LANCIANO (CH): LE PAROLE DELLA “GENERAZIONE SOCIAL” ALL’IC D’ANNUNZIO


20200217_165251_resized_1

20200217_165157_resized

Un libro come “Social o dis-social?” diventa non solo una opportunità di lettura, ma anche e soprattutto uno strumento di lavoro didattico in classe. E’ quanto è accaduto a Lanciano, la “Città del Miracolo, della Musica e delle Fiere”, in provincia di Chieti, presso l’Istituto Comprensivo “D’Annunzio”, guidato dalla DS prof.ssa Anna Di Nizio, dove nelle scorse giornate è stato promosso un evento che ha visto gli allievi riflettere, insieme a Roberto Alborghetti, autore del libro edito da  Funtasy Editrice, su come “stare (bene) nella Rete”.

In vista della giornata, le pagine del libro sono state oggetto di studio e ricerca, con la realizzazione di prodotti didattici, compreso anche un sondaggio (di cui parleremo prossimamente) coordinato dalla prof.ssa Caravaggio. Ecco nella fotogalleria alcuni dei lavori che, sulla base dei contenuti del libro, sono stati realizzati dagli allievi dell’IC D’Annunzio di Lanciano (Chieti). Interessante il lavoro di ricerca sulle “parole” introdotte dai social e nel linguaggio dell’era digitale.

Per info su incontri con autore, corsi di formazione docenti e prenotazione testi: funtasyeditrice@gmail.com

PIU’ DI 600 STUDENTI AGLI INCONTRI IN ABRUZZO SU “COME STARE (BENE) NELLA RETE”


 

“E’ vero che c’è il rischio di epilessia fotosensibile se si sta ore ed ore incollati allo schermo e ai videogiochi della playstation? I telefonini sono sicuri per la salute? A quale età si può avere il profilo sui social? Non si può fare nulla contro i bulli e i cyberbulli? Come ci si può proteggere dalla luce blu dei dispositivi elettronici? Quali sono i videogiochi che creano dipendenza? Come non cadere nel rischio di diventare hikikomori? Ma perchè su TikTok ci sono video molto violenti?”.

Queste domande, e tante altre ancora, sono state rivolte a Roberto Alborghetti negli incontri sul libro “Social o dis-social?” (Funtasy Editrice) tenuti in Abruzzo, in provincia di Chieti, con appuntamenti indirizzati agli allievi, ai loro genitori e ai cittadini. Il libro-guida che aiuta a gestire e a misurare “il modo di stare (bene) nella Rete” ha appassionato centinaia di ragazze e ragazzi – oltre 600 – che l’autore ha incontrato nell’arco di distinte giornate. Gli eventi sono stati coordinati da Edit Inform, rappresentata da Luca Flacco e Giovanni Felice, che con Paolo Sandini di Funtasy Editrice hanno seguito l’organizzazione dell’intenso programma, che ha coinvolto tre città: Lanciano, San Salvo e Paglieta.      

IC D’ANNUNZIO, LANCIANO (CH)

La giornata “Social o dis-social?” si è tenuta a Lanciano, la “Città del Miracolo, della Musica e delle Fiere”, in provincia di Chieti, presso l’Istituto Comprensivo “D’Annunzio”, guidato dalla DS prof.ssa Anna Di Nizio. Un evento riuscito e molto partecipato che ha visto gli allievi riflettere, insieme a Roberto Alborghetti, autore del libro, su come “stare (bene) nella Rete”. Roberto ha incontrato gli studenti in due distinti momenti affrontando temi ed aspetti che riguardano l’uso consapevole della tecnologia, con particolare riferimento alla prevenzione dei fenomeni del cyberbullismo, del linguaggio di odio in Rete e delle fake news. In serata, alle ore 18, presso il Polo Museale di via Santo Spirito 77, si è svolto un incontro che ha visto una bella partecipazione dei genitori degli allievi dell’Istituto.

