#oggimifaccioungoal #lasciatecigiocare


Oggi Mi Faccio un Goal Copertina (377x640) (377x640) (189x320)

 

Annunci

“OGGI MI FACCIO UN GOAL!”: IL 26 GENNAIO 2018 INCONTRO ALLA “CITTÀ DEI RAGAZZI“ DI MOLA DI BARI


 

“Tutti insieme per fare goal!”: è il titolo di un incontro-evento che venerdi 26 gennaio 2018, alle ore 17,30,  si terrà a Mola di Bari (Bari) presso la Città dei Ragazzi, importante e significativa struttura che fa parte delle realtà di Comunità Frontiera. Lo spunto è fornito dai temi e dai contenuti del libro di Roberto Alborghetti, con le illustrazioni di Eleonora Moretti, edito da I Quindici, dedicato al racconto di un gruppo di ragazzi di strada che, grazie all’impegno e all’entusiasmo del loro allenatore, trasformeranno i propri sogni in realtà, raggiungendo traguardi ed obiettivi.

Dunque, ecco l’idea di far scendere idealmente in campo, attorno alle pagine di un libro, i giovani calciatori che fanno parte dell’ASD Città dei Ragazzi. A loro si uniranno anche gli amici dell’Associazione Polisportiva Dilettantistica Azzurri Mola. Insomma, tutti non tanto per fare una partita, ma per riflettere sui valori dello sport, del calcio, delle regole sportive, argomenti che il libro di Roberto Alborghetti racconta con il linguaggio della fantasia.

Infatti, il programma della serata del 26 gennaio – alla quale collabora la Libreria Culture Club Cafè – prevede interventi animati dell’autore attorno ai temi suggeriti dal libro, che ha come sottotitolo: “Una piccola squadra di quartiere, un allenatore di calcio ed un sogno trasformato in realtà. Una straordinaria avventura raccontata da un pallone… in persona!”. Peraltro, il contesto e la realtà sportive e agonistiche contano molto nello spirito e nelle attività della stessa Città dei Ragazzi, dove lo sviluppo delle strutture sportive vede l’impegno per la realizzazione di un centro polisportivo. A guidare la Città dei Ragazzi c’è padre Giuseppe De Stefano, dell’Ordine dei Francescani Conventuali. La comunità accoglie 52 minori, tra residenziali e diurni, assistiti ogni giorno con progetti educativi personalizzati e con interventi mirati al loro sviluppo psico emotivo culturale. Di questi solo 30 sono a carico degli enti locali. Tutti gli altri sono sostenuti grazie alla solidarietà delle persone. La Città dei Ragazzi sorge nella contrada molese di San Materno. La struttura, inaugurata nel 2011 nell’ambito di un progetto del Comune di Mola, dell’Arcidiocesi Bari-Bitonto e della Prefettura di Bari in collaborazione con l’Associazione Onlus “Comunità Frontiera” è stata realizzata con fondi del PON sicurezza, FSE (Fondo Sociale Europeo), e FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale) ed è considerata una delle più importanti strutture della Regione Puglia per la prevenzione del disagio e della devianza giovanili.

“La ‘Città dei ragazzi’ –  ha dice padre Giuseppe De Stefano – nasce per dare una risposta sul territorio all’emergenza della condizione di minori e giovani che risente delle povertà morali ed educative; in essa ciascuno dei nostri ragazzi dovrà sentirsi di casa e troverà un posto in cui potersi esprimere e lasciarsi guidare alla vita vera”.

Ogni minore ha una sua storia e per ognuno la comunità garantisce non solo l’accoglienza, ma anche il sostegno di tutte le discipline scientifiche e culturali che possano costruire e spesso, purtroppo, ricostruire la propria personalità e garantire così un futuro di autonomia e di realizzazione. Dice ancora padre Giuseppe: “Nella comunità abbiamo un motto: non esistono ragazzi cattivi. Esistono ragazzi a cui non è stata data la possibilità di conoscere il bene. E noi vogliamo essere questa possibilità. Con la Città dei Ragazzi, fortifichiamo questa volontà per centinaia di ragazzi e ragazze di questo territorio”. Ora, oltre alle due case famiglia ed al Centro diurno, è iniziata la realizzazione del Centro Polisportivo.

IL LIBRO “OGGI MI FACCIO UN GOAL!”

Dopo il grande successo di “Pronto? Sono il librofonino”, sui temi dell’uso e dell’abuso delle nuove tecnologie, Roberto Alborghetti nel nuovo testo, illustrato da Eleonora Moretti, indaga il mondo dello sport più diffuso e popolare nel nostro Paese: il calcio. Lo fa, questa volta, affidando il racconto ad un pallone. Del resto, chi meglio di un pallone può narrare imprese e avventure calcistiche, come quelle di un gruppo di ragazzi che, presi dalla strada, compie un cammino di preparazione  in vista di un importante appuntamento agonistico?

