Immagine

ECCO COME SEGUIRE “OKAY!”


banner okay!

Annunci

FIRENZE, GALLERIE UFFIZI: ECCO LE GIORNATE 2019 CON INGRESSO GRATUITO


Dodici aperture nel segno della storia e delle tradizioni di Firenze e della Toscana, ciascuna con eventi speciali e spettacoli

WP_009023

Saranno numerose quest’anno le giornate di ingressi gratuiti, legate alla storia ed alle tradizioni di Firenze, nel complesso museale degli Uffizi, istituite sulla base delle nuove norme del Mibac, pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale. Le  12 date di accesso libero si dividono in tre tipologie: quelle che riguarderanno tutti gli spazi delle Gallerie – Uffizi, Pitti e il Giardino di Boboli – quelle che varranno solo per gli Uffizi e quelle che invece saranno attive solo a Palazzo Pitti e al Giardino di Boboli.

GIORNATE GRATUITE IN TUTTO IL COMPLESSO. La prima sarà il 24 marzo, la domenica di vigilia del Capodanno fiorentino, e della nascita di Francesco I de’ Medici (nel 1541), il ‘fondatore’ degli Uffizi come spazio museale e di ricerca. La seconda sarà il 23 giugno, vigilia di San Giovanni, patrono di Firenze; ad ottobre ve ne saranno due, dedicate a due grandi donne. L’11 ottobre sarà in omaggio a Vittoria Della Rovere, ultima discendente della nobile casata dei duchi di Urbino, quinta granduchessa di Toscana e moglie di Ferdinando II dei Medici, nella ricorrenza del suo arrivo a Firenze, da Pesaro, insieme alla madre Claudia, quando aveva appena un anno. Il 31 ottobre invece ricorderà il Patto di Famiglia stretto dall’ultima discendente medicea, l’Elettrice Palatina Anna Maria Luisa con Francesco Stefano di Lorena nel 1737, grazie al quale le collezioni ed il patrimonio culturale dei Granduchi venivano permanentemente vincolati a restare a Firenze ed in Toscana.

GIORNATE GRATUITE NELLA GALLERIA DELLE STATUE E DELLE PITTURE. Si parte il 26 maggio, per la commemorazione della Strage dei Georgofili, nel segno della memoria del tragico evento avvenuto il 27 maggio del 1993 e in omaggio al valore della Legalità. Secondo appuntamento il 2 giugno, Festa della Repubblica, e terzo l’ 11 agosto, alla vigilia della ricorrenza del tragico incendio che il 12 agosto 1762 devastò parte della Galleria distruggendo anche molte delle opere custodite. Il 6 novembre, infine, accesso gratuito per festeggiare il compleanno di Leopoldo de’ Medici (nato nel 1617), cardinale, uomo di scienza e cultura e appassionato collezionista, che contribuì nel corso della sua esistenza ad ampliare grandemente il patrimonio artistico della Galleria.

GIORNATE GRATUITE A PALAZZO PITTI E NEL GIARDINO DI BOBOLI. Ingresso gratis il 17 marzo, nel 1861 data dell’ Unità d’Italia: la giornata gratuita in questo caso rende omaggio, oltre che all’unificazione, anche al ruolo di Palazzo Pitti, dal 1865 reggia sabauda, dove Vittorio Emanuele II risiedette nei sei anni in cui Firenze fu Capitale d’Italia, fino al 1871 Il 4 agosto nuova possibilità di accedere gratis a Palazzo e Giardino: la ricorrenza è la drammatica notte dei Ponti, del 4 agosto 1944, quando l’esercito nazista che occupava Firenze fece saltare con gli esplosivi svariati ponti sull’Arno, incluso  quello di Santa Trinita, ideato da Michelangelo e realizzato per ordine di Cosimo I da Bartolomeo Ammannati, ed anche molti palazzi storici affacciati su entrambe le rive dell’Arno. Sempre ad agosto, ci sarà un nuovo giorno di visite libere il 27, data, nel 1569 dell’incoronazione a granduca di Cosimo I, evento che segnò la nascita del Granducato in Toscana. Fu proprio Cosimo, peraltro, a commissionare la costruzione dell’edificio che avrebbe dovuto accogliere le Magistrature, cioè le funzioni della macchina statale fiorentina, in seguito noto come Uffizi, a portare al completamento i lavori per il giardino di Boboli e ad ampliare la Reggia stessa di Pitti.