Hanno portato il saluto la DS prof.ssa Anna Di Nizio, la docente Caravaggio (che ha illustrato i contenuti del questionario suggerito nelle pagine di “Social o dis-social?”), il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, presente con il vicesindaco Giacinto Verna. Prossimamente dedicheremo spazio ai lavori che, sulla base dei contenuti del libro, sono stati realizzati dagli allievi dell’IC D’Annunzio di Lanciano.

IC SALVO D’ACQUISTO, SAN SALVO (CH)

Molto riuscita anche a San Salvo (Chieti), presso l’IC1 “Salvo D’Acquisto” diretto dalla prof.ssa Annarosa Costantini, la giornata degli incontri sui contenuti del libro “Social o dis-social? / Misura il tuo modo di stare (bene) nella Rete” (Funtasy Editrice). L’autore, Roberto Alborghetti ha incontrato allievi e genitori nel corso di un evento molto partecipato, realizzato con la  collaborazione e il sostegno di Metamer / L’energia accanto a te, realtà produttiva espressione del territorio.

Nella mattinata, Alborghetti ha dialogato con le classi 5A e 5B della scuola Primaria e successivamente con le classi della Scuola Secondaria 1°: la 1D, la 1E e la 1G. Quattro ore che gli allievi hanno seguito nella massima attenzione, avviando con l’autore un coinvolgente dibattito sulle problematiche che gli stessi giovanissimi vivono quotidianamente nella loro frequentazione della Rete.

Nel pomeriggio, ha avuto luogo un pubblico incontro con i genitori degli alunni, le istituzioni del territorio e lo sponsor, sempre sui temi dell’uso consapevole della tecnologia, nell’ottica della prevenzione dei fenomeno del bullismo e cyberbullismo. Gli incontri – aperti dalla Dirigente Annarosa Costantini – hanno visto una bella e numerosa partecipazione da parte dei genitori e dei cittadini. E’ intervenuta anche la vice sindaco, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, assessore Maria Travaglini. Prossimamente, sempre su questo sito, presenteremo alcuni dei lavori didattici che i ragazzi hanno realizzato in classe sui temi del libro “Social o dis-social?”.

IC BENEDETTO CROCE, PAGLIETA (CH)

Grande interesse e partecipazione anche a Paglieta, nella Valle del Sangro, in provincia di Chieti, presso lIstituto comprensivo “Benedetto Croce”, guidato dalla DS prof.ssa Lara Di Luigi. L’iniziativa, ha coinvolto gli allievi delle classi quinte della Primaria e della classi prime e seconde della Secondaria di 1°.

Nel tardo pomeriggio, presso la bella Sala Polifunzionale del Comune, si è tenuto un incontro con i genitori e la cittadinanza, ai quali sono state restituite le impressioni, le domande e quanto uscito nella mattinata negli incontri con gli allievi. Sono intervenuti la Dirigente prof.ssa Lara Di Luigi e il sindaco di Paglieta, avv. Ernesto Graziani, e numerosi docenti in servizio presso l’IC Croce. I temi dell’incontro hanno riguardato la stretta attualità e la necessità di un uso responsabile dei dispositivi digitali, della Rete, dei social e delle chat. Roberto Alborghetti, come del resto scrive nel libro, suggerisce non solo riflessioni, ma proposte concrete, che i ragazzi e le ragazze dell’IC Croce hanno dimostrato di condividere.

Davvero grande l’attenzione con cui studenti e genitori hanno partecipato agli eventi in Abruzzo, ponendo domande ed interrogativi, soprattutto sulle questioni legate alla sicurezza e al benessere personale. Molto avvertite le preoccupazioni sul tempo, sempre più esteso, che i ragazzi passano nelle chat, su alcuni social – è il caso di TikTok – che stanno occupando tempo e spazio nella vita dei preadolescenti, anche con modalità sempre più preoccupanti (si veda l’ultimo fenomeno bullistico, quello dei “rompicranio”, che sta già causando serie conseguenze sul piano della salute fisica). I docenti hanno sottolineato l’aspetto didattico del libro, che ora continuerà ad essere  approfondito durante le ore di lezione.