Dunque, ecco la sfida di Giò, che non vuole essere chiamato “Mister”, ma “allenatore”. E poi ci sono loro, i magnifici undici ragazzi, dalla maglia violarancio: da Luca detto Battipalla a Daniele detto Nerone, da Giorgino il Terzino a Kevin la Gazzella. Si allenano su un “campetto spelacchiato”, racchiuso tra due grandi palazzoni – la “curva nord” e la “curva sud” – tra l’insofferenza e l’intolleranza dei residenti… Accade che vogliono impedirgli di giocare. Gli undici piccoli calciatori e Giò non si perdono d’animo ed escogitano una singolare quanto imprevedibile reazione che movimenterà le loro giornate…

Un incalzante ritmo narrativo, insieme alle descrizioni delle sequenze della preparazione atletica, portano il lettore dentro il grande mondo del calcio, della sua storia, dei suoi indimenticati campioni e di quei fenomeni – come la violenza negli stadi – che nulla hanno a che fare con il tifo sportivo. “Oggi mi faccio un goal!”, anche e soprattutto nell’anno dei Mondiali di Calcio, si propone ai giovanissimi e all’istituzione scolastica come uno strumento pratico e coinvolgente per avvicinare i ragazzi alla pratica calcistica nell’ottica della crescita personale e come veicolo per promuovere i sempre più necessari valori del fair-play sportivo.

Roberto Alborghetti costruisce una storia di fantasia, ma credibile e terribilmente ancorata alla realtà, come quando in un episodio narra del “bullismo da spogliatoio”… Un libro che diverte, ma che fa riflettere. Come quando porta alla luce aspetti e dinamiche della realtà digitale e mediatica, chiamata a sostenere la clamorosa “battaglia” della piccola squadra di quartiere. Anche un rap, come si scoprirà, darà una mano: “#lasciateci giocare, lasciateci sognare…”.

NELL’INCREDIBILE NEGOZIO DI MARCELLINA: DA 60 ANNI NEL CUORE ANTICO DEL MONTE AMIATA (VIDEO)


Si chiama Marcellina. Per il territorio del Monte Amiata è un personaggio. Una vera istituzione. Che cosa fa Marcellina? Gestisce un negozio, Pinzi Pinzuti, fondato 60 anni fa nella medievale Abbadia San Salvatore, in provincia di Siena. Ma dire “negozio” è riduttivo. E’ un vero e proprio emporio della creatività, della fantasia, dove si trova di tutto, dove è esposto di tutto, in maniera allegramente confusa, ma tutto alla portata di mano, secondo una sapiente logica che solo lei conosce… In questo video, Marcellina si racconta, parla di sè, della sua famiglia, portandoci dentro la “magia” di un luogo dove si riesce a recuperare il valore delle cose, degli oggetti. Del tempo.  Foto e video di Roberto Alborghetti.

“LIBROFONINO” E “OGGI GOAL!”: LE PROSSIME DATE DEL GIRO TRA LE SCUOLE D’ITALIA. INCONTRATI GIA’ 30.000 ALLIEVI


NELLA FOTOGALLERIA: IMMAGINI DEI RECENTI INCONTRI AD ALBINIA DI ORBETELLO (GROSSETO), APRILIA (LATINA) E BUCINE (AREZZO). FOTO DI PAOLO SANDINI 

Dopo la pausa per le vacanze natalizie, ricomincia il giro delle presentazioni dei libri “Pronto? Sono il librofonino” e “Oggi mi faccio un goal!”, di Roberto Alborghetti, con le illustrazioni di Eleonora Moretti, edito da I Quindici. Nell’arco di nemmeno un anno, oltre 30.000 allievi hanno partecipato agli incontri, che ricominciano domani, 15 gennaio, dall’Istituto Comprensivo di Supino (Frosinone). Ecco qui sotto il calendario delle date già confermate. 