Quindi, il 30 novembre, per la festa della Festa della Toscana, celebrata in occasione della ricorrenza dell’ abolizione della pena di morte nel granducato decisa nel 1786 nell’ambito della riforma penale da Pietro Leopoldo di Lorena.

“Le giornate scelte per questa iniziativa sono ricorrenze altamente simboliche ed evocative non solo per la storia di Firenze ma anche per quella della Toscana e dell’Italia – commenta il Direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidtil programma di ingressi gratuiti nei nostri musei potrà dunque anche avere un valore formativo, ed essere utile affinchè tutti i cittadini possano ricordare e celebrare nel segno dell’arte e della cultura alcuni dei momenti e personaggi più importanti del passato di noi tutti”.

ANTEPRIMA / LA COPERTINA DEL PROSSIMO OKAY! DEDICATA AL FENOMENO-LAMIAGENDA (2019/2020)


20190214_172504_resized

Il nuovo numero di Okay! sarà disponibile gratuitamente in pdf da scaricare free dalla prossima settimana, precisamente dal 21 febbraio. In copertina: la prossima edizione de LAMIAGENDA, l’innovativo diario scolastico che sta conquistando la scuola italiana. Sarà presentato anche a FieraMilanoCity dall’8 al 10 marzo a Sfide / Fa’ la cosa giusta. Tema della prossima edizione: Di Cotti & Di Crudi, Il mondo del cibo e della sana alimentazione. Da non perdere!!!

NOVITA’ / ALBUMONE: QUANDO UN LIBRO PORTA IL BAMBINO DENTRO LA REALTA’


AlbumOne 2 copertina

La protesta dei pastori sardi, il latte versato per le strade, mucche portate in piazza, perfino sotto i palazzi del potere… Sono, queste, notizie che rimbalzano continuamente, in questi giorni, sui telegiornali, su web e sulla carta stampata. Notizie che appartengono al mondo dei grandi, scaraventate spesso sotto gli occhi dei bambini, che seguono e guardano, cercando un senso a quelle scene in cui è mostrato che il latte è buttato…Quel latte che la mamma, o la maestra, ti fanno bere, a casa e a scuola. E allora sorgono tante domande, a cui – in modo distratto – non si dà alcuna risposta… Perchè il latte? Perchè i contadini? Perchè le mucche… 

!cid_04BF8431-F84C-4BE9-8B2F-378F4DC1853E - Copia - CopiaOra, come segnalato da diversi docenti, c’è un testo che può aiutare la famiglia e la scuola a portare alla conoscenza dei bambini il mondo dell’agricoltura e della terra. Si tratta della seconda storia “giallorossoblu” di  AlbumOne, l’innovativa serie di Funtasy Editrice. E in questi giorni di proteste, il grande album delle Edizioni del Divertimente è di grande utilità. Vediamo perchè… 

Un contadino di nome Dino, una mucca che fa il latte “più buono del mondo”, una fattoria costruita sulla collina del sole. Sono, questi, alcuni degli elementi attorno ai quali appunto ruota il secondo titolo di AlbumOne, intitolato “Dino contadino e la mucca Dosolina”. Dopo il primo fascicolo – “Avventure in mongolfiera” – accolto da grandi consensi nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie, ecco il secondo numero delle storie giallorossoblu, ideali per essere al centro di attività scolastiche – età suggerita: dai 4 ai 7 anni – o di una lettura in famiglia. Scritte da Roberto Alborghetti, e accompagnate da illustrazioni create da Eleonora Moretti, le storie sono state concepite e presentate come uno strumento da “mettere nelle mani” dei docenti e dei piccoli allievi.

AlbumOne non è semplicemente un libro, ma un vero e proprio strumento di lavoro, da costruire settimana dopo settimana, insieme ai bambini. Lo hanno del resto dimostrato le numerose scuole che l’hanno adottato: hanno dato vita a bellissime esperienze di gioco e di scoperta, documentate in elaborati e materiali didattici di grande fantasia. 