Nelle foto di Paolo Sandini: alcuni momenti degli incontri in Abruzzo.

Per info su incontri con autore, corsi di formazione docenti e prenotazione testi: funtasyeditrice@gmail.com

SOCIAL O DIS-SOCIAL? / INCONTRI A LANCIANO, SAN SALVO E PAGLIETA (CHIETI)


 

“Social o dis-social?”: il libro di Funtasy Editrice che aiuta a “misurare il modo di stare (bene) nella Rete”, continua ad essere al centro di incontri, dibattiti ed iniziative che coinvolgono il mondo della scuola. Ecco il calendario delle prossime tre giornate in Abruzzo, in provincia di Chieti:

  • Lanciano, Lunedi 17 febbraio, presso l’Istituto Comprensivo “D’Annunzio”, guidato dalla DS prof.ssa Anna Di Nizio;
  • San Salvo, Martedi 18 febbraio, presso l’Istituto Comprensivo “Salvo D’Acquisto”, guidato dalla DS prof.ssa Anna Costantini; sponsor dell’evento: Metamer, “L’energia accanto a te”;
  • Paglieta, Mercoledi 19 febbraio, presso l’Istituto Comprensivo “Benedetto Croce”, guidato dalla DS prof.ssa Lara Di Luigi.

L’autore del libro, Roberto Alborghetti, incontra allievi, genitori e la cittadinanza, sui temi di stretta attualità, che riguardano l’uso responsabile dei dispositivi digitali e della Rete. Gli incontri sono realizzati con la collaborazione di Edit Inform. Nelle foto: le locandine-poster degli incontri.

Per info su incontri con autore, corsi di formazione docenti e prenotazione testi: funtasyeditrice@gmail.com

1 Social o dis-social - Copertina

SOCIAL O DIS-SOCIAL? / TRE GIORNATE IN ABRUZZO: INCONTRI A LANCIANO, SAN SALVO E PAGLIETA


 

“Social o dis-social?”: continua il “giro d’Italia 2020” con il libro di Funtasy Editrice che aiuta a “misurare il modo di stare (bene) nella Rete”. Ecco il calendario delle prossime tre giornate in Abruzzo, in provincia di Chieti. Le tappe stabilite sono a:

  • Lanciano, il 17 febbraio, presso l’Istituto Comprensivo “D’Annunzio”, guidato dalla DS prof.ssa Anna Di Nizio;
  • San Salvo, il 18 febbraio, presso l’Istituto Comprensivo “Salvo D’Acquisto”, guidato dalla DS prof.ssa Anna Costantini; sponsor dell’evento: Metamer, “L’energia accanto a te”;
  • Paglieta, il 19 febbraio, presso l’Istituto Comprensivo “Benedetto Croce”, guidato dalla DS prof.ssa Lara Di Luigi.

L’autore del libro, Roberto Alborghetti, incontra allievi, genitori e la cittadinanza, sui temi di stretta attualità, che riguardano l’uso responsabile dei dispositivi digitali e della Rete. Gli incontri sono realizzati con la collaborazione di Edit Inform. Nelle foto: le locandine-poster degli incontri.

