FROSINONE: LA GRANDE ATTENZIONE DEI MEDIA PER “TUTTI INSIEME PER FARE…RETE!”


Davvero ampia l’attenzione che i media stanno riservando all’evento “Tutti insieme per fare…Rete!” promosso a Frosinone dall’Istituto Comprensivo Frosinone 4 con I Quindici al termine di un percorso che ha visto gli allievi lavorare e riflettere sui libri “Oggi mi faccio un goal!”! e “Pronto? Sono il librofonino” di Roberto Alborghetti (con illustrazioni di Eleonora Moretti). Momento centrale della bellissima manifestazione è stato quella della firma, da parte di tutti gli alunni, del “patto” per l’uso consapevole e sicuro del web, così come scritto e riportato nelle pagine finali de “LamiAgenda 2017/18” il cui tema era appunto dedicato alle nuove tecnologie e alla navigazione responsabile nel web. L’iniziativa ha avuto ampia eco su giornali e siti web. Un ampio servizio è stato dedicato anche dal TG Rai Lazio. Ecco qui sotto le pagine de La Ciociaria, L’Inchiesta e La Provincia.

Per info e contatti: sandinipaolo@gmail.com

 

UN FIORE PER VOI, CESENATICO 2015 : GUARDA E SCARICA IL VIDEOCLIP DELL’EVENTO… DA NON PERDERE!


*

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

DAL NOSTRO INVIATO MASSIMILIANO A CESENATICO, “CITTÀ RICCA DI EMOZIONI E POESIA”


6

Massimiliano Toscano premiato dal sindaco di Cesenatico dott. Roberto Buda; insieme nella foto: il papà, avv. Roberto Toscano, e Elvezio Briccolani, presidente della Cooperativa Rose e Fiori di Bagnacavallo (RA).

 

 

 Guest writer: MASSIMILIANO TOSCANO

Il 27 settembre mi sono recato a Cesenatico con la mia famiglia avendo vinto un concorso di poesia in onore della festa dei nonni: “Un fiore per voi”.

Appena la professoressa mi ha comunicato che ero uno dei premiati, mi sono sentito pieno di gioia. L’attenzione che la nostra insegnante dedica alla poesia è speciale e, grazie a lei, stavo per vivere, come già sapevo, un’esperienza indimenticabile. Le mie due sorelle vi avevano già partecipato in passato,  io da spettatore e non come  vincitore, per cui non vedevo l’ora che arrivasse il giorno della partenza…

Non ero in me, ero troppo felice, ma la felicità non compensava il lunghissimo e noiosissimo viaggio. Tentavo di ammazzare il tempo in qualsiasi modo: film, musica, radio… ma il tempo non passava mai. Dopo cinque interminabili ore, siamo arrivati a Cesenatico. Ci è apparso Porto Canale. Era stupendo! Le barche con le vele spiegate, colorate di vividi colori: rosso, giallo, arancio… mi facevano pensare al passato e al fatto che probabilmente anche Leonardo da Vinci, che ha progettato il canale, fosse stato ammaliato da quelle stesse vele nel lontano 1502.

Alla manifestazione non mancava nessuno, dal conduttore dott. Roberto Alborghetti al sindaco di Cesenatico, ai vincitori e docenti, le famiglie, gli ospiti, una lettrice per le poesie premiate e persino un corpo di ballo che allietava la serata.

Le prime poesie sono state lette e il mio cuore andava più veloce di una locomotiva. Toccava a me! Ero emozionato e un po’ impaurito. Sono corso dietro le quinte, ma … qualcosa dentro di me era cambiato. All’improvviso mi sono sentito pervadere da un senso di tranquillità e di calma  come se fossi fuori dal mio corpo, come se stessi vivendo ancora una volta l’esperienza da spettatore…  L’applauso mi ha catapultato felice sul palco illuminato, tra la gente che mi osservava, con mio padre accanto, orgoglioso di me, e il sindaco che mi premiava.

Devo aggiungere che è stata ancora più intensa la gioia vissuta quando una giuria di ragazzi, che dava un premio speciale ad alcuni dei vincitori già selezionati, ha scelto la mia poesia, regalandomi un mp5 con auricolari. Ero contento e pensavo a tutti coloro a cui avrei raccontato le preziose emozioni che avevo raccolto come un tesoro.

Massimiliano Toscano

Ics Cassano-De Renzio

Bitonto Bari

“15° UN FIORE PER VOI NONNI”/IL SINDACO DI CESENATICO ROBERTO BUDA: “LA CITTA’ VI ATTENDE CON GIOIA”


 

Il sindaco di Cesenatico dott. Roberto Buda sul Porto Canale disegnato da Leonardo Da Vinci, cuore della città.

