POESIE PER LA FESTA DEI NONNI: ECCO LE COMPOSIZIONI DELLA PRIMARIA DI PICO (FR)


Ecco alcune poesie per la Festa dei Nonni 2019 scritte dagli alunni della Scuola Primaria di Pico, dell’IC Pontecorvo 2 (FR). Sono state tra le primissime pervenute per la XX edizione della grande iniziativa, che vedrà la scadenza per l’invio delle composizioni il prossimo 20 settembre. Le poesie degli allievi di Pico sono state realizzate con il coordinamento della docente Anna Abatecola, che ringraziamo. Qui di seguito il regolamento dell’iniziativa.

POESIE PER I NONNI
“UN FIORE PER VOI / UN ALBERO PER I NIPOTI”
XX Edizione
Iniziativa poetica nazionale per ragazzi e ragazze delle Scuole primarie e Secondarie (1° grado) promossa in occasione della “Festa dei Nonni” (2 ottobre). Premiazione il 27 ottobre 2019 a Piancastagnaio, sul Monte Amiata (Siena).

“Un Fiore per Voi”, l’iniziativa poetica dedicata alla Festa dei Nonni, torna per la XX edizione, promossa da OKAY!, in collaborazione con il Comune di Piancastagnaio (SI), la Pro Loco, l’Associazione Pianoscenico e l’Emeroteca di Piancastagnaio (SI) nell’ambito di Penne e Video Sconosciuti e del progetto “Dialogo tra generazioni – Memoria per il futuro”.
“Un fiore per voi Nonni… Un albero per i Nipoti” è rivolta alle scuole primarie e secondarie (primo grado) di tutta Italia. L’iniziativa è promossa in occasione della FESTA DEI NONNI. La sua finalità è quella di aprire un dialogo, con la poesia e il disegno, tra le persone anziane e le nuove generazioni. Si invitano ragazzi e ragazze a parlare dei propri nonni, raccontando momenti ed esperienze che mettono in rilievo il dialogo tra le generazioni ed il valore della memoria condivisa.
Non è vincolante la condizione di citare o descrivere, nelle composizioni, un fiore od un albero, che sono solo suggeriti simbolicamente come elementi universali che rappresentano realtà come l’amore, l’amicizia, la simpatia, il rispetto e la stima.
Le poesie, composte secondo stili ed espressioni diverse, anche corredate da disegni, dovranno pervenire ad OKAY! entro il 20 settembre 2019. Ogni poesia dovrà riportare nome, cognome, indirizzo, numero telefonico dell’autore e/o della scuola di appartenenza e dell’insegnante referente. Va indicato anche l’indirizzo e-mail della scuola (o dell’insegnante).
Se in copia cartacea vanno inviate al seguente indirizzo in duplice copia: OKAY! presso I NUOVI QUINDICI, VIA T.TASSO 10, 24020 GORLE (BG).
Si suggerisce di inviare le poesie SOPRATTUTTO in formato elettronico, in copia unica su file word o pdf. L’indirizzo e-mail è: okayredazione@gmail.com

Le poesie potranno anche essere inviate anche attraverso la pagina del Gruppo Facebook “Noi siamo Okay!”.
Una giuria selezionerà i premiati; le decisioni della giuria sono insindacabili. I vincitori saranno avvertiti a mezzo posta elettronica. Le poesie premiate avranno l’onore di essere pubblicate sul sito di OKAY! e declamate nel corso dell’evento finale di “Un fiore per i Nonni … Un albero per i Nipoti” .
La cerimonia di premiazione si terrà nell’ambito degli eventi promossi per “Penne e Video Sconosciuti”, in programma a Piancastagnaio (SI) presso il Teatro Comunale, domenica 27 ottobre 2019 (ore 10,30). Ai premiati di “Un fiore per i Nonni … Un albero per i Nipoti” sarà rilasciato attestato di partecipazione, calendario personalizzato, albero da mettere a dimora, gadgets degli sponsor e pubblicazioni.
Per ogni informazione: okayredazione@gmail.com

IL SITO UFFICIALE DI OKAY!

https://okayscuola.wordpress.com/

NOI SIAMO OKAY! SU FACEBOOK

https://www.facebook.com/groups/161903230493812/

 

A PICO (FR) DIBATTITO SU “SOCIAL O DIS-SOCIAL?” CON 18 DOMANDE-CHIAVE


DSCN4106DSCN4107DSCN4108DSCN4109DSCN4110

Anche a  Pico (Frosinone) hanno fatto tappa gli incontri per il libro Social o dis-social? di Roberto Alborghetti, con le illustrazioni e grafica di Eleonora Moretti, Funtasy Editrice. Una iniziativa preparata, con attività, iniziative, letture e lavori didattici. Gli allievi della primaria e della secondaria di primo grado – facente parte dell’IC Pontecorvo 2 – sono stati infatti coinvolti nel Progetto Lettura  coordino dalla docente  Anna Abatecola.