Per info su incontri con autore, corsi di formazione docenti e prenotazione testi: funtasyeditrice@gmail.com

1 Social o dis-social - Copertina

“SOCIAL O DIS-SOCIAL?” A BELSITO E PIANO LAGO (CS): TUTTI INSIEME PER NON CADERE NELLA…RETE


Foto: Paolo Sandini, Luisa Alborghetti, Marisa Leo, Annarita Vigna

La prima tappa è stata presso la Sala Consigliare del Comune di Belsito, bella e storica località del Savuto, risalente come origini all’alto Medioevo. La Dirigente Scolastica dott.ssa Mariella Chiappetta ha introdotto la mattinata che ha visto la presenza della dott.ssa Lucia Nicoletti, Sindaco del Comune di Santo Stefano (CS), del dottor Antonio Basile,  Sindaco del Comune di Belsito (CS). Sono intervenute la prof.ssa Marisa Leo, la prof.ssa  Mariangela Orlando, referente contrasto al bullismo e cyberbullismo per l’I.C. Mangone-Grimaldi e la prof.ssa Maria Gabriella Gallo, referente contrasto al bullismo e cyberbullismo per l’Istituto Omnicomprensivo di  Scigliano-Bianchi (CS), che ha messo in cantiere l’evento, trovando ampia collaborazione nel corpo docente. Il secondo momento della mattinata si è svolto presso la scuola di Piano Lago, dove – insieme ai docenti già citati – è intervenuto anche il dott. Vincenzo Di Voto, Presidente del Rotary Club di Mendicino (CS).

Come rilevato dalla Dirigente dott.ssa Mariella Chiappetta, il libro “Social o dis-social? / Misura il tuo modo di stare (bene) nella Rete”, è una pratica e coinvolgente guida per gli “under 14” invitati a vivere la tecnologia come una grande opportunità e non come un’esperienza che può far male a se stessi e agli altri. Nel suo intervento, Roberto Alborghetti ha evidenziato come stia crescendo – nelle famiglie, negli operatori scolastici e negli  educatori – la preoccupazione per le modalità con cui i giovanissimi se ne stanno  sugli schermi di smartphone, tablet e play station, preda di chat e videogiochi che rubano sempre più tempi e spazi. Roberto ha poi parlato delle modalità per stare nella Rete, invitando ad un uso corretto delle parole, aspetto che sarà sempre più determinante nel contrastare – come ha rilevato la stessa DS Mariella Chiappetta – quell’analfabetismo disfunzionale, sempre più diffuso.  

Roberto Alborghetti, nel libro, suggerisce non solo riflessioni, ma proposte concrete, che i ragazzi e le ragazze dell’IC Mangone Grimaldi hanno dimostrato di condividere. Davvero grande l’attenzione con cui essi hanno partecipato alla mattinata, ponendo domande ed interrogativi, soprattutto sulle questioni legate alla sicurezza dello smartphone, come la quantità di radiofrequenza che ci portiamo addosso, la presenza di microparticelle di coltan (minerale radioattivo), su come evitare gli effetti della luce blu (prima cosa da fare: attivare il filtro installato sui dispositivi elettronici).

I docenti presenti all’incontro hanno sottolineato l’aspetto didattico del libro, che ora suggerirà ulteriori approfondimenti durante le ore di lezioni. E non è escluso che da questo incontro possano nascere nuove attività ed iniziative che possano coinvolgere anche i genitori, la cittadinanza e le comunità del territorio.

PER INFO E CONTATTI SU INCONTRI CON L’AUTORE, WORKSHOPS, CORSI DI FORMAZIONE DOCENTI E ACQUISIZIONI DI TESTI: FUNTASYEDITRICE@GMAIL.COM

2-3 FEBBRAIO 2020: DUE GIORNATE IN CALABRIA SU CITTADINANZA ATTIVA E DIGITALE


Due giornate in Calabria, nel panorama della Sila, per parlare e riflettere attorno ai temi proposti dai libri “Italiani o It-alieni?” e ““Social o dis-social?” (publicati da Funtasy Editrice). Il 2 e il 3 febbraio, il “girolibri 2020” fa tappa a Bianch e in altri due Comuni della provincia di Cosenza, Belsito e Piano Lago, facenti capo all’Istituto comprensivo Mangone-Grimaldi. Ma vediamo il programma nel dettaglio.