Il sindaco di Cesenatico dott. Roberto Buda sul Porto Canale disegnato da Leonardo Da Vinci, cuore della città.

Il Porto Canale di Cesenatico è ancora più bello e suggestivo visto dalla sede del Municipio, proprio dalla finestra dello studio del sindaco dott. Roberto Buda. L’angolatura sembra perfetta, si scorgono le imbarcazioni antiche e moderne, se ne ammirano le splendide vele, si notano i locali e gli esercizi pubblici dove la gente ama incontrarsi, si vedono il ponte – che si trova a pochi metri dalla casa natale del grande poeta Marino Moretti – e la chiesa di San Giacomo, la cui facciata si specchia nelle acque dell’antico e storico Porto Canale disegnato da Leonardo Da Vinci.

Il sindaco di Cesenatico, dottor Roberto Buda, ha subito parole di grande calore per “Un Fiore per Voi”, alla sua XIV edizione, promossa per l’annuale “Festa dei Nonni”, che vedrà giungere nella bella città della Riviera i mini poeti che hanno scritto le più belle poesie per i nonni. Anche quest’anno l’evento al Teatro Comunale (sabato 27 settembre, ore 21) è sostenuto e patrocinato dal Comune cesenaticense, che ha aderito con grande simpatia  alla proposta di Okay!

Ci dice il sindaco: “E’ sempre per tutti noi una gioia ospitare questa iniziativa che, oltre a segnalarsi per il clima di festa, ha una  valenza educativa la cui forza ci stupisce ogni anno di più. E’ una forza che traspare dagli stessi contenuti delle poesie, sempre molto commoventi e profondi, e dall’entusiasmo e dalla partecipazione dei docenti e dei genitori degli alunni. In un momento, come l’attuale, in cui sta venendo sempre meno la propria identità culturale, la propria appartenenza a valori che hanno costituito la nostra storia, appare fondamentale riportare l’attenzione sull’importanza dell’educazione. Ecco, questa iniziativa che fa dialogare le generazioni attraverso il mondo della scuola, risponde a questa esigenza di ritrovare le nostre radici culturali in modo da poter progettare il nostro cammino futuro”.

Il sindaco di Cesenatico Roberto Buda con l'assessore ai Lavori Pubblici   Antonio Tavani  sullo sfondo del bellissimo Porto Canale leonardesco.

Il sindaco di Cesenatico Roberto Buda con l’assessore ai Lavori Pubblici Antonio Tavani sullo sfondo del bellissimo Porto Canale leonardesco.

Dialogare con le generazioni precedenti, con i nonni, è  fondamentale: è una presa di coscienza personale ed un modo per non disperdere il patrimonio di valori che ogni comunità esprime. E’ anche un modo per dare qualità ai gesti quotidiani e a trasformare la vita di tutti i giorni. A questo proposito il dott. Roberto Buda cita una frase di Don Bosco: “Fate quello che potete. Dio farà quel che non possiamo fare noi”. Dunque, è un invito anche al fare e all’agire, in tutti i campi della vita e dell’espressione umana.

Portano dunque lontano, nella riflessione, i contenuti dell’evento che Cesenatico ospiterà sabato prossimo per la manifestazione finale di “Un Fiore per Voi”. Come ogni anno, giungeranno piccoli poeti di varie parti d’Italia. Ma nella sua XV edizione, l’iniziativa premia anche un ragazzo di Cesenatico, Luca Tamburini, che salirà sul palco sentendosi addosso la simpatia e l’amicizia di una intera città. E per la sezione speciale “Poesie per Cesenatico” sarà premiata la classe II B dell’Ics “Sanzio” di Mercatino Conca, davvero imbattibili nel creare composizioni dedicate alla città del celebre Porto Canale Leonardesco.

C’è chi ha decantato “le vele ormeggiate fianco a fianco”, “i pescherecci fermi nel Porto Canale”, la “forte e maestosa Rocca medievale”. Ma c’è anche chi si è lasciato incantare dal tramonto di Cesenatico, quando “il sole lentamente si va a nascondere”, come “una fantastica visione ai nostri occhi”. Insomma, versi e parole per raccontare una città, i suoi colori, la sua storia e il suo Porto Canale, che dallo studio del sindaco appare davvero come il cuore vivo e pulsante della città.