ALBUMONE: UNA STORIA CHE DA’ VITA ALLE STORIE

Anche “Dino contadino e la mucca Dosolina” è costruito in modo semplice e al tempo stesso innovativo. Innanzitutto è quadrato! . Ossia ha una forma che – è scientificamente provato – favorisce nel bambino una migliore postura, una maggiore concentrazione, un’armonia di gesti ed un utilizzo migliore e razionale dello spazio-foglio. 

In “Dino Contadino e la mucca Dosolina” si va alla scoperta dell’atmosfera vissuta in campagna, della vita all’aria aperta, del mondo degli animali e del tema dell’alimentazione.  Appunto: una storia per capire che anche la vita di un contadino e quella della sua unica mucca, hanno un senso. Che il latte è importante, nella storia dell’umanità. Che il lavoro della terra è fondamentale. La storia è presentata a puntate, nell’arco delle varie pagine. E ogni puntata suggerisce domande, percorsi, prospettive, disegni da realizzare sui fogli bianchi, spazi da riempire in piena libertà, rivivendo e re-interpretando le varie scene della storia. Sperimentando sempre la scoperta di parole nuove, in un arricchimento lessicale coinvolgente e divertente. 

Così, di pagina in pagina, di mese in mese, la storia giallorossoblu di Dino Contadino e della sua bellissima fattoria, produrrà e suggerirà altre storie, che rimarranno  “scolpite” nelle pagine di AlbumOne, che diventerà documento imperdibile e diario dei primi anni di vita. Un documento da conservare, da donare ai genitori, al termine dell’anno scolastico. E gli stessi genitori, potranno anche essere coinvolti nella realizzazione delle varie pagine, da fare, creare e elaborare a casa insieme ai propri figli.

AlbumOne è accompagnato da una speciale “Guida per il Docente” con notizie, informazioni per le attività di classe, piano generale dell’opera e schede per le competenze europee e i campi di esperienza. La Guida è in omaggio per i docenti ed è disponibile in versione pdf. 

ALBUMONE #2: INFO e CARATTERISTICHE

Titolo: Dino Contadino e la mucca Dosolina

Autore: Roberto Alborghetti

Illustrazioni : Eleonora Moretti

Numero pagine: 28

Formato quadrato: 28 x 28 cm 

Confezione: Punto metallico

Prezzo al pubblico: Euro 5,50

Pubblicato da Funtasy – Le edizioni del divertimente

Per info, incontri, pubbliche letture e corsi di formazione: contattare dott.Paolo Sandini, funtasyeditrice@gmail.com

“A TAVOLA CON PAPA FRANCESCO”: ECCO I PROSSIMI INCONTRI DI PRESENTAZIONE


Continuano senza sosta e con grande successo le presentazioni del volume “A tavola con Papa Francesco / Il cibo nella vita di Jorge Mario Bergoglio” di Roberto AlborghettiLibri Mondadori , già pubblicato in 14 Nazioni, tradotto in diverse lingue, Premio Selezione Bancarella Cucina 2018. Il volume sarà infatti presentato nelle prossime settimane a Bitonto (BA)Montecatini Terme (PT) e alla Eat Valley Garfagnana, a Ghivizzano, Comune di Coreglia Antelminelli (LU).

BITONTO: 25 FEBBRAIO 2019

“A tavola con Papa Francesco”  sarà presentato a Bitonto (BA), lunedi 25 Febbraio 2019, alle ore 19, presso la Sala Polifunzionale della Parrocchia e della Fondazione Santi Medici, promotori dell’incontro. Insieme all’autore, Roberto Alborghetti, inteverrà don Vito Piccinonna, parroco. L’incontro vedrà la partecipazione del Coro dell’Istituto Comprensivo “Cassano – De Renzio”, diretto dalla dott.ssa Anna Bellezza. La formazione corale è diretta dalla prof.ssa Lucrezia Napoli, al pianoforte il prof. Antonio Mancazzo. L’ingresso è libero

MONTECATINI TERME: 1° MARZO 2019

Nel noto centro termale, “A tavola con Papa Francesco” sarà proposto in un doppio incontro. L’iniziativa è promossa da Terme di Montecatini e Comune di Montecatini Terme  nell’ambito della rassegna “Acqua in bocca (ma non troppo) – Incontri con gli Autori”. Ecco il programma:
1° Marzo, Ore 11, Incontro presso la Scuola superiore Istituto “Don Bosco”, Via Leoncavallo, 17. Partecipa il vescovo di Pescia, mons. Roberto Filippini. Coordina il giornalista Corrado Benzio.
1° Marzo , Ore 17, Incontro-dibattito presso le Terme Excelsior. Conduce il giornalista Corrado Benzio. Ingresso libero.

