“15° UN FIORE PER VOI NONNI”/IL SINDACO DI CESENATICO ROBERTO BUDA: “LA CITTA’ VI ATTENDE CON GIOIA”


 

Il sindaco di Cesenatico dott. Roberto Buda sul Porto Canale disegnato da Leonardo Da Vinci, cuore della città.

Il sindaco di Cesenatico dott. Roberto Buda sul Porto Canale disegnato da Leonardo Da Vinci, cuore della città.

Il Porto Canale di Cesenatico è ancora più bello e suggestivo visto dalla sede del Municipio, proprio dalla finestra dello studio del sindaco dott. Roberto Buda. L’angolatura sembra perfetta, si scorgono le imbarcazioni antiche e moderne, se ne ammirano le splendide vele, si notano i locali e gli esercizi pubblici dove la gente ama incontrarsi, si vedono il ponte – che si trova a pochi metri dalla casa natale del grande poeta Marino Moretti – e la chiesa di San Giacomo, la cui facciata si specchia nelle acque dell’antico e storico Porto Canale disegnato da Leonardo Da Vinci.

Il sindaco di Cesenatico, dottor Roberto Buda, ha subito parole di grande calore per “Un Fiore per Voi”, alla sua XIV edizione, promossa per l’annuale “Festa dei Nonni”, che vedrà giungere nella bella città della Riviera i mini poeti che hanno scritto le più belle poesie per i nonni. Anche quest’anno l’evento al Teatro Comunale (sabato 27 settembre, ore 21) è sostenuto e patrocinato dal Comune cesenaticense, che ha aderito con grande simpatia  alla proposta di Okay!

Ci dice il sindaco: “E’ sempre per tutti noi una gioia ospitare questa iniziativa che, oltre a segnalarsi per il clima di festa, ha una  valenza educativa la cui forza ci stupisce ogni anno di più. E’ una forza che traspare dagli stessi contenuti delle poesie, sempre molto commoventi e profondi, e dall’entusiasmo e dalla partecipazione dei docenti e dei genitori degli alunni. In un momento, come l’attuale, in cui sta venendo sempre meno la propria identità culturale, la propria appartenenza a valori che hanno costituito la nostra storia, appare fondamentale riportare l’attenzione sull’importanza dell’educazione. Ecco, questa iniziativa che fa dialogare le generazioni attraverso il mondo della scuola, risponde a questa esigenza di ritrovare le nostre radici culturali in modo da poter progettare il nostro cammino futuro”.

Il sindaco di Cesenatico Roberto Buda con l'assessore ai Lavori Pubblici   Antonio Tavani  sullo sfondo del bellissimo Porto Canale leonardesco.

Il sindaco di Cesenatico Roberto Buda con l’assessore ai Lavori Pubblici Antonio Tavani sullo sfondo del bellissimo Porto Canale leonardesco.

Dialogare con le generazioni precedenti, con i nonni, è  fondamentale: è una presa di coscienza personale ed un modo per non disperdere il patrimonio di valori che ogni comunità esprime. E’ anche un modo per dare qualità ai gesti quotidiani e a trasformare la vita di tutti i giorni. A questo proposito il dott. Roberto Buda cita una frase di Don Bosco: “Fate quello che potete. Dio farà quel che non possiamo fare noi”. Dunque, è un invito anche al fare e all’agire, in tutti i campi della vita e dell’espressione umana.

Portano dunque lontano, nella riflessione, i contenuti dell’evento che Cesenatico ospiterà sabato prossimo per la manifestazione finale di “Un Fiore per Voi”. Come ogni anno, giungeranno piccoli poeti di varie parti d’Italia. Ma nella sua XV edizione, l’iniziativa premia anche un ragazzo di Cesenatico, Luca Tamburini, che salirà sul palco sentendosi addosso la simpatia e l’amicizia di una intera città. E per la sezione speciale “Poesie per Cesenatico” sarà premiata la classe II B dell’Ics “Sanzio” di Mercatino Conca, davvero imbattibili nel creare composizioni dedicate alla città del celebre Porto Canale Leonardesco.

C’è chi ha decantato “le vele ormeggiate fianco a fianco”, “i pescherecci fermi nel Porto Canale”, la “forte e maestosa Rocca medievale”. Ma c’è anche chi si è lasciato incantare dal tramonto di Cesenatico, quando “il sole lentamente si va a nascondere”, come “una fantastica visione ai nostri occhi”. Insomma, versi e parole per raccontare una città, i suoi colori, la sua storia e il suo Porto Canale, che dallo studio del sindaco appare davvero come il cuore vivo e pulsante della città.

