MILANO / I.C. CAPPONI: “UNA RETE PER INCLUDERE” CON COLORI E CREATIVITA’


20191107_093347_resized20191107_093414_resized

“Una Rete per includere”: in corso in questi giorni a Milano, all’IC Capponi diretto da Gabriella Conte, una esperienza formativa sui contenuti del libro “Social o dis-social?” (Funtasy Editrice), oggetto di lettura, analisi e discussioni. L’iniziativa è realizzata con la collaborazione e il sostegno del Municipio 5. Si svolgono incontri e workshop, animati da Roberto Alborghetti (autore del libro),  per gli allievi e per i genitori. Grande spazio alla libera creatività. Ecco nelle foto alcuni dei lavori che, con il linguaggio degli emoticon, narrano “Noi e la rete: emozioni, stati d’animo, pensieri”.

Interessante anche lo spazio creato “in continuità” tra primaria e secondaria di primo grado. La redazione del giornale scolastico della “Gramsci” ha intervistato Roberto Alborghetti: un momento vissuto insieme agli alunni della classe quinta. La giornata finale sarà lunedi prossimo 11 novembre e coinvolgerà le classi Quinte (sede: Scuola Primaria “Moro”, di Via Pescarenico) e, in serata, alle ore 18, i genitori (sede: Scuola “Gramsci”, via Tosi).

20191105_222308_resized

“UNA RETE PER INCLUDERE”: INCONTRI PER ALUNNI E GENITORI ALL’I.C. “CAPPONI” DI MILANO


 “Una Rete per includere”: è questo il tema di una innovativa esperienza formativa in programma in questa e nella prossima settimana a Milano presso l’Istituto Comprensivo “Gino Capponi” diretto dalla dott.ssa Gabriella Conte. Il corso-esperienza – realizzato con il sostegno e la collaborazione del Municipio 5 di Milano – è indirizzato agli alunni delle Classi Quinte della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “Capponi” di Milano. Sono previste 18 ore complessive, di cui 6 di laboratorio. 

Ma non solo: l’iniziativa è rivolta anche a tutti i genitori degli alunni dell’Istituto e alla cittadinanza: previsti due distinti incontri. A guidare l’esperienza, fortemente voluta dalla sua Dirigente e dal gruppo docenti, sarà, in qualità di formatore-relatore, Roberto Alborghetti, giornalista e autore del libro  “Social o dis-social?” (Funtasy Editrice), i cui temi di fondo saranno al centro delle varie attività.

 GLI OBIETTIVI DEL CORSO-ESPERIENZA

  • Acquisire conoscenze sui fenomeni innescati dalla tecnologia digitale in ambito sociale, culturale e scolastico.
  • Acquisire elementi di conoscenza sulla situazione attuale del consumo tecnologico e degli effetti in ordine al benessere fisico e psicologico dei soggetti in età evolutiva.
  • Sviluppare competenze per interventi didattici al fine di gestire al meglio, all’interno del gruppo-classe, il rapporto individuale con il mezzo tecnologico, anche ai fini della prevenzione di fenomeni come cyberbullismo, isolamento digitale, deficit di attenzione e di attività motoria, disturbi comportamentali.
  • Suggerire e proporre modalità di lavoro che affiancano ed accompagnano il gruppo-classe in un percorso di ricerca e di autovalutazione, al fine di prendere coscienza che la tecnologia va usata al meglio, nel rispetto della propria vita e di quella degli altri.
  • Elaborazione di attività e di iniziative per attuare, all’interno dell’istituto scolastico, esperienze di contrasto e di prevenzione dei fenomeni del cyber bullismo e del bullismo.