SOSTIENI IL PROGETTO "DIALOGO TRA LE GENERAZIONI - MEMORIA PER IL FUTURO"

SOSTIENI IL PROGETTO “DIALOGO TRA LE GENERAZIONI – MEMORIA PER IL FUTURO”

CESENATICO/UN FIORE PER VOI NONNI: UNA MAGICA SERATA CON MUSICA, POESIE… E LA “PIANTA” CHE FA LUCE…


Premiati i mini-poeti di “Un Fiore per Voi”. Cesenatico anche quest’anno ha accolto i trionfatori dell’iniziativa che ha coinvolto le scuole primarie e secondarie di tutta Italia in occasione della Festa nazionale dei Nonni del 2 ottobre. Presso il bellissimo Teatro Comunale, sono saliti sul podio gli allievi premiati nella XIV edizione di dell’iniziativa promossa da Okay!, Ufficio Olandese dei Fiori, con il sostegno ed il  patrocinio del Comune di Cesenatico. Le poesie premiate erano state scelte da una giuria tra le oltre 4.000 composizioni poetiche pervenute ad “Okay!” Davvero una magica serata. Sul palco del Teatro Comunale, sono sfilati i mini poeti, le cui composizioni sono state declamate da Elisa Mazzoli, neo mamma, animatrice, scrittrice per l’infanzia, impegnata in animazioni didattiche nelle scuole ed in centri culturali (suo più recente libro è “ Noi”). Sul palco, ad animare la serata, la Scuola di Musica “Italo Caimmi” di Cesenatico, diretta da Marzio Zoffoli, e guidata dalla bravissima Joy Salinas (una voce bellissima, salita alla ribalta della notorietà negli ’90 con  una serie di pezzi dance) che ha portato sul palco tre suoi allievi: Benedetta Casolari, Elia Toni e Cristian Albani, che hanno proposto brani italiani ed internazionali, tutti molto applauditi.

La cerimonia, condotta da Roberto Alborghetti, direttore di “Okay!”, ha visto la partecipazione del sindaco di Cesenatico, dott. Roberto Buda –  che ha sottolineato il significato dell’evento ed ha premiato i vincitori –  e di Charles Lansdorp dell’Ufficio Olandese dei Fiori, che ha donato ai premiati la famosa “Glowing Star in the Dark”, la pianta grassa che si illumina al buio, prodotta dall’azienda olandese Amigo Plant, vera novità della serata (faceva bella mostra di sé, quando le luci si abbassavano, e l’effetto era davvero…magico). Anche quest’anno una giuria formata da una rappresentanza di allievi del Circolo Didattico di Cesenatico hanno partecipato al gioco di votare le poesie ad essi più gradite, eleggendo come preferita la composizione di Stefania Di Giuli, dell’ICS “Sanzio” di Mercatino Conca. Premi comunque per tutti i mini poeti. Al termine, sentiti ringraziamenti, per la collaborazione, al Comune di Cesenatico, all’Ufficio Turismo, ai suoi operatori, a Gesturist, al Museo della Marineria (visitato nella mattinata del 29 settembre dai mini poeti), all’Hotel Villa Maria, al ristorante “Nero di Seppia”. Il sindaco dott. Roberto Buda ha formalizzato l’idea, per il prossimo anno, di assegnare un premio speciale ad una poesia dedicata a Cesenatico, città di mare, fiori e appunto poesia (vi è nato il grande Marino Moretti). Dunque, accanto ad “Un Fiore per Voi”, ci sarà anche “Poesie per Cesenatico”. Cari mini poeti, che la creatività sia con voi! Aspettiamo le vostre composizioni dedicate alla città del Porto Canale disegnato dal grande Leonardo Da Vinci!

Altre foto-gallerie nei prossimi giorni!!!   

“UN FIORE PER VOI NONNI 2013″ / IL SINDACO DI CESENATICO ROBERTO BUDA: “CARI RAGAZZI, LA CITTA’ VI ASPETTA”


 

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cesenatico è sempre bella, in tutte le stagioni. E lo specchio della sua bellezza è l’antico Porto Canale, disegnato da Leonardo da Vinci nel 1502: vi si respira il profumo della storia e gli occhi si riempiono di colori e di suggestioni. Il Porto Canale è il passaggio obbligato per giungere al palazzo del Comune, che si trova a pochi metri dalla casa natale del grande poeta Marino Moretti. Nel municipio ci attende il sindaco dottor Roberto Buda. Anche quest’anno Cesenatico è a fianco di Okay! nell’ormai tradizionale iniziativa di “Un Fiore per Voi” (XIV edizione) promossa per l’annuale “Festa dei Nonni”, che vedrà giungere nella bella città della Riviera i mini poeti che hanno scritto le più belle poesie per i nonni.