SOSTIENI IL PROGETTO "DIALOGO TRA LE GENERAZIONI - MEMORIA PER IL FUTURO"

SOSTIENI IL PROGETTO “DIALOGO TRA LE GENERAZIONI – MEMORIA PER IL FUTURO”

CESENATICO, MUSEO DELLA MARINERIA: IN VIAGGIO NELLA STORIA DELLA VITA DI MARE


 1 (1) 1 (2)

Cesenatico è un paese di mare cresciuto intorno al suo Porto Canale. É sede del Museo della Marineria che ospita le imbarcazioni tradizionali a vela utilizzate per il trasporto e la pesca. Il racconto del faticoso lavoro dei navigatori di cento anni fa si snoda in due sezioni: la Sezione a Terra e la Sezione Galleggiante.

La Sezione Galleggiante, nata nel 1983, è costituita da una flotta di dieci imbarcazioni ormeggiate lungo un tratto di canale chiuso fra due ponti, con un’ammiraglia speciale: il Giovanni Pascoli, trabaccolo da trasporto, classe 1936, che a Natale fa salire a bordo la Sacra Famiglia (il Presepe Galleggiante di Cesenatico è uno dei siti più fotografati al mondo!) e che nel 1982 è stato protagonista dello sceneggiato TV Marco Polo.

Immediatamente di fronte si trova il padiglione della Sezione a Terra, allestito su due piani, che propone ai visitatori un percorso suggestivo in cui gli oggetti antichi e autentici della marineria, come gli scafi, gli argani, le vele, i paranchi, le reti, raccontano la loro storia, ancora viva e tangibile, con l’aiuto di pannelli esplicativi, filmati d’epoca e animazioni 3D.

Quando si entra in questa grande struttura costruita secondo le linee degli antichi arsenali, subito si respira l’odore del legno che viene dal mare… Viene da alzare lo sguardo fino alla punta degli alberi del trabaccolo Cidia e del bragozzo Vigo, le due barche da pesca, completamente attrezzate, che fanno da padrone di casa, e ci si fa abbracciare dal colore pieno delle loro grandi vele al terzo.

Al piano terra, un articolato percorso illustra il ciclo di vita di un imbarcazione, esponendo i materiali di costruzione: legno per lo scafo, cotone e canapa per le vele e il cordame. Il risultato è quello di un’autentica opera d’arte oltre che di artigianato. Si può poi visitare la bottega del cordaio dove, in passato, i bambini azionavano le ruote di legno tramite cui si intrecciavano cime di fibre vegetale; si viaggia indietro nel tempo, entrando nella Bottega Marconi, dove lavorava il maestro d’ascia, Fafòn: si osserva il meccanismo degli argani e dei paranchi; si entra con lo sguardo nella stiva del bragozzo Vigo attraverso le ferite che percorrono la poppa e la fiancata; su un angolo di sabbia che riproduce il fondale sono poggiati i giganteschi relitti di ancore.

Salendo al primo piano, il Museo rievoca la vita vissuta su queste imbarcazioni, parla degli equipaggi e del loro duro lavoro, illustra i sistemi di pesca e di comunicazione, svela il significato più profondo degli occhi di prua.

L’edificio adiacente alla Sezione a Terra del Museo della Marineria ospita l’Antiquarium Comunale, una Sezione Archeologica nella quale è possibile ricostruire la storia della Cesenatico antica, dalla Ad Novas romana, alla Torre Malatestiana, su cui, nel 1502, salì Leonardo Da Vinci per studiare e disegnare il porto di Cesenatico, sino alla Torre Pretoria,  edificata nel Cinquecento per contrastare gli attacchi pirateschi alla cittadina. E proprio in una saletta dell’Antiquarium è custodito il misterioso tesoretto di monete d’argento scampato ad un arrembaggio piratesco e fortunosamente ripescato dal fondo del Porto Canale. Nel medesimo edificio che ospita l’Antiquarium Comunale è inoltre possibile visitare una Sezione Naturalistica, costituita da un’ampia raccolta di fossili, conchiglie, crostacei e rari esemplari imbalsamati di pesci e uccelli marini rappresentativi della fauna esistente in Adriatico.

A pochi passi dal Museo della Marineria, direzione mare, si trova la casa dello scrittore Marino Moretti, divenuta oggi una casa-museo che conserva gli arredi originari, la biblioteca e l’archivio con i manoscritti e le lettere di Moretti. Un vero e proprio percorso museale che offre una ricca offerta di attività didattiche differenziate in base al livello scolastico.