  • 15 GENNAIO 2018, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, ISTITUTO COMPRENSIVO DI SUPINO (FR) ALLE ORE 9.00; AUDITORIUM COMUNE DI MOROLO (FR) ALLE ORE 11.00 E ALLE ORE 15,30 (INCONTRO CON I GENITORI).
  • 16 GENNAIO 2018, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, ORE 11, SCUOLA PRIMARIA PARITARIA, ISTITUTO BEATA MARIA DE MATTIAS, FROSINONE.
  • 23 GENNAIO 2018, “PRONTO?SONO IL LIBROFONINO”, ISTITUTO COMPRENSIVO FROSINONE 1°, FROSINONE.
  • 24 GENNAIO 2018, “PRONTO?SONO IL LIBROFONINO”, ISTITUTO COMPRENSIVO VEROLI 2, FROSINONE.
  • 25 GENNAIO 2018, “OGGI MI FACCIO UN GOAL!”, ORE 18, MOLA DI BARI (BARI), CENTRO LUDICO RICREATIVO “BIBIDIBOBIDIBÙ”, VIA PIETRO NENNI, 53-55.
  • 26 GENNAIO 2018, ORE 17.30, PRESENTAZIONE DI “OGGI MI FACCIO UN GOAL!” PRESSO LA CITTÀ DEI RAGAZZI, MOLA DI BARI, CON LA PARTECIPAZIONE DI SCUOLE CALCIO GIOVANILI.
  • 28 GENNAIO 2018, “OGGI MI FACCIO UN GOAL!”, UNITA’ PASTORALE BIANCHI-COLOSIMI (COSENZA), BIANCHI, ORE 15 (ORATORIO S.DOMENICO), ORE 16,30 (TEATRO COMUNALE).
  • 29 GENNAIO 2018, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, ORE 10, I.I.S. “MARCONI-GUARASCI”,  ROGLIANO, COSENZA.
  • 29 GENNAIO 2018, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, ORE 12, PEDIVIGLIANO (CS), ISTITUTO OMNICOMPRENVIO BIANCHI-SCIGLIANO. 
  • 29 GENNAIO 2018, “OGGI MI FACCIO UN GOAL!”, ORE 18, EVENTO SPECIALE,  TEATRO COMUNALE DI BIANCHI, COSENZA.
  • 6 FEBBRAIO 2018, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, ISTITUTO SUORE SACRAMENTINE, CESANO MADERNO (MB), ORE 10, ORE 14, ORE 18,30 (INCONTRO CON I GENITORI).
  • 21 FEBBRAIO 2018, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, ISTITUTO COMPRENSIVO ISOLA DEL LIRI, FR.
  • 22 FEBBRAIO 2018, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, ISTITUTO PARITARIO “SAN GAETANO”, ROMA, ORE 9 (CLASSI TERZE SCUOLA PRIMARIA), ORE 11 (CLASSI QUARTE E QUINTE), ORE 17,30 INCONTRO CON GENITORI, EDUCATORI E OPERATORI SOCIALI E PASTORALI. 
  • 23 FEBBRAIO 2018, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, ISTITUTO COMPRENSIVO, ARCE, FR.
  • 26 FEBBRAIO, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, ISTITUTO COMPRENSIVO PARITARIO “D. CARLO SAN MARTINO”, MONTANO LUCINO (COMO), ORE 10 ALLIEVI SCUOLA SECONDARIA 1°, ORE 14,45 ALLIEVI TERZA,QUARTA E QUINTA PRIMARIA, ORE 20,45 INCONTRO CON I GENITORI. 
  • 2 MARZO 2018, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, ISTITUTO “C. CITTADINI”, ROMA, ORE 9-13 INCONTRI CON GLI STUDENTI; ORE 17,30 INCONTRO CON I GENITORI.
  • 9 MARZO 2018, THE GHOST BUS ROADS PRESENTA “LAND ROVER MAPPING”, EVENTI A BEESTON-NOTTINGHAM (REGNO UNITO) CON ACT GROUP E BARTONS PLC, PER IL PROGETTO “ROBERTO ALBORGHETTI – LACER/AZIONI”.
  • 12-15 MARZO 2018, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, TORINO E MONCALIERI.
  • 23 MARZO 2018, ISTITUTO “M.TONOLI”, MONZA, ORE 10,45 E 14 INCONTRI CON GLI STUDENTI; ORE 20,30 INCONTRO CON I GENITORI.
  • 10 APRILE 2018, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, ISTITUTO COMPRENSIVO, PONTECORVO, FR.
  • 16 MAGGIO 2018, “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”, 1° ISTITUTO COMPRENSIVO, MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO, FROSINONE.

ALTRE DATE SARANNO COMUNICATE E DEFINITE PROSSIMAMENTE. PER INFO E CONTATTI: sandinipaolo@gmail.com 

 

“OGGI MI FACCIO UN GOAL!”: DUE GIORNATE-EVENTO A BIANCHI (COSENZA) PER PARLARE DI CALCIO, FAIR PLAY E REGOLE DEL GIOCO


7

“Oggi mi faccio un goal!”: da segnalare le due giornate-evento a Bianchi (Cosenza, Calabria) il 28 e 29 gennaio 2018, promosse dall’Oratorio San Domenico, dall’Unità pastorale Bianchi-Colosimi e dal Comune di Bianchi. Al centro, i temi e i contenuti del libro di Roberto Alborghetti con le illustrazioni di Eleonora Moretti, edito da I Quindici. Le iniziative coinvolgeranno ragazzi, educatori,  genitori, operatori sociali e pastorali, realtà associative sportive dei Comuni di Bianchi e Colosimi.

Il programma di domenica 28 gennaio prevede interventi animati dell’autore attorno ai temi suggeriti dal libro, che ha come sottotitolo: “Una piccola squadra di quartiere, un allenatore di calcio ed un sogno trasformato in realtà. Una straordinaria avventura raccontata da un pallone… in persona!”. Gli incontri, inseriti nelle attività dell’annuale “Settimana dell’Educazione” sul tema “RE-GOaL-E Facciamoci un goal” , si tengono presso l’Oratorio San Domenico (ore 15, per ragazzi e ragazze di Bianchi e Colosimi) e presso il Teatro Comunale di Bianchi (ore 16,30, per i genitori e gli operatori pastorali di Bianchi e Colosimi).

Lunedi 29 gennaio, alle ore 18, presso il Teatro Comunale di Bianchi, avrà luogo una tavola rotonda sul tema “Con le regole fai goal!”, promossa dall’ Unità pastorale di Bianchi-Colosimi, dal Comune di Bianchi, dal Comune di Colosimi in collaborazione con CSC Bianchi e Comitato Regionale Calabria FIGC.