ITALIANI O IT-ALIENI? 2 FEBBRAIO A BIANCHI

ITALIANI copertina Copia

Una giornata dedicata al libro “Italiani o It-alieni?”, e alla bellezza dell’essere italiani, a Bianchi, bella località ai piedi della Sila in provincia di Cosenza, Domani, domenica 2 febbraio, nell’ambito dell’annuale Settimana dell’Educazione, organizzata dall’Unità pastorale di Bianchi, Colosimi, Pedivigliano, sono stati approntati eventi dedicati al valore della Parola e delle parole, al senso civico, alla solidarietà, alla comunità civica; va detto che nel 2020 il Comune di Bianchi compie ben 200 anni di vita e di storia.

Il programma prevede i seguenti momenti con la presenza dell’autore, Roberto Alborghetti: Ore 15:30 Incontro con i bambini e i ragazzi delle Parrocchie dell’Unità pastorale; Ore 17:30 Tombola della Costituzione; Ore 18 Incontro con i genitori e con tutta la cittadinanza; interverranno don Giuseppe Trotta, le Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento. Funtasy Editrice sarà presente con Paolo Sandini. Gli incontri avranno luogo presso il Teatro Comunale di Bianchi.

3 FEBBRAIO: INCONTRI ALL’IC MANGONE – GRIMALDI

1 Social o dis-social - Copertina

Una mattinata per rifletter sui temi suggeriti dal libro “Social o dis-social?” (Funtasy Editrice), in particolar modo sulle questioni legate alla prevenzione del cyberbullismo. E’ in programma LUNEDI 3 FEBBRAIO 2020 in due Comuni in provincia di Cosenza, Belsito e Piano Lago, facenti capo all’Istituto comprensivo Mangone-Grimaldi. guidato dalla Dirigente dott.ssa Mariella Chiappetta. L’iniziativa coinvolgerà gli allievi della Primaria e della Secondaria di 1°. L’iniziativa vede la collaborazione dei Comuni di Belsito, Mangone e Santo Stefano (CS). Il libro “Social o dis-social? / Misura il tuo modo di stare (bene) nella Rete”, è una pratica e coinvolgente guida per gli “under 14” invitati a vivere la tecnologia come una grande opportunità e non come un’esperienza che fa male a se stessi e agli altri. Ma ecco nel dettaglio il programma degli incontri.

  • LUNEDI 3 FEBBRAIO 2020, ORE 9:00, SALA CONSIGLIARE COMUNE DI BELSITO, Saluti: Dirigente Scolastica Istituto comprensivo Mangone-Grimaldi,dott.ssa Mariella Chiappetta; Dott.ssa Lucia Nicoletti, Sindaco Comune di Santo Stefano (CS); Dottor Antonio Basile, Sindaco Comune di Belsito (CS); Introduce: Prof.ssa Marisa Leo; Interviene: Prof.ssa Mariangela Orlando, referente contrasto al bullismo e cyberbullismo per l’I.C. Mangone-Grimaldi; Coordina: Prof.ssa Maria Gabriella Gallo, referente contrasto al bullismo e cyberbullismo per l’Istituto Omnicomprensivo di Scigliano-Bianchi (CS).
  • LUNEDI 3 FEBBRAIO 2020, ORE 11:00, PLESSO SCUOLA DI PIANO LAGO, Saluti: Dirigente Scolastica Istituto comprensivo Mangone-Grimaldi, Dott.ssa Mariella Chiappetta; Dott.Orazio Berardi , Sindaco Comune di Mangone (CS); Introduce: Prof.ssa Mariangela Orlando, referente contrasto al bullismo e cyberbullismo per l’I.C. Mangone-Grimaldi; Interviene: Dott. Vincenzo Di Voto, Presidente Rotary Club di Mendicino (CS); Coordina: Prof.ssa Maria Gabriella Gallo, referente contrasto al bullismo e cyberbullismo per l’Istituto Omnicomprensivo di Scigliano-Bianchi (CS).
  • PER INFO E CONTATTI SU INCONTRI CON L’AUTORE, WORKSHOPS, CORSI DI FORMAZIONE DOCENTI E ACQUISIZIONI DI TESTI: FUNTASYEDITRICE@GMAIL.COM