Il sindaco ci dice subito che la collaborazione data all’evento non è casuale, ma rientra in una scelta precisa, legata allo spirito di cooperazione e dialogo che la stessa Amministrazione Comunale ha voluto instaurare e diffondere tra i cittadini.

Dice il dottor Roberto Buda: “Siamo in un momento particolare. Sentiamo spesso dire che si è delegato troppo alla politica la funzione di risolvere i  problemi e le questioni che ci toccano tutti da vicino. Pensiamo sia giunto il momento di metterci tutti in gioco, di ripartire dal basso, guardando alla società civile, all’uomo costruttore che ogni giorno si dà da fare per sé e per gli altri. Guardando alla realtà di Cesenatico, stiamo davvero cercando di dare spazio al protagonismo delle realtà vive della città, valorizzando la vitalità e la originalità delle singoli iniziative avviate da gruppi ed associazioni. Noi, come amministrazione, in un clima di reciproca collaborazione e sussidiarietà, vogliamo affiancare e sostenere l’impegno e l’entusiasmo che arriva dagli stessi cittadini, che si sentono investiti dell’impegno di fare la propria per il bene di tutta la comunità”.

Il sindaco cita ad esempio la mobilitazione avvenuta proprio attorno alle realtà scolastiche, con iniziative a supporto dell’acquisto di lavagne interattive da installare in aula. Grande interesse ha suscitato anche “Adotta il verde”, con l’invito alla gente di occuparsi attivamente dei propri spazi fioriti e piantumati, sistemando anche il proprio “fazzoletto di terra”, facendo oltretutto in modo di compartecipare a quell’opera di cura e pulizia dell’arredo urbano che comporta anche spese per le casse comunali.

Ampio è anche l’apporto dato all’associazionismo, che si occupa di realtà culturali, sociali e ricreative.

Continua il sindaco Roberto Buda: “Stiamo cercando di far cogliere un messaggio importante: che la città di Cesenatico è “nostra”, appartiene ad ogni cittadino, e dunque ogni cittadino è tenuto a prendersi cura della  comunità. E tutti hanno l’opportunità di rendere sempre più bella e coinvolgente Cesenatico, portandola sempre più a misura di persone.  In questo senso ci piace anche l’iniziativa dedicata ai nonni, perchè sensibilizza le nuove generazioni a stabilire legami con gli affetti familiari e con la storia di chi li ha precedute. Uno dei problemi dei nostri tempi è la crisi di identità, che rischia di provocare isolamento e straniamento della realtà. Dialogare con le generazioni precedenti, con i nonni, è  fondamentale: è una presa di coscienza personale ed un modo per non disperdere il patrimonio di valori che ogni comunità esprime. Dunque, siamo felice di aderire all’iniziativa della Festa dei Nonni e ringraziamo dell’attenzione che ci è stata data in tutti questi anni. Cari piccoli poeti, la città vi aspetta!”.

Appuntamento dunque a Cesenatico per sabato 28 settembre. Alle ore 21 si accenderanno le luci del bellissimo e storico Teatro Comunale, dove mini poeti che arriveranno da varie parti d’Italia saranno protagonisti di una serata ricca di emozioni e di colori.

www.cesenatico.it

*

https://okayscuola.wordpress.com/un-fiore-per-voi-nonni-2012/

*

https://okayscuola.wordpress.com/2013/09/07/un-fiore-per-voi-poesie-per-la-festa-dei-nonni-2013-ecco-i-premiati-e-i-menzionati-serata-evento-a-cesenatico-il-28-settembre/

FOTO DI ROBERTO ALBORGHETTI

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

CESENATICO: UN MARE DI EMOZIONI PER I MINI POETI PREMIATI PER “UN FIORE PER VOI / FESTA DEI NONNI 2012”


Cesenatico anche quest’anno ha accolto la squadra dei mini poeti campioni dell’iniziativa che ha coinvolto le scuole primarie e secondarie di tutta Italia in occasione della Festa nazionale dei Nonni del 2 ottobre (come prevede la Legge 26 luglio 2005 del Parlamento italiano). Presso il bellissimo Teatro Comunale, sono saliti sul podio gli allievi premiati nella XIII edizione di “Un Fiore per Voi/Poesie per la Festa dei Nonni”, promossa da Okay!, Ufficio Olandese dei Fiori, con il sostegno ed il  patrocinio del Comune di Cesenatico. Le poesie premiate erano state scelte da una giuria tra le oltre 4.000 composizioni poetiche pervenute ad “Okay!” Davvero una magica serata. Sul palco del Teatro Comunale, sono sfilati i mini poeti, le cui composizioni sono state declamate da Elisa Mazzoli, animatrice, scrittrice per l’infanzia, impegnata in animazioni didattiche nelle scuole ed in centri culturali (suo più recente libro è “ Il Sorriso di uno Squalo”). Sul palco, ad animare la serata, il Coro dei Bambini della Parrocchia di San Giacomo di Cesenatico, diretto da Silvia D’Altri, Monica Montanari e Marco Balestri per la parte musicale. Il Coro ha proposto applauditissime esecuzioni, dimostrando la bravura e la passione di questa formazione corale che in pochi anni è riuscita a catalizzare tanto interesse ed attenzione.