PROGRAMMA DEGLI INCONTRI   

Presso la Scuola Primaria “Moro”, in via Pescarenico 6, Milano

Martedi 5 e Mercoledi 6 Novembre 2019

Sezioni coinvolte: Quinta A, Quinta B,  Quinta C

Orario : Mattino

 *

LABORATORIO CON LE CLASSI QUINTE 

Presso la Scuola Primaria “Moro”, in via Pescarenico 6, Milano

Lunedi 11 Novembre 2019

Sezioni coinvolte: Quinte A, Quinta B, Quinta C

Orario : Mattino

*

INCONTRI PER I GENITORI

Martedi 5 Novembre e Lunedi 11 Novembre 2019, Ore 18:00

Sede: Scuola Secondaria Primo Grado “Gramsci”

Via F. Tosi 21, Milano

  

Per info:

https://funtasyedizionideldivertimente.wordpress.com/

 

Una “rivoluzione” che chiede di essere gestita

Social cartolina SmombinaSiamo tutti sempre più “connessi”. E sempre più portatori di tecnologie digitali. Un fenomeno, questo, che sta cambiando profondamente il modo di essere dei giovanissimi, i cosiddetti nativi digitali o millennials. E’ un panorama che, per certi aspetti, si è sviluppato fuori da ogni controllo, al di là di ogni legge, originando stili di vita, comportamenti e fenomeni con i quali il mondo dell’educazione ed il sistema scolastico si trovano a confrontarsi quotidianamente.

L’evoluzione digitale ha bruciato le stesse tappe dell’età evolutiva, di bambini e ragazzi, rivoluzionando i “passaggi” e le fasi del tempo anagrafico, resi più vicini dai mezzi tecnologici, il cui apprendimento all’uso appare quasi istintivo ed immediato nei Social cartolina Smombinaprimi anni di vita.

Si stanno imponendo realtà che non richiedono “guerre” contro la tecnologia, ma azioni (e processi) di conoscenza e di approfondimento per mettere la scuola nella condizione di gestire le problematiche relative all’uso corretto e responsabile dei dispositivi digitali. Perché oggi, più che mai, la scuola è chiamata a “far vivere” la tecnologia come un’opportunità di crescita e non come un’esperienza che può ostacolare il ben-essere personale e di gruppo.

COMUNE DI FIUMICINO: UN NUOVO PARCO E IL LIBRO “SOCIAL O DIS-SOCIAL?” IN DONO ALLE SCUOLE


Guest Writer: STEFANO ALBERTI

Foto: PAOLO SANDINI

Il Comune di Fiumicino, e il suo sindaco Esterino Montino, hanno avuto una bella idea: consegnare agli studenti del territorio della città, una copia di “Social o dis-social?“, il testo di Funtasy editrice per stare bene nella Rete. Il dono ha avuto un momento pubblico che è coinciso con la presentazione di un altro grande progetto “social” per i giovanissimi: un “parco” per i bambini e le bambine di Fiumicino. Insomma, un vero e proprio doppio regalo “social”.

Infatti, entro il 2020, sarà realizzata la Città dei Bambini al Parco Tommaso Forti di Isola Sacra. E’ stato lo stesso sindaco di Fiumicino, nella mattinata del 24 ottobre, a parlare ai ragazzi e alle ragazze, incontrati in un clima di grande festa. C’erano anche Funtasy editrice, con Paolo Sandini, coordinatore editoriale, e Roberto Alborghetti, che ha poi tenuto all’aperto le presentazioni di “Social o dis-social?” a distinti gruppi di allievi, oltre 700.
Sul nuovo parco il sindaco Montino ha anticipato che «sarà un’area completamente destinata ai bambini. Riqualificherà l’attuale parco con giochi divisi per fascia d’età e tema, da 0 a oltre 10 anni, interattivi. Ci saranno servizi, un’area ristorazione, una sala polifunzionale, la sede del Garante dell’infanzia, un palco con quinte in muratura, l’assenza completa di barriere architettoniche e aree fiorite con essenze e colori variabili. Oltre 3mila metri quadrati di spazi per i nostri giovani”.

Alla bellissima mattinata hanno partecipato esponenti e rappresentanti dell’Amministrazione. Agli alunni, come detto – oltre a  brochure con i dettagli sulla Città dei Bambini e a simpatiche calamitine con l’immagine dei porti di Claudio e Traiano con il Qr-Code per i numeri utili del Comune – è stato donato  il libro “Social o Dis-Social?” di Roberto Alborghetti, con le illustrazioni di Eleonora Moretti. “Un testo utile e quantomai necessario – ha detto il sindaco Montino – in quanto invita e sollecita al corretto uso dei dispositivi tecnologici digitali, tema quantomai di attualità”. L’iniziativa, realizzata grazie a Fiumicino Tributi, è stata poi illustrata agli studenti da Roberto Alborghetti, nel corso di un paio di originali “lezioni all’aria aperta”, molto seguite e partecipate. Sono intervenuti anche l‘assessore ai Servizi Sociali, Annamaria Anselmi, e l’assessore all’Istruzione Paolo Calicchio.