“SOCIAL O DIS-SOCIAL?”/ 2019-BOOM: INCONTRI CON OLTRE 25.000 ALLIEVI


NELLE FOTO: IMMAGINI DI ALCUNI INCONTRI SU “SOCIAL O DIS-SOCIAL?”

Tappe in oltre 90 località, circa 220 incontri nelle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, 25.000 tra studenti, docenti e genitori coinvolti: sono, questi, i numeri che disegnano l’attenzione e la partecipazione che nel 2019 hanno accompagnando in tutta Italia la proposta di un libro, “Social o dis-social?”, di Roberto Alborghetti, edito da Funtasy Editrice con la grafica e le illustrazioni di Eleonora Moretti.

Un successo accompagnato da un altro dato: il testo è già alla seconda edizione, essenzialmente veicolato in modo alternativo rispetto al circuito delle librerie durante eventi in cui sono stati coinvolti attivamente gli istituti scolastici nell’ambito dei progetti lettura o in attività didattiche legate ai temi della tecnologia, della legalità, della sicurezza in rete e della cittadinanza digitale. ““Social o dis-social?” riporta la prefazione del prof. Mario Morcellini, commissario AGCOM, ed è stampato in carattere Easy Reading, ossia ad alta leggibilità, a sottolineare l’inclusività della pubblicazione. Un libro che risponde alle esigenze e alle domande che la scuola italiana – e le stesse famiglie – si pongono nei confronti delle problematiche della tecnologia, della gestione dei “social”, dell’accesso al digitale da parte dei minori, dell’isolamento digitale sempre più in aumento.

Gli incontri di Roberto Alborghetti – con tappe in varie zone d’Italia,da Nord a Sud – sono ovunque accolti con grande interesse. Sono spesso preparati con la lettura del libro e con la compilazione delle tredici “schede di autovalutazione” da parte di ogni allievo, chiamato a mettersi a confronto con il suo modo di stare nella rete. Da segnalare anche il riscontro degli incontri con i genitori, che le scuole solitamente prevedono accanto a quelli per gli studenti. In Abruzzo gli eventi sono stati promossi con la collaborazione di Edit Inform.

Il booktour2019 di “Social o dis-social?” proseguirà anche nel coro del 2020, affiancato anche dagli incontri dedicati a “Italiani o It-alieni?”, altro titolo di grande attualità pubblicato da Funtasy.

“Social o dis-social?” non è disponibile nel normale circuito distributivo. Per copie, informazioni sugli incontri, organizzazione di incontri di formazione docenti, contattare: funtasyeditrice@gmail.com 

RAGAZZI SEMPRE PIU’ “DIS-SOCIAL”: ECCO I CONSIGLI PER UN NATALE “DIGITAL FREE”


1 Social o dis-social - Copertina

Un consiglio di lettura: “Social o dis-social?” / Misura il tuo modo di stare (bene) nella rete”, la guida per “under 14” di Funtasy Editrice. Info: funtasyeditrice@gmail.com

Abbassa drasticamente il tasso di attenzione durante le conversazioni a tavola, danneggia le relazioni sociali con i parenti, genera un senso di insicurezza e invidia al momento dello scartamento dei regali. Sono questi alcuni degli effetti negativi derivati dall’abuso quotidiano di Facebook e Instagram, che non cessa neanche durante le festività: il 41% dei ragazzi britannici dichiara di sentirsi triste e depresso.

