#oggimifaccioungoal #lasciatecigiocare


Oggi Mi Faccio un Goal Copertina (377x640) (377x640) (189x320)

 

Annunci

TI PARLO DELLA MIA FAMIGLIA 2018: ECCO COME PARTECIPARE ALLA TERZA EDIZIONE


20171207_083418_resized

E’ a disposizione il CALENDARIO 2018, realizzato da KIWANIS – Divisione 16, Lombardia 2, con alcuni dei disegni che sono pervenuti all’edizione 2017 di “Ti parlo della mia famiglia”. E’ disponibile anche per le stesse Scuole che vogliono partecipare ad una azione di solidarietà in aiuto delle scuole di Amatrice (Umbria) colpite un anno fa dalla devastazione del terremoto. I fondi raccolti serviranno per finanziare un progetto di sostegno psicologico per gli scolari. Il Calendario – dove sono pubblicati 12 disegni di “Ti parlo della mia famiglia” – va richiesto a KIWANIS, contattando la presidente Anna Scarpellini, al numero 329 174 5776, o via email: anna.scar@live.it – Il costo del Calendario è di 5 euro.

TI PARLO DELLA MIA FAMIGLIA 2018: IL BANDO

Raccontare la propria famiglia, parlare dei propri genitori, dei propri fratelli e sorelle, narrare “come” si vive all’interno delle mura della propria casa, le proprie giornate, ricordando episodi e momenti lieti o tristi che si sono vissuti insieme, i piccoli e grandi gesti che si compiono quando si vive insieme e si sogna insieme…

E’ questo il senso della terza edizione dell’iniziativa “Ti parlo della mia famiglia”che Kiwanis International, Kiwanis Club Bergamo Orobico Onlus ed OKAY!dopo il grande successo delle precedenti edizioni, promuovono a livello nazionale tra le scuole materne, scuole primarie e secondarie di primo grado, statali e paritarie.

FINALITA’

La finalità è quella di dare spazio, visibilità e attenzione alle voci di ragazze e ragazzi, offrendo loro l’opportunità di pensare alla realtà della propria famiglia e raccontarla con semplicità e spontaneità, nelle sue scene e nei suoi momenti quotidiani, nelle giornate felici e anche in quelle più tristi. Ma anche di fissare – in  un semplice commento, in un semplice pensiero, in un semplice disegno – il bello di vivere con i propri genitori, i propri fratelli e sorelle, con i nonni, e perché no?, zie e zii, cugini e cugine…

Dunque, l’iniziativa vuole proporsi come una opportunità per esprimere i propri sentimenti, le proprie sensazioni, le proprie emozioni, i propri ricordi per esperienze, fatti e realtà che costituiscono il mondo della famiglia e la bellezza di vivere insieme con mammà e papà e con quanti condividono con noi i giorni della nostra vita.

COME ADERIRE

Attraverso messaggi, scritti, disegni ed immagini (come fotografie e piccoli video) la scuola italiana è invitata a raccontare storie, fatti, emozioni e situazioni che costituiscono l’esperienza di vivere in famiglia, da cogliere e raccontare nei suoi vari componenti, nelle sue diverse situazioni, nelle difficoltà e nelle gioie di ogni giorno.

Attraverso le varie forme della creatività e della piena libertà  espressiva, i partecipanti potranno eseguire lavori che illustrano le tematiche collegate alla famiglia, magari partendo da semplici “punti di osservazione”.

Ad esempio: da chi è composta la famiglia;  descrivere mamma e papà, nel loro aspetto fisico e in quello che fanno (ad esempio: il lavoro e gli hobbies); parlare o disegna i fratellini e le sorelline, scrivere dei giochi che si fanno insieme, in casa e fuori, con gli amici.

E ancora: raccontare come si vivono le giornate (mattino, pomeriggio, sera)  i giochi, le gite, le vacanze, i momenti che si vivono insieme (ad esempio, a tavola, una passeggiata, sul campetti di calcio, davanti alla tivù, all’oratorio, a scuola, in parrocchia, in un gruppo sportivo e ricreativo); parlare e disegnare i momenti allegri e felici e anche quelli in cui ci si sente magari un po’ giu’….

Oppure, semplicemente, lanciare un messaggio a mamma e papà, raccontando loro quello che magari, per timidezza, non si è mai riusciti a dire… O narrare, con uno scritto od un disegno, un fatto particolare, che ha coinvolto tutta la famiglia.

Insomma, divertitevi a raccontare “tutti i colori” della famiglia, le sue persone, gli ambienti dove si vive, le esperienze e le storie vissute insieme.

PRESENTAZIONE DEGLI ELABORATI

Gli elaborati potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, dvd, cd-rom, pen-drive, siti web e così via.