La cerimonia, condotta da Roberto Alborghetti, direttore di “Okay!”, ha visto la partecipazione del sindaco di Cesenatico, dott. Roberto Buda – che ha sottolineato il significato dell’evento – , dell’assessore alla Cultura, Sport e Turismo Vittorio Savini, del parroco don Giampiero Casadei e di Wim Van Meeuwen dell’Ufficio Olandese dei Fiori, che si sono simpaticamente alternati nella consegna dei diplomi ai premiati chiamati sul palco insieme a docenti e genitori. Gli splendidi bouquets, con fiori giunti dall’Olanda, sono stati curati dalla Cooperativa “Rose e Fiori” di Bagnocavallo (Ra) e dal suo responsabile Elvezio Bricolani. Applaudita novità di quest’anno: la giuria formata da una rappresentanza di allievi del Circolo Didattico di Cesenatico che hanno partecipato al gioco di votare le poesie ad essi più gradite. Poi, con la collaborazione di nonna Carla, premi per tutti i mini poeti. Al termine, sentiti ringraziamenti, per la collaborazione, al Comune di Cesenatico, all’Ufficio Turismo, ai suoi operatori, a Gesturist, al Museo della Marineria (dove i premiati si sono recati in visita), all’Hotel Villa Maria, al ristorante “Nero di Seppia”. Non è mancata l’anticipazione di un’idea: l’assegnazione di un premio speciale, il prossimo anno, ad una poesia dedicata a Cesenatico, città di mare, fiori e poesia (vi è nato il grande Marino Moretti).  

TANTI APPLAUSI PER IL CORO DEI BAMBINI

Grande successo, nella bellissima serata di Cesenatico, per il Coro dei Bambini della parrocchia di San Giacomo, che ha eseguito canti del proprio repertorio. Canti che fanno parte anche della tradizione romagnola. Meritatissimi gli applausi per la formazione corale guidata con bravura e tanto impegno da Monica Montanari, Silvia D’Altri e Marco Balestri, genitori che condividono da anni la passione per il canto e che l’hanno trasmessa ai bimbi e ragazzi di Cesenatico, composto da circa quaranta piccoli coristi, maschi e femmine, di età compresa tra i 4 e gli 11 anni. Il Coro anima le liturgie e le varie feste annuali. Collabora con il Museo della Marineria di Cesenatico e con il Coro Terra Promessa di Cesenatico, di cui è “una costola ed un vivaio”. La partecipazione è aperta a tutti i bambini . Per informazioni rivolgersi alla segreteria della Parrocchia di S. Giacomo via G. Bruno 2, Cesenatico FC, tel 0547 80232.

******************************

IN ARRIVO ALTRE FOTO

DELLA BELLISSIMA SERATA

DI CESENATICO

AI MINI POETI DI “UN FIORE PER VOI NONNI” IL SALUTO DEL SINDACO DI CESENATICO: DOMANI LA FESTA FINALE (ORE 21, TEATRO COMUNALE)


Ore di vigilia per il gran finale dell’edizione 2011-2012 di “Un Fiore per Voi /Poesie per i Nonni”, promossa da Okay! ed Ufficio Olandese dei Fiori con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cesenatico e dell’Ufficio Turismo. Inserita idealmente quest’anno anche nelle iniziative di “Active Ageing” – la campagna europea per la promozione del dialogo tra le generazioni – l’iniziativa vedrà sul palco del suggestivo Teatro Comunale di Cesenatico (29 settembre, ore 21) i 10 mini poeti che, secondo le valutazioni della giuria, sono risultati meritevoli di figurare nell’Albo d’Oro della XIII edizione.

Per tutti i premiati sarà anche un bellissimo modo per scoprire e conoscere Cesenatico, città che dalla primavera 2011 è guidata dal dottor Roberto Buda, sindaco che viene dal mondo della scuola, avendo insegnato matematica e fisica al Liceo scientifico “Da Vinci” di Cesenatico. Abbiamo intervistato il sindaco di Cesenatico, che ci ha parlato della sua nuova esperienza di primo cittadino e dei  progetti legati allo sviluppo ed alla promozione della bella ed accogliente città romagnola. L’intervista integrale – a cura di Roberto Alborghetti – è on line sul nostro sito blog www.okayscuola.wordpress.com/ Ne riportiamo la parte finale, con il saluto che il dottor Buda rivolge ai mini poeti premiati ed alle scuole italiane.