Prima dell’incontro con l’Autore, le classi hanno discusso di uso consapevole dei social network, di smartphone, web, bulli di ogni età e rischi della Rete. La traccia era costituita da 18 domande che sono state riportate su una serie di cartelloni, che ora documentano l’impegno per questa bella esperienza vissuta a Pico, dove tanti ragazzi si sono impegnati ad essere “social” e a utilizzare la tecnologia in modo sicuro, intelligente e positivo. Ringraziando la docente Anna Abatecola, riproponiamo l’intera traccia, utile per altre scuole.

20190402_163651_resized

PICO (FR) / LETTERA DELLE MAESTRE AGLI ALUNNI E ALLE ALUNNE DI QUINTA…


20190518_091345

La bellissima (e buonissima) torta con cui i ragazzi della Quinta primaria di Pico hanno salutato le loro maestre.

Proponiamo la bella e toccante lettera che le maestre della Primaria di Pico (FR) hanno scritto ai loro alunni al termine dei cinque anni di scuola.                                                         

Cari bambini, certi legami vanno al di là di un semplice orario scolastico. Essere insegnante per quanto ci riguarda, è uno dei mestieri più belli al mondo che richiede impegno e sacrifici, ma l’affetto che ci avete regalato in ogni anno scolastico, gli abbracci stretti che vorrebbero essere infiniti, raccontano molto di più di un semplice lavoro.
Ricordiamo benissimo il vostro primo giorno di scuola quando arrivammo in classe. Avevamo addosso i vostri occhi e sicuramente qualcuno di voi avrà pensato:”E queste chi sono?!” Mentre memorizzavamo i vostri nomi abbiamo iniziato a conoscerci, a rompere il ghiaccio e ad entrare in confidenza senza mai oltrepassare quell’invisibile muro sottile che ci divide: voi gli alunni e noi le insegnanti.
La scuola ormai è giunta al termine, abbiamo condiviso momenti importanti, alcuni seri, altri decisamente fuori dal normale. Qualcuno potrebbe dire che un insegnante dovrebbe trasmettere in classe rigore e disciplina, sapete invece cosa vi diciamo? Siamo contente di non aver trasmesso solo questo. Ci conoscete è questo il nostro modo di fare scuola e non lo cambieremo per nulla al mondo. Far stare bene gli alunni, la vostra serenità per noi viene prima di tutto e se le lezioni avvengono con un pizzico di follia … che male c’è? Purchè  non si perda mai la serietà della disciplina insegnata.
Adesso godetevi le vacanze, avete lavorato tanto e ve le meritate. Per compiti vi suggeriamo di …
– Fare almeno una capriola al giorno;
– Correre nei prati o sulla spiaggia;
– Urlare all’eco:”Chi è più bello tra me e te?”e ascoltare cosa risponde;
– Giocare con la fantasia;
– Assaggiare tutti i gusti di gelato;
– Guardare le stelle cadenti ed esprimere il desiderio più bello;
– Leggere un bel libro;
– Inventare le parolacce da dire quando si è arrabbiati, tipo: oh bulacca! Peralessa! Facciadibrodinoriscaldato!
Poi, con calma, penserete alla nuova avventura che vi aspetta, ma tranquilli perché le medie non sono cosi terribili…Fate il vostro dovere sempre, studiate non per gli altri, per i genitori o gli insegnanti ma per voi stessi. Abbiate sempre il desiderio di sapere e conoscere la realtà intorno a voi, fate di tutto per realizzare i vostri sogni. Ricordate di emergere semprei, fatelo nell’onestà e nella correttezza che vi contraddistingue: E quando la vita ve lo richiederà, solo allora, sarà necessario quel passo indietro perché l’UMILTA’ ripaga sempre.

