programmi TV e altri. Sei un pioniere. Un abbraccio forte da Simona>.

<Messaggio per il mitico Gianni Soru, mi chiamo Marco, da anni seguo e leggo i tuoi numerosi articoli che appaiono ovunque. Aspetto di poterti conoscere di persona. Marco>.

<Una domanda, ma Gianni Soru è lo stesso che scriveva per Japan magazine e Manga club? Per me sei un fenomeno, perché hai aperto e scoperto strade nuove sul mondo dei cartoni animati e sigle, e poi tanti altri hanno seguito le tue orme. Complimenti vivissimi da Susanna ‘75>.

<Ricordo bene, erano i primi anni ’90 e sui giornali iniziarono a sbocciare articoli sui cantanti delle sigle, ricordo JM (mitica rivista!), Di tutti i colori, Il giornale di noi ragazzi, Manga Club (grandiosa!) … e poi su Internet. Erano tutti firmati da te: Gianni Soru. Sei stato il primo a svelare questi reconditi ed ad illuminarci su tante cose. Sei un mito! Davide>.

<Mi piacciono molto le interviste che facevi sugli interpreti sigle (adoro quelle fatte ai I Cavalieri del Re). Grazie a te adesso li possiamo ascoltare e vedere anche ai concerti. Barbara>.

<Davvero molto belli e interessanti gli articoli dedicati a chi cantava le sigle, alle case discografiche ed ai giocattoli. Bisogna ammetterlo Gianni: arrivi prima di tutti. Arrivi dove nessuno ci ha mai pensato. Senza fare commenti personali o obiettivi. Davvero molto bravo e professionale. Elena>.

<Gianni! Gianni! Gianni! Non finisci mai di sorprendermi, non ci conosciamo, ma tu ormai sei diventato un PERSONAGGIO per tutti noi fanatici di cartoni animati. Ivan M.>.

<Molto belli gli articoli sugli interpreti delle sigle. Sempre diversi e dici sempre cose nuove. Mi sono piaciuti molto anche i tuoi articoli sul merchandising. Un salutone da Luca ‘80>.

<Partiamo dalle Origini. Tutto è cominciato con il Fantastico Gianni Soru. E a te che devo dire grazie, se adesso non dobbiamo sorbirci più Cristina D’Avena, ora possiamo ascoltare tutti i nostri mitici idoli delle sigle anni ’70 e ’80 come I Cavalieri del Re, Douglas Meakin, Tempera e Albertelli, Le mele verdi, e altri ancora che si esibiscono in concerti in giro per l’Italia. Tutto è partito da te, che ci hai illuminato con i tuoi articoli su queste fantastiche persone che si ‘nascondevano’ dietro a sigle storiche, bellissime, indimenticabili e intramontabili. Grazie! Grazie! E ancora grazie! Mario>.

RISPOSTA

“E’ vero, Gianni Soru è stato il primo in Italia ad aver pubblicato, ‘svelando’ molti segreti e dando bellissime notizie sugli interpreti delle sigle. I suoi articoli sono stati pubblicati all’inizio degli anni ’90 (fino ad oggi) su numerose riviste (Japan Magazine, La Gazzetta della Martesana, Cudowny, Di Tutti i Colori, Il giornale di Noi Ragazzi, Manga Club, Souvenir, Solo TV, Al Bazar, Okay, Scelta TV, Woow….). Gianni ha anche aiutato molti nel realizzare nuove interviste. Ancora oggi Gianni scrive per molti, e da quasi 10 anni fa… TV (ospite in tanti programmi tv, ha fatto anche tanti sketch e diverse pubblicità come Sky, Trenitalia, Costa Crocere, Vodafone, Infostrada, Valleverde, maglie Ragno etc…), produce riviste e si occupa di merchand sui cartoni animati”.

SECONDA PARTE

“Ho una domanda da fare, Gianni Soru è lo stesso ragazzo che si è visto varie volte in TV?. Grazie. Thomas>.

<Il ragazzo che firma gli articoli e che si vede spesso in Tv, sono la stessa persona?. Ely>.

<Ricordo di aver visto Gianni Soru in alcuni programmi dove mostrava la sua collezione, volevo sapere perché non fa una grande esposizione anche per il pubblico. Per noi appassionati sarebbe una bella cosa. Ciao Fabbry>.

<Mi chiamo Patrizia, ho 35 anni e mi piacciono molto i cartoni animati. Ho anche i segnalibri e gli adesivi di Gianni Soru, e volevo fargli una proposta (non è indecente, non preoccupatevi), sai fare delle cose (e anche tante), molto bene, ti ho visto pure in tv diverse volte, perché non fai una bella mostra di tutto il materiale che hai (e se ho visto bene, ne hai davvero tanto!!!). Sai quanta gente verrebbe a vederla? Io ci sarei. Pensaci. Ciao da Patrizia>.

<Gianni, ha mai pensato di scrivere un libro? La sua conoscenza sul mondo dei cartoni animati è vastissima, potrebbe dire cose che nessuno ha ancora pubblicato. Claudia>.

<Volevo chiedere al caro Gianni Soru, qual è la sua serie tv preferita. Ogni volta che gli viene chiesto in tv non nomina mai un titolo. G. Marco>

RISPOSTA

“Chi firma gli articoli e chi avete visto in TV è sempre Gianni Soru, lo stesso che avete visto in numerosi programmi TV come ospite a Close up, Gente sull’orlo di una crisi di nervi, I Fatti Vostri, Incredibile, Pomeriggio 5, La Vita in diretta, G Day…; ed anche in diversi sketch tv The Club, Quelli che il Calcio, Bivio, L’Italia sul 2, Festa in Piazza, Lista d’attesa, Italia allo specchio, Vieni via con me… e altri ancora. Son sempre opera sua i numerosissimi articoli che vedete anche su Internet. A Gianni è stato già chiesto più volte di fare una mostra, un’esposizione della sua collezione, e di scrivere libri, ma per ora continua a rifiutare queste offerte. Gianni ha seguito più di 700 serie di cartoni animati, ma gli piacciono tutti nello stesso modo. Non ha una preferenza”.