E’ seguita la consegna di “Social a dis-social?” a conclusione di una mattinata ottimamente coordinata ed organizzata dal Capo Gabinetto dott. Roberto Saoncella, con la collaborazione di Fiumicino Tributi e l’assistenza del delegato alla Sicurezza, Domenico Parente. Ovviamente non è mancata una buona merenda mattutina, rigorosamente a base di frutta, prodotta a chilometro zero.

“UNA RETE PER INCLUDERE”: A NOVEMBRE CORSO-ESPERIENZA ALL’I.C. “CAPPONI” DI MILANO


 “Una Rete per includere”: è questo il tema di una innovativa esperienza formativa in programma a Milano nel prossimo mese di novembre presso l’Istituto Comprensivo “Gino Capponi” diretto dalla dott.ssa Gabriella Conte. Il corso-esperienza – realizzato con il sostegno e la collaborazione del Municipio 5 di Milano – è indirizzato agli alunni delle Classi Quinte della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “Capponi” di Milano. Sono previste 18 ore complessive, di cui 6 di laboratorio. 

Ma non solo: l’iniziativa è rivolta anche a tutti i genitori degli alunni dell’Istituto e alla cittadinanza: previsti due distinti incontri. A guidare l’esperienza, fortemente voluta dalla sua Dirigente e dal gruppo docenti, sarà, in qualità di formatore-relatore, Roberto Alborghetti, giornalista e autore del libro  “Social o dis-social?” (Funtasy Editrice), i cui temi di fondo saranno al centro delle varie attività.

 GLI OBIETTIVI DEL CORSO-ESPERIENZA

  • Acquisire conoscenze sui fenomeni innescati dalla tecnologia digitale in ambito sociale, culturale e scolastico.
  • Acquisire elementi di conoscenza sulla situazione attuale del consumo tecnologico e degli effetti in ordine al benessere fisico e psicologico dei soggetti in età evolutiva.
  • Sviluppare competenze per interventi didattici al fine di gestire al meglio, all’interno del gruppo-classe, il rapporto individuale con il mezzo tecnologico, anche ai fini della prevenzione di fenomeni come cyberbullismo, isolamento digitale, deficit di attenzione e di attività motoria, disturbi comportamentali.
  • Suggerire e proporre modalità di lavoro che affiancano ed accompagnano il gruppo-classe in un percorso di ricerca e di autovalutazione, al fine di prendere coscienza che la tecnologia va usata al meglio, nel rispetto della propria vita e di quella degli altri.
  • Elaborazione di attività e di iniziative per attuare, all’interno dell’istituto scolastico, esperienze di contrasto e di prevenzione dei fenomeni del cyber bullismo e del bullismo.

PROGRAMMA DEGLI INCONTRI   

Presso la Scuola Primaria “Moro”, in via Pescarenico 6, Milano

Martedi 5 e Mercoledi 6 Novembre 2019

Sezioni coinvolte: Quinta A, Quinta B,  Quinta C

Orario : Mattino

 *

LABORATORIO CON LE CLASSI QUINTE 

Presso la Scuola Primaria “Moro”, in via Pescarenico 6, Milano

Lunedi 11 Novembre 2019

Sezioni coinvolte: Quinte A, Quinta B, Quinta C

Orario : Mattino

*

INCONTRI PER I GENITORI

Martedi 5 Novembre e Lunedi 11 Novembre 2019, Ore 18:00

Sede: Scuola Secondaria Primo Grado “Gramsci”

Via F. Tosi 21, Milano

  

Per info:

https://funtasyedizionideldivertimente.wordpress.com/

 

Una “rivoluzione” che chiede di essere gestita

Social cartolina SmombinaSiamo tutti sempre più “connessi”. E sempre più portatori di tecnologie digitali. Un fenomeno, questo, che sta cambiando profondamente il modo di essere dei giovanissimi, i cosiddetti nativi digitali o millennials. E’ un panorama che, per certi aspetti, si è sviluppato fuori da ogni controllo, al di là di ogni legge, originando stili di vita, comportamenti e fenomeni con i quali il mondo dell’educazione ed il sistema scolastico si trovano a confrontarsi quotidianamente.

