LENTE D’INGRANDIMENTO SU FIORI ALPINI. NATURA DA DIFENDERE. OGGI E SEMPRE…


Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata”.E’ una bellissima frase attribuita ad Albert Einstein. Da riproporre in questa giornata a favore del clima. E m’è venuta in mente mentre scattavo questa serie di foto dedicate ai colori e alle forme della flora alpina. I colori ci presentano una tavolozza incomparabile di sfumature. La tecnica usata è quella della “lente d’ingrandimento: magnifier, in inglese. Dunque, buona visione di questi magni-fiori!

r.a.

BITONTO,UNA CITTA’ DA GUARDARE… COME USARE IL CELL A SCUOLA?


“Una città da guardare (e fotografare) / Bitonto vista con gli occhi dei ragazzi” è il video con le immagini fotografiche realizzate dagli studenti di Bitonto nel corso del laboratorio didattico (Come usare uno smartphone a scuola?) tenuto da Roberto Alborghetti presso la Scuola secondaria 1° “Sylos”. Sono state coinvolte nel progetto le Classi Seconda I e Prima B. Un’attività che ha entusiasmato gli studenti, che hanno pure scritto commenti e testimonianze, riportate anche nel video. Buona visione! Il progetto fa parte delle attività didattiche legate al libro “Pronto? Sono il librofonino”, di Roberto Alborghetti, con le illustrazioni di Eleonora Moretti, I Quindici. Per info e contatti: sandinipaolo@gmail.com .

NELL’INCREDIBILE NEGOZIO DI MARCELLINA: DA 60 ANNI NEL CUORE ANTICO DEL MONTE AMIATA (VIDEO)


 

Si chiama Marcellina. Per il territorio del Monte Amiata è un personaggio. Una vera istituzione. Che cosa fa Marcellina? Gestisce un negozio, Pinzi Pinzuti, fondato 60 anni fa nella medievale Abbadia San Salvatore, in provincia di Siena. Ma dire “negozio” è riduttivo. E’ un vero e proprio emporio della creatività, della fantasia, dove si trova di tutto, dove è esposto di tutto, in maniera allegramente confusa, ma tutto alla portata di mano, secondo una sapiente logica che solo lei conosce… In questo video, ecco Marcellina,  la “magia” di un luogo dove si riesce a recuperare il valore delle cose, degli oggetti. Del tempo.  Foto e video di Roberto Alborghetti.

CHINI SUGLI SMARTPHONES, CI LASCIAMO SFUGGIRE LO “SPETTACOLO” SOPRA DI NOI…


VIDEO di ROBERTO ALBORGHETTI

Sì, troppo presi dai nostri telefonini e tablets, e a fare gli smombies, quando siamo in giro ci dimentichiamo di far girare lo sguardo. O meglio: di alzare gli occhi al cielo… Capisco che sia un gesto sempre più difficile da compiere, visto il livello di atrofizzazione del nostro sistema articolare, sempre più sottoposto allo stress del “text neck” (ne parliamo sempre negli incontri sul “Librofonino”, nelle scuole di tutta Italia, registrando i dati allarmanti degli osteopati).

Ma se ci sforziamo di alzare lo sguardo sopra di noi, potremmo vedere scene come quelle che ho “girato” a Firenze. Scene nelle quali non si vede ovviamente un… retroscena: la gente che mi passava accanto, regolarmente china sui propri smartphones, alzava momentaneamente gli occhi dagli schermi, e sembrava infastidita da quell’ostacolo posto sul percorso. Ossia io, che con la fotocamera, riprendevo il cielo, dove in quel momento “andava in scena” lo spettacolo documentato in questo piccolo video. Segnali e movimenti nel cielo, come espressioni di buon augurio per il nuovo anno… (r.a.)

Istantanea 2 (16-12-2017 22.00)

 

CIBO E CULTURA / OSTERIA OVINO: SAPORI D’ABRUZZO NEL CUORE DI MILANO


Portare la gastronomia e i sapori della terra abruzzese a Milano. E’ questa la  sfida vincente di Osteria Ovino, che si trova a Milano, in via Col di Lana 6. Ce la racconta il suo creatore, Marco Tavazzi. Che ci parla anche di gustose ricette, come la tradizionale “tricia”. E senza dimenticare i caratteristici “arrosticini”. Video-documentario di Roberto Alborghetti in collaborazione con Paolo Sandini. Le foto dei piatti sono state fornite da Osteria Ovino.