EAT VALLEY GARFAGNANA: 2 MARZO 2019
L’incontro è in programma alle ore 17, presso Eat Valley Garfagnana, a Ghivizzano, Comune di Coreglia Antelminelli (Lucca). Conduce Corrado Benzio.

Eat Valley è un innovativo centro eno-gastronomico di recente creazione. Promuove prodotti locali e nazionali di assoluta eccellenza. Qualità e genuinità del territorio difficili da trovare sul mercato. La Eat Valley rappresenterà un punto di arrivo per tanti appassionati che vivono il buon cibo di qualità anche come un nutrimento dell’anima. Temi, dunque, perfettamente in linea con i contenuti di “A tavola con Papa Francesco”. L’idea di questo centro è di Rolando Bellandi e dei suoi figli che hanno saputo coniugare la tradizione con l’innovazione. Una realtà tutta da scoprire, al servizio di un territorio di grande suggestione, non solo a livello agroalimentare.

Il volume – disponibile durante gli incontri, con dedica dell’autore – è una sorprendente biografia su tematiche di grande attualità: alimentazione, lotta allo spreco, sostenibilità. Copertina cartonata, 208 pagine, oltre 250 fotografie. Presenta documenti inediti e 36 straordinarie ricette, buone e facili da cucinare. Per info e prenotazioni incontri con l’autore: sandinipaolo@gmail.com

BUON S.VALENTINO! ECCO COME ALLA SCUOLA DI PICO (FR) SI PARLA DELLA FESTA DEL 14 FEBBRAIO


IMG-20190214-WA0004

Sì, oggi è San Valentino. Una ricorrenza che certamente non sfugge nemmeno ai bambini. E dunque: come sottolineare questa festa, definita degli innamorati e dell’amore, anche tra i banchi di scuola? Una risposta ci arriva dalla intraprendente scuola primaria di Pico (FR) dell’Istituto Comprensivo Pontecorvo 2 diretto dalla dott.ssa Rita Cavallo. Oggi – ci dice la docente Anna Abatecola – in classe si è parlato del significato della festa del 14 Febbraio, sottolineando soprattutto il concetto concreto dello stare bene insieme. E dietro ogni cuoricino – come mostra la foto – tanti pensieri, tante espressioni come segni concreti di gesti di attenzione e di amore.

FATTI DA NOI / LA POESIA DI PIETRO, CLASSE 5A, S.GIOVANNI VALDARNO (AR)


Pietro Grifoni

“L’Europa è casa mia” è la bellissima poesia scritta da Pietro Grifoni, l’autore della storia fantastica “Ludovico il vampiretto che non sapeva volare”, pubblicata pochi mesi fa. Pietro frequenta la classe Quinta presso la Scuola delle Suore Agostiniane a San Giovanni Valdarno (AR). Ringraziamo la sua insegnante di sostegno, Sofia Bandini, che ci ha inviato la composizione, che proponiamo nella foto.

LA SERIE A IN CAMPO PER LA CAMPAGNA “NON È UN GIOCO” CONTRO LA VIOLENZA DOMESTICA


FocusSito_SMS

Durante il prossimo turno di Campionato di calcio saranno esposti striscioni a sostegno della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Non è un gioco” di SOS Villaggi dei Bambini, per fornire un supporto concreto alle donne vittime di violenza, evitando la separazione del bambino dal suo contesto familiare. Dall’11 febbraio al 3 marzo 2019, sarà possibile sostenerla donando al numero solidale 45590.