Le festività natalizie rappresentano da sempre il momento per eccellenza di convivialità quotidiana, ma il senso di unione sociale viene ormai oscurato dall’abuso dei social. Basti pensare che secondo un’indagine pubblicata sul portale britannico The Independent gli appartenenti alla Generazione Z controllano le notifiche sul proprio smartphone 28 volte al giorno, per la media di quasi una volta all’ora e 10mile volte in un anno. Ma quali sono gli effetti negativi dell’abuso dei social sulla salute fisica e mentale, che si ripercuotono anche durante le festività natalizie? Secondo una ricerca pubblicata sul medesimo portale e che ha coinvolto oltre 1000 ragazzi britannici, il 41% ha dichiarato di sentirsi triste e depresso dopo l’uso massiccio dei social. E ancora, secondo una ricerca dell’American Journal of Health Promotion pubblicata su Psychology Today, gli effetti negativi non si fermano solo al lato psicologico ma influenzano la salute peggiorando le condizioni dell’organismo come un calo drastico del tasso di attenzione, soprattutto durante le tavolate con i parenti, danneggiando le relazioni sociali e creando stati di ansia e infelicità. Ma non è tutto, perché da una della ricerca della University of Copenaghen pubblicata sulla BBC è emerso come guardare continuamente i profili social degli altri utenti, soprattutto su Instagram, genera un senso di insicurezza e invidia che si ripercuote anche durante il fatidico momento dello scartamento dei regali. Per questo motivo gli esperti consigliano di limitarne l’utilizzo durante le festività e godersi un Natale “digital free”.

“Una delle maggiori cause di sofferenza individuale e collettiva consiste nell’illusione di possedere indipendenza e libertà, idea condizionata da una cultura che fa della manipolazione e della superficialità le sue principali armi di controllo – ha spiegato Andrea Di Terlizzi, autore del testo La Vera Matrix assieme a Antonella Spotti e di numerosi libri sulla natura umana e sul potenziale nascosto in ogni persona – In una società nella quale il numero di like interessa più di chi ci vive accanto diventa sempre più difficile sviluppare un grado sufficiente di sensibilità e questo si ripercuote anche durante le festività. Il cuore e l’empatia rappresentano i soli strumenti capaci di salvarci dalle innumerevoli, vacue e spesso pericolose derive che può prendere una mente disarmonica. Dobbiamo ritrovare il calore della vera umanità, soprattutto in un momento importante come il Natale, e solo allora i social possono trasformarsi in strumenti dove la comunicazione sia costruttiva e non vacua e distruttiva. Quello che deve svilupparsi è una nuova cultura dell’amorevolezza e del rispetto”.

Pensiero condiviso da Erin Vogel, professore di psichiatria alla University of California: “Numerose ricerche hanno evidenziato come un utilizzo spropositato dei social possa distorcere la percezione della realtà, creando un senso di insoddisfazione costante per via della ricerca della perfezione. Inoltre si riscontrano conseguenze negative sulla normale regolarità del sonno perché l’utilizzo del cellulare prima di andare a letto sopprima il rilascio di melatonina, ormone fondamentale per regolare la stanchezza”.

Per evitare gli effetti negativi derivati dall’abuso dei social, è consigliabile del sano digital detox durante le festività e iniziare il nuovo anno con una marcia in più. Secondo una ricerca dell’American Association for the Advancement of Science (AAAS) pubblicata su Forbes, infatti, prendersi una pausa dai social genera effetti positivi sul nostro organismo equiparabili a quelli di una dieta salutare e della riduzione del fumo: gli ormoni dello stress si riducono, il sistema immunitario riceve una spinta in più e migliorano le relazioni interpersonali, soprattutto sul posto di lavoro. Ma non è tutto, perché secondo una ricerca pubblicata su Entrepeneur il digital detox permette di schiarirsi le idee e migliorare il tasso di produttività e creatività. Una pratica seguita anche da alcuni dei più grandi imprenditori al mondo come Elon Musk, che il weekend non controlla i social e le e-mail per dedicarsi completamente alla famiglia.