A stare con i bambini, si dice che si diventa come loro. Ed è vero. Ed è un privilegio avere un cuore che assomigli a quello di un bambino. Volevamo regalarvi la luna, per andare a lezione di cielo senza scordare la terra. Il tempo è scaduto e la lezione di oggi mi dice che quel filo, come quello di un aquilone, ora lo dobbiamo lasciare andare, perché lo chiama un altro vento che lo spingerà più lontano. Per quanto ce l’abbiamo messa tutta, non siamo riuscite a fare tutto quello che avremmo voluto, tutto quello che era necessario ad ognuno di voi, a dare quel “tutto” che si spostava sempre avanti come l’orizzonte che non si raggiunge mai. Un’opera incompiuta la nostra,, incompleta, aperta al domani. Cosi deve essere. Le maestre che siamo si fermano qui.  Mettiamo il punto. Punto e non basta perché certe storie continuano anche quando finiscono. E le nostre sono storie a prova di gioia, di pazienza, di litigio, di perdono e di amore.

Dove noi finiamo in un altro modo inizia il vostro futuro. Incominciate a scegliere in ogni momento della vostra vita da che parte stare. Quella dell’onestà è quella che abbiamo provato ad insegnarvi.

Le vostre maestre:

Anna, Laura, Loredana, Marina, Paola, Patrizia, Santina e Valentina

PICO (FR): IL 2 APRILE “INCONTRO CON L’AUTORE” ROBERTO ALBORGHETTI


Incontro con Autore Locandina

Martedi 2 aprile, a Pico (FR) Roberto Alborghetti aprirà la 4a edizione dell’iniziativa “Incontro con l’Autore”, promossa dall’Istituto Comprensivo Pontecorvo 2 diretto dalla dott.ssa Rita Cavallo. Roberto Alborghetti, come illustrato nella locandina ufficiale, incontrerà gli allievi della Scuola dell’Infanzia e le classi prima e seconda della Scuola Primaria: l’ incontro sarà sulle tematiche del testo ” Albumone n.2: Dino contadino e la mucca Dosolina” (Funtasy Editrice); per la classe terza della Primaria verrà invece illustrato e presentato “Pronto? Sono il librofonino” (I Quindici). Infine, gli alunni delle classi quarte e quinte della Primaria e gli studenti della Scuola Secondaria saranno coinvolti in un dibattito sulle tematiche di “Social o Dis-social? / Misura il tuo modo di stare (bene) nella Rete” (Funtasy Editrice).

Gli incontri del 2 aprile a Pico sono stati preceduti da una intensa attività didattica, coordinata dalla docente Anna Abatecola. Le classi hanno letto, discusso e lavorato sui libri di Roberto Alborghetti, producendo materiale didattico che sarà poi presentato nel corso degli incontri. A Pico c’è molta attesa. Sarà una bella opportunità anche per conoscere da vicino una località che è ricca di storia e di cultura. Pico è nell’Albo dei “Borghi più belli d’Italia”. Un luogo da scoprire, come ci invitano a fare le immagini di questa fotogalleria, che ci è stata inviata dalla docente Anna Abatecola, che ringraziamo.

 

A PICO (FR) LA SCUOLA PRIMARIA RIFLETTE E LAVORA SUL DIARIO DI ANNA FRANK


20190127_155917

Anche a Pico (FR), la scuola primaria – facente parte dell’IC Pontecorvo 2 diretto dalla prof.ssa Rita Cavallo – ha riflettuto sulla ricorrenza della Giornata della Memoria. Come ci comunica la docente Anna Abatecola, “non potevamo fare finta di niente , non potevamo continuare a svolgere le prove di verifiche, senza fermarci a riflettere sulle ingiuste e disumane ingiustizie avvenute nei campi di concentramento ad Auschwitz. Le classi quinte hanno lavorato sulle più belle e significative frasi, lette dal diario di Anna Frank, augurando a tutti la speranza che ognuno possa, giorno per giorno , trovare la via per un mondo migliore”.

 

SCUOLA PRIMARIA DI PICO (IC PONTECORVO 2): MESSAGGI SUL SENSO DEL NATALE


Il Natale della Scuola primaria di Pico (Frosinone), dell’Istituto Comprensivo 2 di Pontecorvo, è arrivato in anticipo attraverso cartelloni, disegni, testi e poesie. Come ci informa la docente Anna Abatecola, tutti i lavori, dopo essere stati esposti, sono stati portati a casa dagli alunni per essere condivisi con le famiglie. Un messaggio sui temi del Natale vero ed essenziale, che non è vissuto sull’onda del consumismo, ma sulle ali del cuore e della solidarietà, simboleggiata anche dalle tradizionali pigotte. Ecco alcuni di questi elaborati, attraverso i quali gli alunni di Pico desiderano esprimere auguri di Buone Feste a tutti gli amici di Okay!