  

Signor Sindaco, il 29 settembre si rinnova l’evento di “Un Fiore per Voi, Poesie per i Nonni”, che da anni trasforma Cesenatico in una sorta di “capitale” della poesia giovanile. A lei la parola per un saluto ai mini poeti che saranno sul palco del Teatro Comunale… 

Cesenatico non è solo una città di mare e turismo, ma è anche una città che vive un  forte legame con la poesia. Qui è nato un grande poeta, Marino Moretti, la cui dimora sul Porto Canale è ora un museo vivente della storia della poesia italiana. Uno dei nostri obiettivi è di rendere Casa Moretti un luogo sempre vivo, collegandola a tutta quella voglia di raccontare espressa dalle iniziative del nostro territorio. La poesia è uno di quegli strumenti letterari che permette nel modo più intimo di esprimere se stessi, le proprie emozioni, le proprie esperienze e passioni. L’iniziativa “Un Fiore per Voi”, diventata per Cesenatico un appuntamento tradizionale, va nella direzione della valorizzazione della poesia e del tessuto culturale di Cesenatico. Rivolgo dunque il mio caloroso saluto a tutte le scuole che anche quest’anno hanno partecipato all’iniziativa. Un “benvenuto” particolare va poi ai ragazzi premiati, che saranno ospiti di Cesenatico. Ad essi va il mio auspicio di conservare sempre questo interesse per la poesia, in modo da saper raccontare la propria vita, in tutti i suoi aspetti, nella maniera più bella e genuina possibile.

RILANCIARE CESENATICO ATTRAVERSO LA SUA STORIA LEGATA AL MARE / INTERVISTA AL SINDACO ROBERTO BUDA


 

Intervista a cura di Roberto Alborghetti

Conto alla rovescia per il gran finale dell’edizione 2011-2012 di “Un Fiore per Voi /Poesie per i Nonni”, promossa da Okay! ed Ufficio Olandese dei Fiori con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cesenatico e dell’Ufficio Turismo. Inserita idealmente quest’anno anche nelle iniziative di “Active Ageing” – la campagna europea per la promozione del dialogo tra le generazioni – l’iniziativa vedrà sul palco del suggestivo Teatro Comunale di Cesenatico (29 settembre, ore 21) i 10 mini poeti che, secondo le valutazioni della giuria, sono risultati meritevoli di figurare nell’Albo d’Oro della XIII edizione. Per tutti i premiati sarà anche un bellissimo modo per scoprire e conoscere Cesenatico, città che dalla primavera 2011 è guidata dal dottor Roberto Buda, sindaco che viene dal mondo della scuola, avendo insegnato matematica e fisica al Liceo scientifico “Da Vinci” di Cesenatico.

Abbiamo dunque intervistato il sindaco di Cesenatico, che ci parla della sua nuova esperienza di primo cittadino e dei  progetti legati allo sviluppo ed alla promozione della bella ed accogliente città romagnola.  

 

Signor Sindaco, è alla guida di Cesenatico da poco più di un anno. Come ha vissuto questa fase iniziale  del suo impegno amministrativo?

Il primo anno è stato entusiasmante. Nelle prime fasi ho avuto bisogno di orientarmi e di capire come mettere in piedi una squadra di collaboratori competente ed adeguata. Dopo aver costituto la Giunta ed individuato i dirigenti dei vari settori mi sono sentito più “tutelato” ed ho iniziato a lavorare con grande passione.

L’aspetto che mi ha più colpito di questa esperienza è stato il rapporto che sono andato costruendo con i miei concittadini, con la gente. Qui non siamo a Roma o in Regione, dove il rapporto con gli amministratori è vissuto come lontano e distante. Quando esci per la strada, la gente è pronta a fermarti, a confidarti i propri problemi e le proprie necessità. Dunque, in questo mio primo anno di sindaco, ho cercato questo contatto con i cittadini, avvicinandone le aspettative e le necessità. E’, quello del sindaco, un ruolo che richiede tutto se stesso, oltre che una  presenza continua e totale. Devo dire che anche la mia famiglia è entrata nell’ottica di essere “la famiglia del sindaco”: mia moglie Maeba e i miei due figli, Davide e Francesco, mi hanno sostenuto in questa fatica, condividendo come me questo percorso. 