Il programma prevede: Saluti di benvenuto da parte di: dott. Tommaso Paola, Sindaco di Bianchi; dott. Manolo Talarico, Sindaco di Colosimi; don Giuseppe Trotta, Parroco; suor Luisa Alborghetti, Religiosa Congregazione SASS. Intervengono: ing. Orlando Fazio, responsabile Giovanile CSC Bianchi, che parlerà sul tema “Con le regole ti diverti”; dott. Franco Funaro, Comitato Regionale Calabria FIGC, “Regole ed organizzazione”; dott. Enrico Sarli, massofisioterapista:”Sport e salute, regole e prevenzione”; Roberto Alborghetti, Giornalista e Autore di “Oggi mi faccio un goal!”. Coordina la tavola rotonda: il prof. Pasquale Taverna, Giornalista. Sarà diffuso un videomessaggio “live” del calciatore del Cosenza Calcio, Massimo Loviso. Presente all’incontro il dott. Paolo Sandini de I Quindici, che coordina gli incontri di presentazione in giro per l’Italia di “Oggi mi faccio un goal!”.

IL LIBRO “OGGI MI FACCIO UN GOAL!”

Dopo il grande successo di “Pronto? Sono il librofonino”, sui temi dell’uso e dell’abuso delle nuove tecnologie, Roberto Alborghetti nel nuovo testo, illustrato da Eleonora Moretti, indaga il mondo dello sport più diffuso e popolare nel nostro Paese: il calcio. Lo fa, questa volta, affidando il racconto ad un pallone. Del resto, chi meglio di un pallone può narrare imprese e avventure calcistiche, come quelle di un gruppo di ragazzi che, presi dalla strada, compie un cammino di preparazione  in vista di un importante appuntamento agonistico?

Dunque, ecco la sfida di Giò, che non vuole essere chiamato “Mister”, ma “allenatore”. E poi ci sono loro, i magnifici undici ragazzi, dalla maglia violarancio: da Luca detto Battipalla a Daniele detto Nerone, da Giorgino il Terzino a Kevin la Gazzella. Si allenano su un “campetto spelacchiato”, racchiuso tra due grandi palazzoni – la “curva nord” e la “curva sud” – tra l’insofferenza e l’intolleranza dei residenti… Accade che vogliono impedirgli di giocare. Gli undici piccoli calciatori e Giò non si perdono d’animo ed escogitano una singolare quanto imprevedibile reazione che movimenterà le loro giornate…

Un incalzante ritmo narrativo, insieme alle descrizioni delle sequenze della preparazione atletica, portano il lettore dentro il grande mondo del calcio, della sua storia, dei suoi indimenticati campioni e di quei fenomeni – come la violenza negli stadi – che nulla hanno a che fare con il tifo sportivo. “Oggi mi faccio un goal!”, anche e soprattutto nell’anno dei Mondiali di Calcio, si propone ai giovanissimi e all’istituzione scolastica come uno strumento pratico e coinvolgente per avvicinare i ragazzi alla pratica calcistica nell’ottica della crescita personale e come veicolo per promuovere i sempre più necessari valori del fair-play sportivo.

Roberto Alborghetti costruisce una storia di fantasia, ma credibile e terribilmente ancorata alla realtà, come quando in un episodio narra del “bullismo da spogliatoio”… Un libro che diverte, ma che fa riflettere. Come quando porta alla luce aspetti e dinamiche della realtà digitale e mediatica, chiamata a sostenere la clamorosa “battaglia” della piccola squadra di quartiere. Anche un rap, come si scoprirà, darà una mano: “#lasciateci giocare, lasciateci sognare…”.

Oggi Mi Faccio un Goal Copertina (377x640) (377x640) (189x320)

“IL MIO AMICO LIBRO”: UNA INIZIATIVA PER LE SCUOLE PRIMARIE DI MONTEROTONDO E MENTANA (ROMA)


foto 5

Monterotondo Centro Commerciale invita le classi scolastiche a creare racconti. I migliori elaborati saranno poi pubblicati in un libro che servirà a sostenere e finanziare progetti ed attività didattiche delle stesse Scuole

“IL MIO AMICO LIBRO” è una iniziativa che intende coinvolgere le Scuole primarie del territorio di riferimento (Monterotondo – Mentana), per avvicinare le nuove generazioni al mondo della lettura, della scrittura e della creatività, creando uno scambio socio culturale tra MCC Monterotondo Centro Commerciale, e gli Istituti scolastici locali, che saranno i beneficiari del ricavato del progetto.

Tutto questo è “Il Mio Amico Libro”, una grande operazione che – promossa da Monterotondo Centro Commerciale – coinvolgerà i giovanissimi in una esperienza che prevede attività di scrittura, incontri didattici, mostre e la pubblicazione di un vero e proprio libro, scritto dalle classi delle scuole primarie. Un libro che sarà messo poi a disposizione del pubblico, il quale sarà invitato a sostenere concretamente progetti ed iniziative delle singole scuole.

RACCONTIAMOCI E RACCONTIAMO

Raccontare una storia, prendendo spunto dalla propria vita, dalla propria famiglia, dalla propria città e dalla propria fantasia. Questo l’obiettivo dell’iniziativa “Il Mio Amico Libro” che invita gli allievi della Scuola Primaria a realizzare testi in piena libertà espressiva, riguardanti i temi del proprio vivere quotidiano, del proprio ambiente di vita, da quello familiare a quello scolastico, da quello sportivo a quello sociale.