Tutti i lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 15 aprile  2018 (fa fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Okay!, presso Casa M.E.Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE

Una commissione giudicatrice selezionerà i migliori lavori pervenuti. Le scuole saranno premiate con prodotti di utilità didattica nel corso di un evento pubblico a Bergamo in occasione della Giornata per la Famiglia 2018 (15 maggio). Nella medesima manifestazione verrà organizzata una mostra dei migliori lavori pervenuti.

FENOMENI / TELEVISIONI E CARTONI: E NEL 2011 VENNE LANCIATO…FRISBEE


FRISBEE

GUEST WRITER: GIANNI SORU

Canale nato nel 2011, ancora oggi esistente, FRISBEE ha riscosso un discreto successo. Come vecchie serie propone: “A tutto reality l’isola” (K2, sigla Il Naufrago), “Curioso come George” (Rai), “Due Fantagenitori” (Fox Kids), “Manny tuttofare” (Disney Channel, sigla Ermavilo), “Oggy e i maledetti scarafaggi” (Italia 1), “Un pizzico di magia” (Boing)…

Come serie inedite invece ne propone di diverse:

2011: “Cinque gemelli diversi”, “Stocked surfisti per caso”, “Babar e le avventure di Badou”.

  1. “Tree fu Tom”, “Littlest Pet Shop” (un grande successo, sigla Susanna Balbarini).

2014: “She Zow”, “Pretty star sognando l’aurora”, “Tickety Tock” (un discreto successo, sigla Il Coro dei Monelli), “Zack e Quack” (un discreto successo, sigla I Coro dei Monelli), “Doki”.

2015: “Julius Jr”, “Sammy e co.”, “Little Charmers” (un buon successo, sigla Little Charmers).

2016: “Floopaloop”, “Kikoriki” (serie in 3D), “Gli orsetti del cuore e i loro cugini”, “Ruby arcobaleno” (un discreto successo, sigla Aurelia Porzia), “Piny”.

2017: “Space dogs family”, “Popples” (serie in 3D), “The Zhu Zhu Pets”.

GIANNI SORU

 

PRIMI IN SICUREZZA 2018: SULLA TESTATA “VITA” GRANDE SPAZIO ALLA XVI EDIZIONE


Vita

Grande spazio sul giornale on line “Vita” alla notizia della XVI edizione di “Primi in Sicurezza”, la grande campagna di prevenzione per gli incidenti sul lavoro promossa da ANMIL ed Okay! Ecco qui sotto il link al servizio:

http://www.vita.it/it/article/2017/12/15/primi-in-sicurezza-il-concorso-per-le-scuole-per-contrastare-gli-infor/145459/

 

BARI-PALESE: L’ALBERO DI NATALE DISEGNATO DALLA CLASSE 5a SCUOLA PRIMARIA “DUCA D’AOSTA”


La classe 5^ D del plesso Duca d’Aosta del XXVII CIRCOLO DIDATTICO di BARI-PALESE, ha allestito, nel corridoio della scuola, il suo albero personalizzato. Un simpatico e  originale lavoro realizzato con le maestre Mariella Maiorano e Lucrezia Schiraldi. Tanti Auguri di Buon Natale e Felice 2018!

A VOI LA LINEA: LA STORIA DELL’ASINELLO DI S.LUCIA (13 DICEMBRE)


IMG_0952

MARIA VELARDI, insegnante presso la Scuola dell’Infanzia di Orio al Serio (Bergamo) ci ha inviato questa simpatica storia in occasione della festa di S. Lucia (13 dicembre).

Santa Lucia, tanti , tanti anni fa, si era stancata di portare i doni a tutti i bambini da sola, con il suo carretto magico.

Aveva pensato al treno, ma l’angelo del  Paradiso glielo aveva sconsigliato , perche’ troppo rumoroso, i bambini l’avrebbero sicuramente sentita arrivare.

Aveva pensato alla nave, ma l’angelo del Paradiso,  le aveva ricordato che soffriva il mal di mare.

Aveva pensato all’aereo, ma l’angelo del Paradiso , glielo aveva sconsigliato perche’ i giocattoli potevano rompersi durante le tempeste del cielo.

S.Lucia era proprio triste, allora l’angelo del Paradiso le disse: prova a chiedere agli animali se ti aiutano loro a portare i giocattoli.

S.Lucia prima chiese all’orso, che le rispose di nooooo. Poi chiese all’elefante,che rispose di noooooiii.

Poi lo chiese alla balena che le rispose di nooooo.. Poi lo chiese a tanti, tanti, tanti animali che le risposero di nooooo.

S.Lucia torno’ in Paradiso ed era proprio triste, allora l’angelo del cielo si ricordo’ che in una piccola stalla c’era un piccolo e dolce asinello, e disse a S.Lucia:” Prova a chiederlo a lui se vuole aiutarti.