In Italia, sono circa 427.000 i bambini e ragazzi[1] che hanno assistito a episodi di violenza dentro casa. Nel nostro Paese la violenza contro le donne è un fenomeno drammaticamente diffuso: 1 donna su 3, tra i 16 e i 70 anni, nel corso della propria vita ha subìto violenza fisica o sessuale[2]. Anche la Lega Serie A TIM, sempre pronta a sostenere messaggi di solidarietà con la forza mediatica dei propri Club, e l’Associazione Italiana Arbitri, che hanno riconosciuto il patrocinio all’iniziativa, hanno deciso di schierarsi a favore di SOS Villaggi dei Bambini per aiutare la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Non è un gioco”, a cui si può contribuire dall’11 febbraio al 3 marzo 2019 con sms o chiamata da rete fissa al numero solidale 45590.

Durante il XXIV turno di Campionato, da venerdì 15 a lunedì 18 febbraio, la Lega Serie A TIM scende in campo al fianco di SOS Villaggi dei Bambini. Tutte le squadre accederanno al campo reggendo lo striscione dedicato alla campagna, mentre i maxi-schermi e gli speaker di tutti gli stadi inviteranno i tifosi a sostenere l’iniziativa con un contributo economico. Giocatori, allenatori, arbitri e giornalisti accreditati esporranno inoltre l’adesivo con il numero solidale durante tutte le attività di comunicazione previste prima, dopo e durante gli incontri.

Questo l’elenco delle gare:

Ven 15/02 ore 20.30: Juventus vs Frosinone

Sab 16/02 ore 18,00: Cagliari vs Parma

Sab 16/02 ore 20.30: Atalanta vs Milan

Dom 17/02 ore 12.30: Spal vs Fiorentina

Dom 17/02 ore 15.00: Empoli vs Sassuolo

Dom 17/02 ore 15.00: Genoa vs Lazio

Dom 17/02 ore 15.00: Udinese vs Chievo

Dom 17/02 ore 18.00: Inter vs Samp

Dom 17/02 ore 20.30: Napoli vs Torino

Lun 18/02 ore 20.30: Roma vs Bologna

“SOS Villaggi dei Bambini risponde ogni giorno alle difficoltà che affrontano le mamme sole con i loro bambini vittime di violenza, secondo quanto indicato dalla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia – dichiara Roberta Capella, Direttore Generale di SOS Villaggi dei Bambini – Siamo lieti che al nostro fianco si siano schierati i calciatori e gli arbitri della Serie A, veri e propri opinion leader della nostra società. Grazie a loro siamo certi che la campagna “Non è un gioco” acquisirà grande popolarità e sarà più facile aiutare a costruire il futuro di tante mamme vittime di violenza e dei propri figli, offrire loro un luogo dove poter ritrovare il calore e la protezione di una casa e per far vivere ai bambini l’infanzia che meritano”.

LA CAMPAGNA “NON È UN GIOCO” A SOSTEGNO DEL PROGETTO “MAMMABAMBINO”

Con la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Non è un gioco” si sosterrà il progetto “MammaBambino” di SOS Villaggi dei Bambini, un programma di sostegno e rafforzamento familiare affinché venga mantenuta e consolidata la relazione tra la mamma e il suo bambino. Il progetto si concretizza all’interno dei Villaggi SOS in Italia e nel programma di affido familiare a Torino attraverso diverse tipologie di servizi: la Casa SOS Mamma con Bambino, che accoglie giovani madri con il bambino e gestanti che hanno bisogno di un sostegno; la “Casa SOS per Donne Vittima di Violenza”, dedicata alle donne vittime di violenza o a rischio di possibili maltrattamenti che sono costrette ad allontanarsi da casa; gli “Appartamenti per l’autonomia”, per lavorare sul recupero della genitorialità e l’acquisizione di una indipendenza di tipo lavorativo ed economico. Il progetto, inoltre, offre numerose attività per il rafforzamento delle capacità genitoriali come sostegno psicoterapeutico, mediazione familiare, sostegno al ruolo genitoriale e percorsi di formazione, lavoro e autonomia abitativa.

Si può sostenere la campagna “Non è un gioco” di SOS Villaggi dei Bambini con sms o chiamata da rete fissa al numero solidale 45590 dall’11 febbraio al 3 marzo 2019. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali. Sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile, e di 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali.