Tutto può diventare una storia, un racconto. Può essere il racconto di come hanno vissuto i propri nonni oppure il racconto del lavoro dei propri genitori. E ancora: si può raccontare la storia della propria città, la storia di come un ragazzo vive le sue giornate, la storia di una vacanza, di un viaggio, di una visita in un luogo mai visto prima. Ma si può anche raccontare una storia fantastica, frutto della propria fantasia. Oppure antiche storie, tradizioni e leggende, magari raccolte dalla viva voce dei nonni. E si possono anche raccontare i propri sogni, quello che si desidera nella vita e per il futuro, nostro e del mondo.

“Il Mio Amico Libro” ha dunque la finalità di dare voce e spazio a ragazze e ragazzi, offrendo loro l’opportunità di raccontare e raccontarsi con semplicità e spontaneità. L’iniziativa si propone come una bella opportunità per esprimere i propri sentimenti, le proprie sensazioni, le proprie emozioni, i propri ricordi, le proprie conoscenze. “Il Mio Amico Libro” è una possibilità per lanciare un messaggio, per raccontando quello che magari, per timidezza, non si è mai riusciti a dire, oppure per  narrare, con uno scritto, un fatto particolare, che ci ha coinvolto ed interessato.

ECCO COME PARTECIPARE

La partecipazione è gratuita ed è aperta a tutte le classi delle Scuole primarie del territorio di Monterotondo e Mentana. Le classi partecipanti potranno presentare all’iniziativa uno o più elaborati, che potranno essere accompagnati anche da disegni.

Ogni elaborato dovrà contenere l’intestazione della classe partecipante, del docente referente e l’indirizzo completo dall’Istituto scolastico di appartenenza. Va indicata anche una e-mail nel caso di comunicazioni urgenti.

Gli elaborati potranno essere recapitati sia in formato cartaceo oppure inviati in formato elettronico all’indirizzo e-mail indicato più avanti. I testi potranno essere essere consegnati anche come file (su USB o su CD) in formato Word.

Tutti i lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 26 marzo 2018 al seguente indirizzo: Monterotondo Centro Commerciale, Viale Bruno Buozzi 35, 00015 Monterotondo (Roma).

Tutti i racconti pervenuti verranno valutati e selezionati da una giuria tecnica e dalla direzione del Centro Commerciale. Di ogni classe verranno selezionati i  racconti meritevoli, che saranno poi pubblicati in un vera e propria  pubblicazione: “Il Mio Amico Libro”.

EVENTI FINALI, PREMIAZIONE, MOSTRA  

L’iniziativa “Il Mio Libro” sarà conclusa da una serie di eventi che coinvolgeranno le scuole, gli alunni, le loro famiglie e i cittadini.

Nella giornata di sabato 5 maggio 2018, presso Monterotondo Centro Commerciale avrà luogo una manifestazione nel corso della quale saranno premiate le classi partecipanti. La direzione del Centro Commerciale, i rappresentanti delle istituzioni locali e i responsabili della casa editrice de “Il Mio Amico Libro” accoglieranno le Scuole primarie del territorio per una grande festa finale.

Nel corso dello stesso evento, sarà presentato e proposto al pubblico “Il Mio Amico Libro” che conterrà i racconti realizzati e creati dagli alunni delle Scuole primarie. Lo stesso libro sarà poi a disposizione di tutto il pubblico, che potrà acquistarlo ad un prezzo speciale. Il ricavato della vendita della pubblicazione sarà devoluto in parti uguali alle Scuole primarie che hanno partecipato all’iniziativa. Sempre nel corso dell’evento del 5 maggio 2018, in vari punti del Centro Commerciale saranno esposti, in una mostra, gli elaborati pervenuti all’iniziativa.

INFORMAZIONI E CONTATTI

  • Informazioni sull’iniziativa “Il Mio Amico Libro” saranno reperibili, a partire dal 15 gennaio 2018, presso il “punto informazioni” di Monterotondo Centro Commerciale, dove sarà a disposizione materiale illustrativo.
  • Informazioni potranno essere richieste anche al numero telefonico 06 9068789 e attraverso l’indirizzo email: direzionemcc@gmail.com
  • Le Scuole primarie e gli Istituti Comprensivi del territorio riceveranno informazioni dirette attraverso i rappresentanti del Centro Commerciale che si occuperanno della distribuzione di materiale informativo riguardante l’iniziativa.
  • Informazioni e regolamento su “Il Mio Amico Libro” sono reperibili sul sito di Okay! – https://okayscuola.wordpress.com/ – che dedicherà pagine speciali e notizie.
  • Monterotondo Centro Commerciale darà il massimo supporto all’iniziativa, con il coinvolgimento delle varie società presenti nella struttura e con un’ampia diffusione a livello di media.

 

WORKSHOP PER LE SCUOLE:

MA COME SI SCRIVE UN RACCONTO?