L’evoluzione digitale ha bruciato le stesse tappe dell’età evolutiva, di bambini e ragazzi, rivoluzionando i “passaggi” e le fasi del tempo anagrafico, resi più vicini dai mezzi tecnologici, il cui apprendimento all’uso appare quasi istintivo ed immediato nei Social cartolina Smombinaprimi anni di vita.

Si stanno imponendo realtà che non richiedono “guerre” contro la tecnologia, ma azioni (e processi) di conoscenza e di approfondimento per mettere la scuola nella condizione di gestire le problematiche relative all’uso corretto e responsabile dei dispositivi digitali. Perché oggi, più che mai, la scuola è chiamata a “far vivere” la tecnologia come un’opportunità di crescita e non come un’esperienza che può ostacolare il ben-essere personale e di gruppo.

“ITALIANI O IT-ALIENI?”: GRANDE SUCCESSO A DIDACTA FIRENZE 2019


Guest Writer: STEFANO ALBERTI

Dodici storie di Grandi Italiani e Italiane, i 12 Principi fondamentali della Costituzione, 12 proposte di attività didattiche, 12 schede per mettersi in gioco sulla cittadinanza attiva… Tutto questo e altro ancora è contenuto nel nuovissimo libro “ITALIANI O IT-ALIENI? / Come giocare (in 12 mosse) la “Carta” della cittadinanza attiva”, presentato in anteprima pochi giorni fa a DIDACTA FIRENZE 2019.

Firmata da Roberto Alborghetti, con la prefazione di Antonio Decaro, Presidente dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), e con la grafica e le illustrazioni di Eleonora Moretti, la pubblicazione ha incontrato a Firenze un larghissimo interesse, in quanto risponde concretamente alle esigenze del mondo scolastico e alla necessità di strumenti editoriali innovativi che parlino di cittadinanza attiva, senso civico, conoscenza della Carta Costituzionale.

Sono stati dunque tantissimi i rappresentanti delle scuole e i docenti che hanno fatto visita allo Stand 48 (Padiglione Spadolini Inferiore) di Didacta Firenze, progettato ed allestito con grande cura e creatività dall’arch. Elena Siciliano: uno spazio celeste dove orbitavano le copertine dei libri con le immagini grafiche di Eleonora Moretti.

Gli apprezzamenti non hanno riguardato solo il nuovissimo titolo di “Italiani o It-alieni?”, ma anche “Social o dis-social?”, AlbumOne e “Marcellina e la bottega del tempo sospeso”, titoli di punta di Funtasy Editrice, che era rappresentata da Paolo Sandini. Tra l’altro, nel corso delle tre giornate di Didacta si sono tenuti anche “focus group” con i docenti della Puglia sulle attività di Funtasy Editrice collegate ai libri: incontri con l’autore, formazione docenti e genitori, workshops con studenti.

Per informazioni su “Italiani o It-alieni”, su Funtasy Editrice e sulle attività di incontri con l’autore e corsi di formazione, contattare: funtasyeditrice@gmail.com

BITONTO (BA): OTTIMA RIUSCITA DEL CORSO FORMAZIONE DOCENTI ALL’I.C. CASSANO-DE RENZIO  


 

Grande partecipazione di docenti al corso di formazione promosso a Bitonto (Bari) dall’IC CASSANO-DE RENZIO diretto dalla dott.ssa Anna Bellezza. I temi legati alla prevenzione e al contrasto di bullismo e cyberbullismo sono stati affrontati da Roberto Alborghetti nella scia delle pagine del libro “Social o dis-social?” pubblicato da Funtasy editrice, con le illustrazioni di Eleonora Moretti.