#NONEUNGIOCO: LA CAMPAGNA SUI SOCIAL

Nelle settimane dall’11 febbraio al 3 marzo, SOS Villaggi dei Bambini invita tutti a pubblicare sui social media, con l’hashtag #noneungioco, una foto che raffiguri il proprio oggetto “coperta di Linus”, ovvero l’oggetto preferito e insostituibile capace di trasmettere sicurezza, protezione e calore nei momenti più difficili.

NON SOLO CALCIO. GLI ALTRI PARTNER PER LA CAMPAGNA DI SOS VILLAGGI DEI BAMBINI

La campagna “Non è un gioco” gode del sostegno della Rai – Responsabilità Sociale: dall’11 al 17 febbraio 2019 la campagna sarà promossa sui principali contenitori di intrattenimento e informazione delle reti Rai, Radio Rai e sul sito www.rai.it. Inoltre, la Campagna gode anche del sostegno di Mediafriends, La7 e Sky per il Sociale. Inoltre, hanno deciso di sostenere la Campagna di SOS Villaggi dei Bambini anche dalle istituzioni sportive come la FIPSAS e la FISE e numerosi volti del mondo dello sport e dello spettacolo come Andrea Lucchetta, Veronica Maya, Mirkoeilcane, Massimiliano Rosolino e Giorgia Surina.

[1] Tra il 2009 e il 2014

[2] Dati Istat 2015 “Violenza sulle donne”: https://www.istat.it/it/violenza-sulle-donne/il-fenomeno/violenza-dentro-e-fuori-la-famiglia/numero-delle-vittime-e-forme-di-violenza

CONTA CON 44 GATTI / SCHEDA N.3: PILOU, CON LA DOLCEZZA SI OTTIENE TUTTO!


immagine POST 3_PILOU_44 GATTI

PILOU: CON LA DOLCEZZA SI OTTIENE TUTTO

Pilou è un’adorabile gattina che dice e fa sempre le cose più sciocche, buffe e spiritose; trova sempre qualcosa di comico in tutto e si diverte a dispetto degli altri. Al di là dell’apparenza, è una micia estremamente intelligente, osservatrice e che impara velocemente. Affronta le situazioni in modo originale, e offre pareri onesti anche quando gli altri non vorrebbero sentirli.

 CARATTERISTICHE Speciali:

  • Pilou suona la batteria.
  • é capace di spalancare gli occhioni e diventare tanto dolce da calmare e rendere buoni perfino i cattivi.

Pilou è così dolce e buffa che una storia divertente sarà la più semplice da immaginare! I bambini potranno imparare che a volte le persone aggressive che alzano la voce e cercano di imporre la loro volontà a tutti …restano inermi proprio davanti alla dolcezza e a un gesto gentile. Inoltre, non prendersi sempre sul serio aiuta a vivere meglio, senza mai dimenticare che ridere fa davvero bene!

  • create uno scrapbook con la vostra storia e i vostri ricordi del percorso fatto in classe
  • per i più piccoli costruite un libro tattile
  • per i più grandi invece, potreste creare una storia utilizzando la staffetta letteraria
  • scrivete voi la storia e poi utilizzatela per uno storytelling “Listen and participate”: le attività di storytelling offrono opportunità per stimolare le abilità ricettive e produttive.
  • …e tutto quello che scaturirà dalla inesauribile fantasia dei bambini!

Qualsiasi tipo di elaborato in formato digitale sarà accettato e se corredato da audio musicale sarà ancora più apprezzato. Per scoprire tante altre idee scoprite gli spunti didattici sul sito https://okayscuola.wordpress.com/  ai link:

https://okayscuola.files.wordpress.com/2018/11/schede-dida-44-gatti_scuola-infanzia.pdf

https://okayscuola.files.wordpress.com/2018/11/schede-dida-44-gatti_scuola-primaria.pdf

 

DOCUMENTATE!

La partecipazione al bando è semplicissima, create la vostra storia e inviatecela in formato digitale, scegliendo il modo che vi è più congeniale:

*** Si ricorda che per foto e video è indispensabile raccogliere tutte le liberatorie

INVIATE

Raccogliete il materiale e inserite i dati della vostra scuola, classe e i vostri riferimenti personali. Se il materiale è pesante usate https://wetransfer.com/ è facile e gratuito, se preferite usate Dropbox. Oppure mandate tutto all’indirizzo email di OKAY! – okaysegreteria.mhstudyo@gmail.com

Una giuria qualificata selezionerà Fra tutte le scuole partecipanti, i due lavori più originali: uno per la sezione delle scuole materne e uno per la sezione delle prime due classi della scuola primaria. RAINBOW organizzerà presso le due classi vincitrici una grande festa con la partecipazione di POLPETTA, PILOU, MILADY e LAMPO!