Nell’ambito dell’iniziativa “Il Mio Amico Libro”, Monterotondo Centro Commerciale promuoverà un singolare momento: un vero e proprio workshop dal titolo “Ma come si scrive un racconto?”. L’incontro sarà condotto da Roberto Alborghetti, giornalista e autore di libri per ragazzi. Le Scuole interessate a questa esperienza possono dare la propria disponibilità prenotando l’incontro presso lo stesso Centro Commerciale, Tel. 06 9068789, indirizzo email: direzionemcc@gmail.com

DCIM101MEDIA

MONTEROTONDO CENTRO COMMERCIALE

 

PICCOLI PRESEPI: ECCO QUELLI DELLE CLASSI PRIME A/B DELLA SCUOLA SECONDARIA 1° DI NICOTERA (VV)


Continua il grande l’interesse per i “Piccoli presepi nel cuore di Roma” esposti fino al 2 febbraio 2018 presso la storica e monumentale Basilica di Sant’Andrea della Valle, nel centralissimo Corso Vittorio Emanuele II, a pochi passi da Piazza Navona, Campo de’ Fiori e Palazzo Madama. Una iniziativa che, in parallelo, si svolge anche on line su questo sitoblog, dove pubblichiamo le opere plastiche realizzate dalle scuole italiane.

Nella fotogalleria proponiamo oggi i piccoli presepi realizzati dagli studenti delle classi I A e I B della Scuola secondaria di Primo Grado di Nicotera (Vibo Valentia). Sono delle realizzazioni molto belle e curate, caratterizzate da creatività e cura dei dettagli. Si meritano davvero un bel “bravissimi” i ragazzi di Nicotera e le docenti, le prof.sse Giulia Martorana e Orsolina Campisi. Tra l’altro, un disguido postale non ha permesso l’arrivo dei piccoli presepi nella basilica di Sant’Andrea. Rimediamo con questo post, segnalando i lavori dei ragazzi e delle ragazze di Nicotera a tutta la comunità web.

Ricordiamo che per ammirare i piccoli presepi a Roma è sufficiente entrare in Basilica nelle ore consentite all’accesso del pubblico. Si trovano, dopo l’ingresso, sulla destra, nello spazio dell’altare dove campeggia il bellissimo pannello marmoreo che raffigura la Natività. Informiamo che è possibile portare altri piccoli presepi realizzati dalle scuole. Si accettano sempre. Dunque, chi lo desidera, può portare altre opere realizzate da ragazzi e ragazze, compresi disegni sul Natale. L’iniziativa è promossa insieme alla Basilica di Sant’Andrea, officiata dai Padri Teatini, fondati da S. Gaetano Thiene, ritenuto l’inventore e promotore del presepe moderno e dello stesso presepe napoletano.

PORTATE ANCHE IL VOSTRO PICCOLO PRESEPE 

I piccoli presepi – che devono trovare posto nelle dimensione di una normale …scatola di scarpe – possono essere realizzati negli stili e nelle forme più diverse, secondo la creatività di ognuno. Suggeriamo di rispettare, per i piccoli presepi, queste misure di massima, in modo che possano essere contenuti in una scatola per le scarpe: altezza 13/14 cm, lati larghezza/lunghezza cm 20/21 e cm 34/35.  Ad ogni singolo piccolo presepe va allegata una scheda (foglio) su cui andranno chiaramente indicati: denominazione Classe/Istituto scolastico o nome e cognome del singolo autore, indirizzo completo, con CAP e provincia, numeri telefonici, indirizzo e-mail della scuola, dell’insegnante referente o dei genitori dei singoli partecipanti.

  • I piccoli presepi dovranno essere inviati, o portati direttamente, al seguente indirizzo: Padri Teatini, Basilica S.Andrea della Valle, Piazza Vidoni 6, 00186 Roma. La mostra è aperta fino al 2 febbraio 2018. Fotografie dei piccoli presepi saranno pubblicate sul sito-blog di Okay!

29 GENNAIO 2018: IL ”LIBROFONINO” A PEDIVIGLIANO PRESSO L’ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO  DI BIANCHI-SCIGLIANO (COSENZA)


Immagini dei plessi scolastici tratte dal sito dell’Istituto Omnicomprensivo Bianchi-Scigliano  http://www.iobscigliano.gov.it/

Oltre che a Rogliano (presso l’I.I.S “Marconi – Guarasci”, Liceo scientifico e Istituto tecnico economico) gli incontri in terra di Calabria per “Pronto? Sono il librofonino” – il libro di Roberto Alborghetti, con le illustrazioni di Eleonora Moretti, edito da I Quindici –  faranno tappa anche a Pedivigliano presso l’Istituto Omnicomprensivo Statale di Bianchi-Scigliano (Cosenza). Accadrà lunedi 29 gennaio 2018, alle ore 11,45. Un incontro atteso che si deve, sul piano organizzativo, alla Dirigente prof.ssa De Rosa e alla prof.ssa Maria Gabriella Gallo.