L’iniziativa, con il coordinamento della prof.ssa Luciana Delvino (referente iniziative di prevenzione del cyberbullismo) si è sviluppata nell’arco di una unità didattica di 25 ore, di cui 9 con la presenza del formatore, che ha guidato una analisi dei “fenomeni” che oggi hanno trasformato la rete e il consumo digitale in veicoli di grandi cambiamenti che investono l’educazione, la cultura, il modo di comunicare.

Tra i temi affrontati: l’imbarbarimento del linguaggio come segno dell’inciviltà digitale, i luoghi della città come elementi per apprendere il senso della cittadinanza e la responsabilità di essere cittadine e cittadini, la “insostenibilità” tecnologica: per far funzionare la Rete, i social e l’industria web, serve una grandissima quantità di energia: in un anno è quella prodotta da 30 centrali nucleari… Il cambiamento climatico impone di rivedere gli attuali modelli e stili di vita, a partire dalle modalità di stare in Rete. Sì, Social e non dis-social.

E poi temi legati concretamente alla sfera scolastica ed educativa, quella che tocca nel vivo i comportamenti degli studenti: le “star” del web che affascinano il popolo dei minorenni (Youtuber, influencer, fashion blogger), l’età dell’accesso digitale, responsabilità e perseguibilità penale, verifica e gestione dei dati personali in rete, hate speech, adescamento in rete, sexting, filtri del “parental control” e accompagnamento genitoriale, videogiochi e dipendenza, la questione del photo-sharing e del copyright, la presenza  in chat, dei figli e dei genitori, i limiti di età per il proprio profilo sui social network, privacy e di protezione dei dati personali sensibili, vamping, inciviltà digitale e hikikomori.

Il corso ha previsto un bouquet di materiali, per ogni docente, con schede di approfondimento e files video, utili per la formazione a distanza.

Foto: Paolo Sandini

Per info: funtasyeditrice@gmail.com

71007375_2639118189484015_1822455091567788032_n

NELLA RIVOLUZIONE DEI SOCIAL: DA DOMANI CORSO FORMAZIONE DOCENTI A BITONTO (BA)


IMMAGINI DI ATTIVITA’ SVOLTESI SUL TEMA DELL’USO CONSAPEVOLE DELLA TECNOLOGIA PRESSO L’IC “CASSANO – DE RENZIO” DI BITONTO (BARI).

 

Si apre domani, 25 settembre, a Bitonto (Bari)  il Corso di Formazione (Unità didattica 25 ore) sul tema “Essere docenti nella rivoluzione dei social / La sfida dei media digitali: competenze e conoscenze per rispondere nella scuola ai nuovi scenari e fenomeni della società iperconnessa”.E’ promosso dall’Istituto Comprensivo “Cassano-De Renzio  diretto dalla dott.ssa Anna Bellezza. Il 25,26,27 Settembre 2019 avranno luogo gli incontri con la presenza di Roberto Alborghetti, curatore e formatore del Corso e autore di “Social o dis-social?” (Funtasy Editrice), presso la sede dell’IC, Scuola Secondaria 1°, Via Gaetano Salvemini, 7. Per info e contatti sull’iniziativaIC “Cassano – De Renzio”: baic85000r@istruzione.it; Tel.0803714029; Funtasy Editrice: funtasyeditrice@gmail.com

L’iniziativa rientra nelle attenzioni che l’IC “Cassano-De Renzio” dedica da sempre all’uso consapevole delle tecnologie, in particolar modo alla prevenzione dei fenomeni del cyberbullismo. Del resto, siamo tutti sempre più “connessi”. E sempre più “portatori” di tecnologie digitali. Un fenomeno, questo, che sta cambiando profondamente il modo di essere dei giovanissimi, i cosiddetti nativi digitali o millennials. E’ un panorama che, per certi aspetti, si è sviluppato fuori da ogni controllo, al di là di ogni legge, originando stili di vita, comportamenti e fenomeni – cyber bullismo, deficit di attenzione, dipendenze, hikikomori, sindromi varie, vamping, hate speech, imbarbarimento del linguaggio – con i quali il mondo dell’educazione ed il sistema scolastico si trovano a confrontarsi quotidianamente.