POTRESTE REGALARE ALLA CLASSE UNA FESTA INDIMENTICABILE!

               

CARRI, SFILATE E FALO’: TUTTI IN MASCHERA SULLE VIE DELL’EMILIA


carnevale 1

Unico ma capace di assumere svariate forme a seconda del luogo e dell’esigenza, in una spumeggiante ondata di colori e all’insegna dell’infinita moltitudine di possibilità: una descrizione che si adatta perfettamente tanto al Carnevale quanto al territorio compreso tra le province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia, riunite sotto la maschera di Destinazione Turistica Emilia. La lista di eventi previsti all’interno di un triangolo mai così variopinto per uno dei momenti più folli dell’anno si trasforma, o forse sarebbe meglio dire si traveste, in una lunga sfilata che attraversa tutta l’area con esperienze eccezionali ma saldamente ancorate alla tradizione.

Andando in rigoroso ordine di apparizione – perché in occasioni come questa le deviazioni improvvise e inaspettate sono una regola – ad aprire le danze è stata Cavriago (RE), che il 5 febbraio 2019 ha messo in scena “Tutti per uno, giochi per tutti! Finché non morte non ci separi”, una manifestazione incentrata sui giochi cooperativi, dove si perde o si vince tutti insieme. Squadre consolidate di parenti e amici o formazioni estemporanee si sfidano e si alleano nell’ambito di “Carnival Zombie”, per sconfiggere una terribile orda di creature orrorifiche che si aggira indisturbata in mezzo ai vivi durante la festa di Carnevale, o vestono i panni dei sensitivi ne “Il Sesto Senso”, con l’obiettivo di liberare una vecchia casa da anni infestata da un fantasma.

La 133esima edizione del Carnevale di Castelnovo di Sotto (RE) si prende la libertà di occupare non una ma ben 4 date, nelle domeniche dal 10 febbraio al 3 marzo 2019. Ancora una volta, come accade ormai da più di un secolo, i carri giganti sfilano nel centro del paese, in una pioggia di coriandoli e note musicali, per ricordare la tradizione della costruzione di carri e maschere di una comunità rappresentata, nel suo attaccamento alla civiltà contadina, dalla figura di “Al Castlein”. La festa offre inoltre l’opportunità di conoscere la città, i segreti della lavorazione della cartapesta e i prodotti tipici locali, mettendo sul piatto anche la visita al Museo della Maschera, con la sua raccolta di 182 pezzi risalenti al 1810 tra maschere, antichi stampi in metallo e modelli originali in gesso.

Tra le più longeve e partecipate manifestazioni carnevalesche della provincia di Piacenza, il Carnevale in Valnure e Valchero (PC) coinvolge ben 5 comuni, con l’obiettivo di portare un divertimento collettivo, allegria e maschere nelle piazze e nelle strade di Podenzano, Vigolzone, San Giorgio, Carpaneto e Gropparello. Nei weekend del 23 febbraio e del 2 marzo, i carri allegorici, i gruppi mascherati e il corpo bandistico “La Coppa” di Carpaneto sfileranno in vicoli e vie invase dal profumo delle frittelle.

I bambini sono i veri protagonisti del Carnevale Sampolese a San Polo d’Enza (RE), in programma il 24 febbraio 2019. Con il suo grande palco dedicato a musica, danze e intrattenimento, Piazza Matteotti è il cuore pulsante della manifestazione, che vede come momento clou la sfilata lungo le vie del paese delle creazioni allegoriche a tema del gruppo “Carristi di Cilianum”, in un tripudio di trucchi, sapori e caramelle per tutti.