PICO (FR): LO SPIRITO DEL NATALE ANCHE NEL “RICICLO CREATIVO”


 

Come ci informa la docente Anna Abatecola, gli alunni della classe 5 della  Scuola Primaria di Pico, dell’IC Pontecorvo 2 (Frosinone) hanno messo in atto una tecnica : “Riciclo creativo”. Con barattoli di plastica hanno rappresentato l’ essenza del Natale. Una bella lezione di fantasia e di come la creatività può lanciare un messaggio a favore della tutela dell’ambiente.

POESIE PER I NONNI: ECCONE ALTRE 4 DALLA SCUOLA PRIMARIA DI PICO (IC2 PONTECORVO)


2 IMG-20180630-WA0007 - Copia2 IMG-20180630-WA0008 - Copia2 IMG-20180630-WA0009 - Copia2 IMG-20180630-WA0010 - Copia

Continuano a pervenire le Poesie per i Nonni per la XIX edizione dell’iniziativa promossa da OKAY! ed OSA Onlus (qui sotto il regolamento). Pubblichiamo qui sopra altre 4 composizioni arrivate dagli alunni della Scuola Primaria di Pico, dell’IC2 di Pontecorvo (FR) diretto dalla prof.ssa Rita Cavallo. L’attività poetica è stata coordinata dalla docente Anna Abatecola. Prossimamente, altre poesie, sempre dalla Scuola di Pico. (2 – Continua). 

*

UN FIORE PER VOI 2018 – IL BANDO

  • “Un Fiore per Voi”, l’iniziativa poetica dedicata alla Festa dei Nonni, torna per la XIX edizione, promossa da OKAY! sempre in collaborazione con OSA Onlus, nell’ambito del progetto “Dialogo tra generazioni – Memoria per il futuro”. “Un fiore per voi Nonni… Un albero per i Nipoti” è rivolta alle scuole primarie e secondarie (primo grado) di tutta Italia.
  • L’iniziativa è promossa in occasione della FESTA DEI NONNI. La sua finalità è quella di aprire un dialogo, con la poesia e il disegno, tra le persone anziane e le nuove generazioni. Si invitano ragazzi e ragazze a parlare dei propri nonni, raccontando momenti ed esperienze che mettono in rilievo il dialogo tra le generazioni ed il valore della memoria condivisa.
  • Non è vincolante la condizione di citare o descrivere, nelle composizioni, un fiore od un albero, che sono solo suggeriti simbolicamente come elementi universali che rappresentano realtà come l’amore, l’amicizia, la simpatia, il rispetto e la stima.
  • Le poesie, composte secondo stili ed espressioni diverse, anche corredate da disegni, dovranno pervenire, ognuna in 2 copie, ad OKAY! entro il 20 settembre 2018. Ogni poesia dovrà riportare nome, cognome, indirizzo, numero telefonico dell’autore e/o della scuola di appartenenza e dell’insegnante referente. Va indicato anche l’indirizzo e-mail della scuola (o dell’insegnante).
  • Le poesie vanno inviate al seguente indirizzo: OKAY! c/o presso Casa M. E. Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo. Novità: potranno anche essere inviate come “messaggio” anche attraverso il sito www.okayscuola.wordpress.com e la pagina Facebook “Noi siamo Okay!”.
  • Una giuria selezionerà i premiati; le decisioni della giuria sono insindacabili. I vincitori saranno avvertiti a mezzo posta elettronica. Le poesie premiate avranno l’onore di essere pubblicate sul sito di OKAY! e declamate nel corso dell’evento finale di “Un fiore per i Nonni … Un albero per i Nipoti” .
  • La cerimonia di premiazione si terrà nell’ambito degli eventi promossi da OSA Onlus per “Penne e Video Sconosciuti”, in programma a Piancastagnaio (SI) presso il Teatro Comunale, domenica 28 ottobre 2018 (ore 10,30). Ai premiati di “Un fiore per i Nonni … Un albero per i Nipoti” sarà rilasciato attestato di partecipazione, calendario personalizzato, albero da mettere a dimora, gadgets degli sponsor e pubblicazioni.
  • L’Agenzia I Viaggi di Re Ratchis è a disposizione delle scuole per l’organizzazione dei soggiorni, a prezzi speciali, durante la premiazione finale.