“Il telefonino: da mezzo di comunicazione a  strumento di riflessione” è il tema che vedrà l’intervento di Roberto Alborghetti, giornalista, e autore dell’ormai popolarissimo testo su un cellulare che racconta storie di smombies, smartphones e cyberbulli. Un argomento di grande attualità che, nelle pagine del libro, e ancor più negli incontri con l’autore, è illustrato in forma creativa e coinvolgente, toccando fenomeni e problematiche che occupano sempre più spazio nella cronaca quotidiana. L’incontro – che si terrà a Pedivigliano – coinvolgerà gli allievi della Scuola  Primaria di Scigliano, Pedivigliano e Borboruso; gli allievi della Scuola Secondaria 1° di Scigliano e Pedivigliano; gli allievi dell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale di Scigliano.

Parteciperanno all’incontro, con l’autore Roberto Alborghetti, la prof.ssa Maria Rosa De Rosa, dirigente scolastico e l’avv. Antonella Leone, Sindaco di Pedivigliano. L’incontro sarà introdotto dalla prof.ssa Maria Francesca Mendola e coordinato dalla prof.ssa Maria Gabriella Gallo. Presente anche il dott. Paolo Sandini della casa editrice I Quindici,per l’aspetto della diffusione editoriale.

Per informazioni: Istituto Omnicomprensivo Bianchi-Scigliano (CS), 87057 Scigliano (CS), Via Municipio, snc – Tel. 0984.966289; csic864005@istruzione.it

Sempre a fine gennaio, precisamente il 28 e il 29 gennaio, sono previsti altri incontri di Roberto Alborghetti – per il nuovo testo “Oggi mi faccio un goal!” – in programma a Bianchi e Colosimi (Cosenza) con un programma che sarà comunicato prossimamente.

http://www.iobscigliano.gov.it/

 

LIBROFONINO: UN’INTERA GIORNATA PER TUTTE LE SCUOLE DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO DI SUPINO (FR)


morolo2015_745

NELLA FOTO: LA LOCALITA’ DI MOROLO (DA “CIOCIARIA TURISMO”)

Continua il giro delle presentazioni nelle scuole italiane del testo “Pronto? Sono il librofonino”, di Roberto Alborghetti. La prossima tappa è in calendario presso l’Istituto Comprensivo di Supino (Frosinone), lunedi 15 gennaio 2018. Sarà un’intera giornata, che coinvolgerà gli allievi – dei plessi scolastici di Supino, Morolo e Patrica – e le loro famiglie. Al mattino, a partire dalle ore 9,00 sono in programma incontri con varie classi, prima presso la palestra dell’IC di Supino, poi – alle ore 11,00 – presso l’Auditorium del Comune di Morolo, per le scuole di Morolo e Patrica.

Come accade in questi incontri, l’autore condurrà un dibattito con la proposta di filmati, immagini, grafici che illustrano elementi e fenomeni collegati all’abuso della tecnologia, rispetto anche ai temi della legalità e della sicurezza in rete. Sarà un vero e proprio “laboratorio” che in tutta Italia ha già coinvolto quasi 30.000 studenti. Nel pomeriggio, alle ore 15,30, sempre presso l’Auditorium del Comune di Morolo, l’autore incontrerà genitori ed educatori  sul tema “Telefonini e nuove tecnologie tra comodità e dipendenza: una sfida per tutti”. Gli incontri sono promossi dall’Istituto Comprensivo Supino, in collaborazione con I Quindici, che saranno rappresentati da Paolo Sandini (sandinipaolo@gmail.com) che coordina le iniziative degli incontri con l’autore.

Animato dalle bellissime illustrazioni di Eleonora Moretti ed edito da I Quindici, “Pronto? Sono il librofonino” è un fanta-racconto su un cellulare che “racconta storie di smombies, smartphones, bufale e cyber-bulli”. Anche gli incontri dell’IC di Supino daranno l’opportunità di riflettere su uno dei fenomeni che ci tocca tutti: quello della comunicazione tramite i telefonini e le nuove tecnologie, realtà che sta cambiando (e condizionando) la nostra vita quotidiana. Aspetti che il libro e gli incontri di Alborghetti ci rivelano senza inutili giri di parole, offrendo uno spaccato di come siamo e di come ormai ci comportiamo in quella che è chiamata “l’era digitale”.

Supino, Morolo e Patrica sono belle località della Ciociaria e si segnalano per arte, storia e cultura. Per saperne di più, ecco qui sotto il link di Ciociaria Turismo, dove è pubblicata anche l’immagine di Morolo riportata in testa a questo post:

http://www.ciociariaturismo.it/it/la-ciociaria/i-91-comuni/tutti91comuni/119-morolo.html

 

 

FENOMENI / 1988-2018 : CARTONI ANIMATI DI TRENT’ANNI FA. VE LI RICORDATE?


1988-2018

Guest Writer: GIANNI SORU

Nel mese di gennaio 1988 ecco “Hilary” (Italia 1): la 15enne che vuole diventare campionessa di ginnastica artistica adoperando il nastro, le clave, le palline… Sua rivale/amica la fuoriclasse Debby.

“Calimero” (Rai 1): il pulcino nato nero con mezzo guscio di uovo in testa vive ad Ovate assieme a mamma e papà. Ha una cotta per la pulcina Priscilla.

Nel mese di febbraio “Che famiglia è questa family” (Italia 1): la famiglia Anderson composta dal padre, madre e 3 figli: Tracy che sembra una ragazza, Fea e Key che invece sembra un ragazzo.