Sempre bambini e ragazzi sono i destinatari della lettera di divertimento inviata per posta prioritaria da CarnevArte-PARMA, che il 2 e il 3 marzo 2019 coinvolge le Biblioteche Comunali e Musei civici come il Castello dei Burattini, la Casa della Musica e la  Pinacoteca Stuard in una dimensione di merende ed eventi, tra giochi, racconti truccabimbi e creazione di maschere.

Basta spostarsi in Piazza Duomo per prendere parte al Carnevale in Città di domenica 3 marzo 2019. La partenza della sfilata dei carri alle 14.30 è l’inizio di una colorata festa itinerante che si snoda per le strade dell’Oltretorrente fino al Parco Ducale, dove la premiazione dei carri e la proclamazione del vincitore della manifestazione in base alla classifica stilata dal presidente della giuria Al Dsèvod (maschera di Parma) è il gran finale ma anche il preludio all’incoronazione del piccolo re e della baby-regina del Carnevale.

Sabato 2 marzo il Carnevale Medievale invade la Rocca Viscontea di Castell’Arquato (PC), che per l’occasione si arricchisce di un percorso tra le curiosità legate alla storia di una ricorrenza festeggiata già al tempo dell’Antica Roma, dove il periodo coincideva con quello della fertilità della terra. Quello proposto è un viaggio a ritroso nei secoli, dai Saturnalia alle Feste dei Pazzi, momenti più unici che rari in cui ogni regola saltava e gli esponenti delle classi sociali più basse diventavano per un istante signori e padroni. Il ritorno al presente è favorito dalla degustazione di ippocrasso in Enoteca Comunale.

Negli stessi giorni, il 2 e il 3 marzo 2019, il Carnevale di Fiorenzuola (PC) fa sentire la propria voce con la riproposizione del 37esimo palio de La Zobia, manifestazione unica nel suo genere, che dal tardo Medioevo invade le vie del centro in un vortice di contagiosa follia. Quello che va in scena durante la sfilata di carri e carretti artigianali è un vero e proprio teatro a cielo aperto, dove chi si sente in vena ha la facoltà di reinventarsi attore per un giorno e interagire col pubblico improvvisando battute e sketch dialettali, purché sprovvisto di maschera: l’unica regola di questa bizzarra tenzone mimetica è infatti quella di avere il volto scoperto. A fare da contorno, vino novello, allegria e buona tavola.

A proposito di follie, sono i Matti da Galera ad allestire come di consueto il Carnevale da Favola a Piacenza. Domenica 3 marzo, a partire dalle ore 14.00, i bambini in cerca di travestimento possono contare sui servizi di un Pronto Soccorso Maschera, capace di trasformarli in personaggi dei libri di favole e fiabe o in protagonisti e supereroi dei cartoni animati. Dalle 15.30, la tradizionale sfilata in costume, il concorso che premierà le maschere Matte da Galera e uno spettacolo per bambini ideato per l’occasione dall’inesauribile fantasia di Pappa e Pero animeranno ancora una volta il tratto di strada compreso tra via Roma e i Giardini Merluzzo, tra sorprese e scherzi per tutti fino a tarda sera.

Tra chiacchiere, frittelle e sfilate di carri allegorici e di gruppi mascherati, il Carnevale Bobbiese si estende sulle due domeniche del 3 e del 10 marzo. In occasione del secondo appuntamento, il momento clou è come da tradizione quello della Pentolaccia allestita in Piazza Duomo a Bobbio (PC), che vede i rappresentanti delle varie compagini coinvolte nei cortei tentare – naturalmente bendati – di frantumare il grande cestino di croccante contenente dolci e caramelle per la gioia di tutti i bambini presenti

A chiudere idealmente la “mascherata” di Destinazione Turistica Emilia, il 5 marzo, la sfilata dei carri allegorici e del gruppi del Carnevale Bedoniese (PR) che condivide con l’altro grande ritardatario – il Carnevale in Piazza di Sala Baganza (PR) – la tradizione del falò. Quest’ultima manifestazione prevede per prassi che la Rocca faccia da sfondo al suggestivo fuoco di Carnevale acceso nella Piazza Gramsci, per rievocare l’antico rito con cui i contadini intendevano propiziare un’annata di buoni raccolti e allontanare i mali e le avversità. Non mancheranno ovviamente preparazioni gastronomiche, la gara di torte cucinate dalle “rezdòre e la sfilata di maschere.