L’evoluzione digitale ha bruciato le stesse tappe dell’età evolutiva, rivoluzionando i “passaggi” e le fasi del tempo anagrafico, resi più vicini dai mezzi tecnologici, il cui apprendimento all’uso appare quasi istintivo ed immediato nei primi anni di vita. Si stanno imponendo realtà che non richiedono “guerre” contro la tecnologia, ma azioni (e processi) di conoscenza e di approfondimento per mettere la scuola nella condizione di gestire le problematiche relative all’uso corretto e responsabile dei dispositivi digitali. Perché oggi, più che mai, la scuola è chiamata a “far vivere” la tecnologia come un’opportunità di crescita e non come un’esperienza che può ostacolare il ben-essere personale e di gruppo.

CHIETI E PESCARA: PARTITI I CORSI “DOCENTI NELLA RIVOLUZIONE DEI SOCIAL”


Chieti e Pescara sono state le prime tappe del nuovo “giro” di incontri e corsi di formazione incentrati sulle tematiche di “Social o dis-social?”, il libro di Roberto Alborghetti, illustrato da Eleonora Moretti, edito da Funtasy, già al centro nello scorso anno scolastico di oltre 200 eventi tenuti in varie località d’Italia. Anche nel nuovo anno scolastico, il testo sarà il “filo conduttore” di una serie di appuntamenti, che si sono appunto ufficialmente aperti in Abruzzo, con incontri a Pescara e a Chieti, riservati ai docenti, nell’ambito di corsi di formazione sulle tematiche dell’uso consapevole della Rete e delle tecnologie.
A Chieti, su iniziativa dell’IC Chieti 4, diretto dal prof. Ettore D’Orazio, presso l’Aula Magna della Scuola media “G.Mezzanotte”, è stato aperto, con due giornate consecutive, il corso di formazione “Essere docenti nella rivoluzione dei social” (docente referente: prof. Matteo Murgano, refente per attività di prevenzione del cyberbullismo e bullismo). Il programma prevede in totale 25 ore formative (unità didattica).
Metà delle ore sono svolte in presenza dell’autore, Roberto Alborghetti, che coordina anche le tematiche della formazione a distanza, con un corposo “bouquet” di materiali audiovisivi per ogni docente partecipante. Il prossimo incontro è ora previsto per il prossimo 4 ottobre. La partecipazione dei docenti, provenienti da vari Istituti Comprensivi della provincia chietina (Ambito 6) è stata davvero molto alta, in un clima di forte interesse per tematiche che hanno puntualmente riflesso e riscontri nella vita quotidiana degli studenti. L’attività è realizzata con Edit Inform.
Incontro di formazione docenti molto partecipato anche a Pescara presso il Liceo Scientifico “G. Galilei”, diretto dal dott. Carlo Cappello. Coordinata dalla prof.ssa D’Ilario, l’iniziativa aveva l’obiettivo di fornire elementi ed informazioni utili nella gestione della didattica per le classi del biennio. Anche in questo contesto, ampio uso di materiale grafico e audiovisivo, con l’obiettivo di fornire alcunee linee operative sul corretto e responsabile utilizzo dei dispositivi digitali. In cantiere altri incontri che coinvolgeranno gli studenti. L’iniziativa è svolta con Edit Inform.
Foto di Paolo Sandini
Per informazioni, prenotazione copie e incontri con l’autore e corsi di formazione: funtasyeditrice@gmail.com (Paolo Sandini).

DOCENTI NELLA RIVOLUZIONE DEI SOCIAL: CORSI DI FORMAZIONE A PESCARA E CHIETI (12-13 SET ’19)