Certo, l’impatto c’è stato, tenendo anche conto del fatto che la nostra non era una prosecuzione dell’amministrazione precedente, ma un cambio radicale di compagine, un avvicendamento storico che ci vedeva chiamati ad affrontare un’esperienza ed una fase davvero senza precedenti. Si, sono stati mesi faticosi. Ora la macchina amministrativa è ben rodata e sta già lavorando a pieno regime.

Gioca sicuramente a suo favore anche il fatto di conoscere molto bene Cesenatico. In quale zona è nato e vissuto?

Sono nato il 6 maggio 1973 nel quartiere di Ponente, una delle aree storiche della città. Ponente è il quartiere più legato alla tradizione della pesca, quello considerato storicamente più ai margini. Ma in tutti noi vi è sempre stato un grande orgoglio, oltre che un senso di appartenenza che si riversava anche in quelle fenomenali partite a calcio in cui noi ragazzi dei diversi quartieri trasferivamo anche una sorta di rivalità territoriale… Mi piace sottolineare questa mia origine. E Ponente è sicuramente una zona che merita di essere sviluppata e rilanciata.

Ponente di Cesenatico vuol dire anche la grande realtà delle colonie estive marine – ora in parte dismesse – dove migliaia di ragazzi italiani hanno vissuto e continuano a vivere le proprie vacanze, oltre che il primo incontro con la realtà del mare…

Sì, e proprio il tema della riqualificazione della grande area delle ex colonie marine mi ha già preso tempo ed energie. C’è infatti in cantiere un progetto legato allo sviluppo ed alla valorizzazione di questa parte della città, dove erano stati costruiti grandi complessi architettonici, tra i più numerosi ed estesi di tutta la costa romagnola. Ora, queste vecchie e fatiscenti strutture possono rappresentare una grande opportunità per investire sul territorio. Una tendenza peraltro già in atto grazie anche all’attenzione da parte di  alcuni imprenditori, anche del Nord Italia, che hanno deciso di investire e riqualificare l’area. Ora si tratta davvero di inserire queste azioni in un progetto più ampio e articolato destinato a dare grande vitalità e sviluppo a Ponente, dove peraltro esistono già realtà interessanti come Atlantica, come Eurocamp e dove è in funzione anche un palazzetto dello sport.

 

Dunque “Ponente” come immagine, non solo simbolica, per dare nuovo impulso all’intera città di Cesenatico ed alla sua vocazione turistica?

Sicuramente. L’area di Ponente si presta in modo eccellente per creare una sorta di “città nuova” nella quale vivere un’esperienza di turismo vicino alle caratteristiche della famiglia, legato all’ambiente, alla cura ed al  benessere. Un’area aperta tutto l’anno, nella quale c’è turismo anche nei periodi autunnali ed invernali. Ho già  conosciuto ed approfondito, a questo proposito, progetti ed esperienze a livello internazionale le quali, pur essendo dislocate in luoghi non soleggiati o di mare, ospitano visitatori tutto l’anno, offrendo servizi e strutture dodici mesi su dodici. Ecco, mi piacerebbe portare queste realtà a Cesenatico. Per la nostra riviera sarebbe una novità. Con un valore aggiunto: il mare d’inverno è una delle più belle attrattive naturali. E se corredato ed integrato da un’offerta turistica orientata al relax, al benessere e ad opportunità culturali e del tempo libero, può davvero fare la differenza. Insomma, una bomba che farebbe fragore…

Accanto a questo “sogno”, ve ne sono altri nei suoi pensieri di sindaco?

Sì, e sono legati ad un doppio desiderio di Tonino Guerra, recentemente scomparso. Il primo – la “Cattedrale delle foglie”, recentemente inaugurata ai Giardini del Mare – è stato già tradotto nella realtà. Si tratta di un originale ed artistico tributo alla natura espresso con 7 grandi foglie che si articolano a forma di cattedrale: una scultura suggerita a Tonino Guerra dalla moglie, originaria dell’Armenia, dove nei muri delle chiese venivano incise delle croci, veri e propri ex-voto con i quali la povera gente esprimeva la propria gratitudine per le  “grazie” ricevute. L’altro sogno, sempre suggerito da Tonino Guerra, è collegato alla realizzazione della “Torre di Leonardo Da Vinci”, in omaggio al grande Genio italiano che giunse a Cesenatico il 6 settembre 1502, chiamato da Cesare Borgia per progettare -dopo un periodo buio di guerra- quello che è l’attuale Porto Canale, il “cuore” della nostra città.