“The real Ghostbusters” (Italia 1): 4 amici: Peter, Egon, Ray e Winstone che fanno gli acchiappafantastmi, corrono in aiuto di chi li chiama. Loro segretaria è Janine, loro mascotte il fantasmino Slimer.

Nel mese di marzo “Combatter V” (Italia 7): 4 ragazzi convocati per essere ritenuti idonei nel guidare 4 navicelle che unendosi formeranno il robot Combatter V e lottare contro i mostri del generale Garuda.

“Lady Lovely” (Italia 1): la ragazza dai lunghi capelli colorati, dove al suo interno vivono I Cucciolidiseta. Lady Lovely ha 2 graziose amiche Dama Ricciolina e Dama Cioccabella. Neronda invece è la cattiva che vuole i capelli magici di Lady Lovely.

Nel mese di maggio “Pole Position” (Odeon TV): il dottor Daret, uomo milionario, fonda l’associazione segreta della Pole Position composta dai 3 suoi nipoti. Partecipano a rallie importanti a bordo di super automobili e con le loro doti da detective dovranno smascherare gli imbroglioni.

“Yace il cavaliere dello spazio” (Odeon TV): il bel ragazzo dai capelli castani con il ciuffo bianco, vive nello spazio aiutato da un vecchio saggio va alla ricerca del padre. Yace possiede mezza chiave capace di sconfiggere il male.

“Una per tutte tutte per una” (Italia 1): America anno 1800, guerra di Secessione, Meg, Jo, Beth ed Emi, le quattro sorelle March, vivono con la madre, il loro papà è partito per la guerra. Le 4 ragazze si rendono utili come meglio possono per andare avanti, tutte e 4 hanno progetti diversi per il futuro.

Nel mese di giugno “Una sirenetta fra noi” (Italia 1): Ginny è una sirena dai lunghi capelli rosa, si innamora di un umano e va a vivere sulla terra ferma sotto le sembianze di un essere umano. Il padre le dona un ciondolo con il quale potrà fare magie, ma nessuno dovrà scoprire questo suo segreto.

“Laserion” (Junior TV): Takeshi ha 12 anni, vive in Giappone e tiene la sua corrispondenza virtuale con David che vive in America. Un giorno mentre giocano con il pc materializzano un robot che vorrà conoscere il suo inventore. Laserion, dovrà combattere contro il Popolo Ribelle.

Nel mese di settembre “Palla al centro per Rudy” (Odeon TV): Rudy ha 12 anni, vive con mamma, papà e la sorellina più piccola, il suo sogno è quello di poter entrare a giocare in una squadra di calcio e disputare i tornei. Entrerà così a far parte della squadra dei King.

“Prendi il mondo e vai” (Italia 1): Tom e Kim sono due gemelli, conoscono e si innamorano di Minami. I due fratelli si iscrivono alle superiori, Kim entra a far parte della squadra di baseball, Tom invece si iscrive a pugilato. Quando Kim muore, toccherà a Tom portare avanti il sogno del fratello nel mondo del baseball.

“Siamo quelli di Beverly Hills” (Italia 1): Hollywood, qui abitano dei ragazzi ricchissimi come Ikki, Pierre, Laura, Roy, Bianca…; ognuno con un sogno diverso. I soldi permettono a loro di fare di tutto dalla discoteca, alle corse d’auto, dalle feste di beneficenza a pranzi lussuosi…

“Viaggiamo con Benjamin” (Italia 1): lo gnomo dai lunghi baffi e dalla lunga barba bianca, il cappello rosso che gira per il mondo sul dorso di un’oca in veste di giudice per portare pace e risolvere i problemi che ci sono tra i vari gnomi.

Nel mese di ottobre “Silvaniam Family” (Odeon TV): nel magico bosco dei Silvaniam vivono tante famiglie di animaletti come conigli, orsetti, procioni, panda, ricci… qui vi accedono tutti quei bambini che hanno delle problematiche con la società o con la famiglia, e grazie a queste famiglie di animaletti riusciranno a risolvere ed a capire i loro problemi.

“Pao Paos” (Rai 1): un popolo di orsetti indiani che vivono in capanne, ci sta la principessa Paq Paq, il suo amico Brave Paw e tanti altri, ogni giorno un’avventura nuova li attende.

“Duck Tales” (Rai 1): il miliardario e avarissimo Zio Paperone vive a Paperopoli, qui ha il suo enorme deposito di soldi, e vive le sue avventure assieme ai suoi tre nipotini Qui, Quo e Qua. Loro nemici la banda Bassotti che mira al patrimonio del ricco papero.

“My Pet Monster” (Odeon TV): il mostriciattolo blu che lascia la sua dimensione per vivere sulla Terra. Fa amicizia con 3 bimbi che per non far capire le sue origini grazie ad un paio di manette Monster può diventare un peluche inanimato. Monster va ghiotto di pattumiera.

Nel mese di dicembre “Sceriffi delle stelle” (Italia 7): 4 ragazzi guidano 4 cavalli meccanici, sfidano e lottano contro i Dimensionali fatti di carbonio, malvagi che portano scompiglio ovunque.

GIANNI SORU