*

Le attività del Museo della Marineria sono realizzate con il sostegno di Gesturist Cesenatico spa

logo gesturist new

G5MW3604 (640x427)

CESENATICO: UN MARE DI EMOZIONI PER I MINI POETI PREMIATI PER “UN FIORE PER VOI / FESTA DEI NONNI 2012”


Cesenatico anche quest’anno ha accolto la squadra dei mini poeti campioni dell’iniziativa che ha coinvolto le scuole primarie e secondarie di tutta Italia in occasione della Festa nazionale dei Nonni del 2 ottobre (come prevede la Legge 26 luglio 2005 del Parlamento italiano). Presso il bellissimo Teatro Comunale, sono saliti sul podio gli allievi premiati nella XIII edizione di “Un Fiore per Voi/Poesie per la Festa dei Nonni”, promossa da Okay!, Ufficio Olandese dei Fiori, con il sostegno ed il  patrocinio del Comune di Cesenatico. Le poesie premiate erano state scelte da una giuria tra le oltre 4.000 composizioni poetiche pervenute ad “Okay!” Davvero una magica serata. Sul palco del Teatro Comunale, sono sfilati i mini poeti, le cui composizioni sono state declamate da Elisa Mazzoli, animatrice, scrittrice per l’infanzia, impegnata in animazioni didattiche nelle scuole ed in centri culturali (suo più recente libro è “ Il Sorriso di uno Squalo”). Sul palco, ad animare la serata, il Coro dei Bambini della Parrocchia di San Giacomo di Cesenatico, diretto da Silvia D’Altri, Monica Montanari e Marco Balestri per la parte musicale. Il Coro ha proposto applauditissime esecuzioni, dimostrando la bravura e la passione di questa formazione corale che in pochi anni è riuscita a catalizzare tanto interesse ed attenzione.

La cerimonia, condotta da Roberto Alborghetti, direttore di “Okay!”, ha visto la partecipazione del sindaco di Cesenatico, dott. Roberto Buda – che ha sottolineato il significato dell’evento – , dell’assessore alla Cultura, Sport e Turismo Vittorio Savini, del parroco don Giampiero Casadei e di Wim Van Meeuwen dell’Ufficio Olandese dei Fiori, che si sono simpaticamente alternati nella consegna dei diplomi ai premiati chiamati sul palco insieme a docenti e genitori. Gli splendidi bouquets, con fiori giunti dall’Olanda, sono stati curati dalla Cooperativa “Rose e Fiori” di Bagnocavallo (Ra) e dal suo responsabile Elvezio Bricolani. Applaudita novità di quest’anno: la giuria formata da una rappresentanza di allievi del Circolo Didattico di Cesenatico che hanno partecipato al gioco di votare le poesie ad essi più gradite. Poi, con la collaborazione di nonna Carla, premi per tutti i mini poeti. Al termine, sentiti ringraziamenti, per la collaborazione, al Comune di Cesenatico, all’Ufficio Turismo, ai suoi operatori, a Gesturist, al Museo della Marineria (dove i premiati si sono recati in visita), all’Hotel Villa Maria, al ristorante “Nero di Seppia”. Non è mancata l’anticipazione di un’idea: l’assegnazione di un premio speciale, il prossimo anno, ad una poesia dedicata a Cesenatico, città di mare, fiori e poesia (vi è nato il grande Marino Moretti).  

TANTI APPLAUSI PER IL CORO DEI BAMBINI

Grande successo, nella bellissima serata di Cesenatico, per il Coro dei Bambini della parrocchia di San Giacomo, che ha eseguito canti del proprio repertorio. Canti che fanno parte anche della tradizione romagnola. Meritatissimi gli applausi per la formazione corale guidata con bravura e tanto impegno da Monica Montanari, Silvia D’Altri e Marco Balestri, genitori che condividono da anni la passione per il canto e che l’hanno trasmessa ai bimbi e ragazzi di Cesenatico, composto da circa quaranta piccoli coristi, maschi e femmine, di età compresa tra i 4 e gli 11 anni. Il Coro anima le liturgie e le varie feste annuali. Collabora con il Museo della Marineria di Cesenatico e con il Coro Terra Promessa di Cesenatico, di cui è “una costola ed un vivaio”. La partecipazione è aperta a tutti i bambini . Per informazioni rivolgersi alla segreteria della Parrocchia di S. Giacomo via G. Bruno 2, Cesenatico FC, tel 0547 80232.

******************************

IN ARRIVO ALTRE FOTO

DELLA BELLISSIMA SERATA

DI CESENATICO