copertina 4a - Copia
“Social o dis-social?” – il libro di Roberto Alborghetti, illustrato da Eleonora Moretti, edito da Funtasy – anche nel nuovo anno scolastico sarà il “filo conduttore” di una serie di appuntamenti in giro per l’Italia. Già dalla prossima settimana sono in programma incontri a Pescara e a Chieti, riservati ai docenti, nell’ambito di corsi di formazione sulle tematiche dell’uso consapevole della Rete e delle tecnologie. Ecco gli incontri in programma:
  • GIOVEDI 12 SETTEMBRE 2019: Pescara, Liceo Scientifico “G. Galilei” (Via Balilla, 34), Ore 9,30-12,30: “Social o dis-social?”, Incontro di formazione ed aggiornamento riservato ai docenti. Interviene Roberto Alborghetti, autore, giornalista, formatore e autore di “Social o dis-social?”. L’iniziativa è coordinata da Edit Inform.
  • GIOVEDI 12 E VENERDI 13 SETTEMBRE 2019: Chieti, Istituto Comprensivo Chieti 4 (Via Campobasso 10), Ore 15: “Essere docenti nella rivoluzione dei social”, Corso di aggiornamento riservato ai docenti. Formatore: Roberto Alborghetti. L’iniziativa è coordinata da Edit Inform.
Per informazioni, prenotazione copie e incontri con l’autore e corsi di formazione: funtasyeditrice@gmail.com (Paolo Sandini).

“SOCIAL O DIS-SOCIAL?”/ IL BOOM DI UN LIBRO: 70 CITTÀ, 200 INCONTRI, OLTRE 20.000 STUDENTI


 

 

NELLE FOTO: IMMAGINI DI ALCUNI INCONTRI SU “SOCIAL O DIS-SOCIAL?”

Già 70 località visitate, oltre 200 incontri nelle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, 20.000 tra studenti, docenti e genitori coinvolti: sono, questi, i numeri che disegnano l’attenzione e la partecipazione che hanno finora accompagnando in tutta Italia la proposta di un libro, “Social o dis-social?”, di Roberto Alborghetti, edito da Funtasy Editrice con la grafica e le illustrazioni di Eleonora Moretti.

Un successo accompagnato da un altro dato: il testo è già alla seconda edizione in pochi mesi, essenzialmente veicolato in modo alternativo rispetto al circuito delle librerie. Sì, fenomeno “Social o dis-social?”, nel quale sono stati coinvolti tutti quegli istituti scolastici che hanno promosso incontri con l’autore, nell’ambito dei progetti lettura o in attività didattiche legate ai temi della tecnologia, della legalità, della sicurezza in rete e della cittadinanza digitale. Il testo riporta la prefazione del prof. Mario Morcellini, commissario AGCOM, ed è stampato in carattere Easy Reading, ossia ad alta leggibilità, a sottolineare l’inclusività della pubblicazione.

“Un esito che nessuno poteva prevedere e che ci ha positivamente sorpresi”: così commenta il dott. Paolo Sandini, coordinatore di Funtasy Editrice, che ha pubblicato “Social o dis-social?” scommettendo su un progetto editoriale che risponde alle esigenze e alle stesse domande che la scuola italiana – e le stesse famiglie – si pongono nei confronti delle problematiche della tecnologia, della gestione dei “social”, dell’accesso al digitale da parte dei minori.

Gli incontri di Roberto Alborghetti – con tappe in varie zone d’Italia,da Nord a Sud – sono stati ovunque accolti con grande interesse. Sono spesso preparati con la lettura del libro e con la compilazione delle tredici “schede di autovalutazione” da parte di ogni allievo, chiamato a mettersi a confronto con il suo modo di stare nella rete. Da segnalare anche il riscontro degli incontri con i genitori, che le scuole solitamente prevedono accanto a quelli per gli studenti. In Abruzzo gli eventi sono stati promossi con la collaborazione di Edit Inform.

Il booktour2019 di “Social o dis-social?” proseguirà alla riapertura della scuola, a settembre. Da segnalare anche le giornate di formazione e aggiornamento per docenti (Unità didattica di 25 ore) promosse a Bitonto (Bari) dall’Istituto Comprensivo Cassano-De Renzio, diretto dalla dott.ssa Anna Bellezza. Tema del corso: “Noi docenti nella rivoluzione dei social”; le date con la presenza dell’autore saranno quelle del 25, 26 e 27 settembre prossimi. In cantiere a Milano una singolare esperienza presso l’Istituto Comprensivo “Capponi” diretto dalla dott.ssa Gabriella Conte. Ne riparleremo.

  • “Social o dis-social?” non è disponibile nel normale circuito distributivo. Per copie, informazioni sugli incontri, organizzazione di incontri di formazione docenti, contattare: funtasyeditrice@gmail.com