 

MONTESILVANO (PE): 400 ALLIEVI SI CONFRONTANO SUL LIBRO “SOCIAL O DIS-SOCIAL?”


Due giornate, cinque incontri, oltre 400 studenti. E tantissime attenzione e voglia di capire. Davvero riuscitissima l’iniziativa dell’IC Troiano-Delfico di Montesilvano (Pescara) dove, il 2 e 3 dicembre, si sono svolti incontri sui temi del libro “Social o dis-social? Misura il tuo modo di stare (bene) nella rete”, Funtasy Editrice, al centro di un lungo giro tra le scuole di tutta Italia. Con il coordinamento di Edit Inform e con la presenza di Roberto Alborghetti, sono stati discusso i temi suggeriti dal libro, in particolar modo le questioni legate alla prevenzione del cyberbullismo, del tempo orario dedicato al consumo della Rete. Un’esperienza voluta dalla Dirigente prof.ssa Vincenza Medina e portata avanti dalla docente prof.ssa Giulia Di Nunzio (referente d’istituto per il contrasto al bullismo e cyerbullismo), dalla prof.ssa D’Aprile e dalla vice-preside prof.ssa Annalisa La Vella. 

Molte le domande e le riflessioni che nell’arco  degli incontri sono affiorate tra gli allievi, che hanno manifestato grande voglia di capire e confrontarsi sui numeri e sui fatti raccontati, con semplicità ed efficacia, nelle pagine di “Social o dis-social?”, testo che è davvero una sfida lanciata alla scuola, Come sottolineato da un docente, “il libro non è il solito racconto, ma un vero e proprio “saggio” per ragazzi, un libro dal taglio divulgativo, costruito sulla logica dei fatti concreti, e che parla al cuore e anche alla testa, alla razionalità. Ha la forza devastante di parlarti con i numeri, di trascinarti dentro con efficacia dentro il flusso caotico e veloce che è la società tecnologica di oggi. Utile ai giovanissimi, ma anche agli adulti.”

Non per niente, l’IC Troiano-Delfico ha proposto anche un momento per i genitori, invitandoli ad una serata, che ha visto una bella partecipazione di mamme e papà ,sempre più preoccupati del “troppo tempo” che i figli passano sugli schermi dei dispositivi digitali. Gli incontri si sono tenuti presso  presso il Salone parrocchiale della chiesa di Sant’Antonio di Padova e presso Palazzo Baldoni. Ora, il lavoro proseguirà in classe, riprendendo le tante suggestioni degli incontri, seguiti con grande partecipazione ed entusiasmo dagli allievi e dalle allieve. Funtasy Editrice era presente con Paolo Sandini e Edit Inform con Antonio Modesti, che ha ottimamente curato lo svolgimento dell’evento.

Foto di Giulia Di Nunzio e Paolo Sandini

Disegno di Rocco De Dominicis
Così lo studente Rocco De Dominicis ha raccontato l’incontro di Roberto Alborghetti presso l’IC Troiano-Delfico di Montesilvano (PE)

Per info e contatti su incontri con l’autore, workshops, corsi di formazione docenti e acquisizioni di testi: funtasyeditrice@gmail.com

DISEGNI E PAROLE: VIDEO-ALBUM SULL’ESPERIENZA ‘SOCIAL’ ALL’I.C. CAPPONI DI MILANO


Immagini, disegni e colori dall’iniziativa “Una Rete per includere” promossa dall’IC Capponi di Milano, diretto dalla prof.ssa Gabriella Conte, con il Municipio 5. Nelle giornate 5,6 e 11 Novembre 2019 Roberto Alborghetti ha guidato incontri e workshop sui temi del libro “Social o dis-social?”, Funtasy Editrice. Soundtrack: Urban Lullabye, Jimmy Fontanez.