Ebbene, Leonardo salì sulla torre che si elevava alle porte di Cesenatico e stese quel famoso progetto – che fa parte del celebre Codice L, conservato al Louvre di Parigi – che diede nuova vita al Porto Canale, grande opera di ingegneria. Come consigliato da Tonino Guerra, la ricostruzione di una moderna torre dedicata a Leonardo – da erigere nel parco archeologico vicino ai resti dell’antico monumento, distrutto durante la guerra – sarebbe un modo per valorizzare Leonardo e la sua storica presenza a Cesenatico. Vedrei bene un concorso di idee sull’argomento per poi scegliere il progetto migliore, quello che riassume anche la nostra idea di ampliare la stessa sezione a terra del Museo della Marineria, dilatandola fino alla zona del parco archeologico, includendo cosi anche la nuova e moderna torre dedicata a Leonardo. Sarebbe un modo significativo per sottolineare anche la nostra cultura marinara e per rilanciare sempre più lo stesso Museo della Marineria, ormai diventato, un punto di riferimento nazionale per quanto concerne lo studio e la storia delle attività e realtà collegate al mare.

E qui penso si innesti anche il discorso sulla promozione del turismo scolastico, che vede anche il mensile Okay! stabilmente proporre alla scuola italiana iniziative ed attività…

Vengo dal mondo della scuola – ho insegnato fino allo scorso anno presso il Liceo scientifico “Leonardo Da Vinci” di Cesenatico – e conosco quanto siano fondamentali oggi i temi dell’educazione e della formazione delle nuove generazioni. Ringrazio innanzitutto per l’attenzione che il vostro mensile dà a tutte queste iniziative per la promozione del turismo scolastico. Effettivamente qui a Cesenatico si possono trascorrere interessanti giornate a contatto con realtà che parlano di mare, storia, scienza, ambiente, letteratura. Ad esempio, a Cesenatico c’è il Museo della Marineria – nelle sue sezioni a terra e a mare – con la storia della marineria dell’Adriatico vissuta attraverso un percorso suggestivo. C’è la casa-museo del poeta Marino Moretti, c’è il centro storico, con la piazzetta delle Conserve, che offre spunti per capire la vita del borgo marinaro, anche attraverso gli aspetti dell’alimentazione e della conservazione dei cibi. A Cesenatico c’è il Centro di Biologia Marina, una realtà regionale che si occupa della vita del mare, monitorando l’andamento biologico dell’Adriatico. Si possono vivere bellissime esperienze di  pesca turismo – insieme ai nostri pescatori – e conoscere la  pesca e la filiera della pesca, ossia come il pesce determini una economia che va dalla raccolta alla sua trasformazione e distribuzione. C’è poi il percorso storico, religioso ed artistico, con la visita alla chiesa parrocchiale di San Giacomo, sul Porto Canale, che custodisce dipinti del  Cagnacci, discepolo del Caravaggio. E senza dimenticare che Cesenatico è inserito in un contesto di eccezionale valore storico e turistico: basti pensare alla vicina Ravenna, all’entroterra, alle rete dei castelli e musei ed ai numerosi parchi tematici che i ragazzi ben conoscono. Insomma, qui davvero si può fare turismo scolastico e scoprire quanto il mare abbia da raccontare.

Signor Sindaco, il prossimo 29 settembre si rinnoverà l’evento di “Un Fiore per Voi, Poesie per i Nonni”, che da anni trasforma Cesenatico in una sorta di “capitale” della poesia giovanile. A lei la parola per un saluto ai mini poeti che saranno sul palco del Teatro Comunale… 

Cesenatico non è solo una città di mare e turismo, ma è anche una città che vive un  forte legame con la poesia. Qui è nato un grande poeta, Marino Moretti, la cui dimora sul Porto Canale è ora un museo vivente della storia della poesia italiana. Uno dei nostri obiettivi è di rendere Casa Moretti un luogo sempre vivo, collegandola a tutta quella voglia di raccontare espressa dalle iniziative del nostro territorio. La poesia è uno di quegli strumenti letterari che permette nel modo più intimo di esprimere se stessi, le proprie emozioni, le proprie esperienze e passioni. L’iniziativa “Un Fiore per Voi”, diventata per Cesenatico un appuntamento tradizionale, va nella direzione della valorizzazione della poesia e del tessuto culturale di Cesenatico. Rivolgo dunque il mio caloroso saluto a tutte le scuole che anche quest’anno hanno partecipato all’iniziativa. Un “benvenuto” particolare va poi ai ragazzi premiati, che saranno ospiti di Cesenatico. Ad essi va il mio auspicio di conservare sempre questo interesse per la poesia, in modo da saper raccontare la propria vita, in tutti i suoi aspetti, nella maniera più bella e genuina possibile.