Subito S.Lucia si mise in viaggio fino a quando non trovo’ la piccola stalla ed il piccolo ma dolcissimo asinello.

Si  avvicino’ , si presento’ e gli chiese se voleva aiutarla a portare i doni ai bambini. Il piccolo asinello ci penso’, ed hiiii-hoooo,Hiiiii-hooooo, che vuol dire si, si.

Cosi’ la notte del 12 dicembre S. Lucia , prepara l’asinello, il carretto con tutti i giocattoli e viaaaaaaa per le strade del cielo, a portare i doni ai bambini buoni.

PICCOLI PRESEPI: ANCORA UNA SETTIMANA DI TEMPO PER PARTECIPARE ALL’INIZIATIVA


Roma: Sant’Andrea della Valle. La bellissima cupola della basilica.

C’è ancora una settimana di tempo per partecipare a “Piccoli Presepi nel Cuore di Roma”, iniziativa proposta per le festività natalizie 2017 da OKAY! e dalla Basilica di Sant’Andrea della Valle in Roma. Come noto, Scuole dell’Infanzia, Scuole Primarie e Scuole Secondarie di primo grado (medie), con la propria classe o singolarmente, sono invitate a realizzare piccoli presepi che avranno poi l’onore di essere esposti pubblicamente a Roma, nella stessa Basilica di Sant’Andrea, nel cuore della Capitale, officiata dai Padri Teatini, fondati da S. Gaetano Thiene, ritenuto l’inventore e promotore del presepe moderno.

ECCO COME PARTECIPARE
I piccoli presepi – che devono trovare posto nelle dimensione di una normale …scatola di scarpe – possono essere realizzati negli stili e nelle forme più diverse, secondo la creatività di ognuno.
Suggeriamo di rispettare, per i piccoli presepi, queste misure di massima, in modo che possano essere contenuti in una scatola per le scarpe: altezza 13/14 cm, lati larghezza/lunghezza cm 20/21 e cm 34/35.

Ogni piccolo presepe, nella sua realizzazione, deve rispettare i criteri e le caratteristiche fondamentali della scena della Natività, con i suoi personaggi.
Classi e singoli possono partecipare con uno o più lavoro. Di ogni piccolo presepe va chiaramente indicato il nome o i nomi degli autori. Si può partecipare personalmente, anche senza la propria classe scolastica.
Ad ogni singolo piccolo presepe va allegata una scheda (foglio) su cui andranno chiaramente indicati: denominazione Classe/Istituto scolastico o nome e cognome del singolo autore, indirizzo completo, con CAP e provincia, numeri telefonici, indirizzo e-mail della scuola, dell’insegnante referente o dei genitori dei singoli partecipanti.

QUANDO E DOVE INVIARE I LAVORI
I piccoli presepi dovranno essere inviati, o portati direttamente, entro il 15 dicembre 2017 al seguente indirizzo: Padri Teatini, Piazza Vidoni 6, 00186 Roma. Si attenderà comunque l’arrivo dei lavori fino al 18 dicembre.

PICCOLI PRESEPI IN MOSTRA
Una commissione selezionerà i piccoli presepi pervenuti. Quelli ritenuti meritevoli avranno l’onore di essere esposti alla visione del pubblico all’interno della Basilica di Sant’Andrea della Valle a partire dal 20 dicembre 2017 e fino al 21 gennaio 2018
Fotografie dei piccoli presepi saranno pubblicate sul sito-blog di Okay! I dati richiesti ai partecipanti sono finalizzati esclusivamente alla gestione dell’ iniziativa.
L’organizzazione si riserva di promuovere momenti ed incontri di festa dedicati agli autori dei piccoli presepi esposti in basilica.

 

Da segnalare alcune interessanti iniziative natalizie promosse dai Padri Teatini presso la Basilica di Sant’Andrea della Valle. Ecco quelle in programma nei prossimi giorni:

FENOMENI / TELEVISIONI & CARTONI: TUTTI IN ONDA DAL “K2”


K2

GUEST WRITER: GIANNI SORU

Canale nato nel 2010, ancora oggi esistente, ha riscosso un buon successo. Ha proposto vecchie serie tv come: “Daltanious” (Antenna Nord, sigla Superobots), “Due Fantagenitori” (Fox Kids),“Oggy e i maledetti scarafaggi” (Italia 1), “Phineas e Ferb” (Disney Channel, sigla Ermavilo), “Pucca” (GXT), “Sabrina” (Italia 1),  “Yo Kay Watch” (Cartoon network),  “Zig e Shargo” (Boing)… e proposto anche tanti nuovi cartoni animati come:

2010: “A tutto reality l’isola” (un grande successo, sigla Il Naufrago), “Pokemon DP: lotte galattiche” (nuova serie, un grande successo).

2011: “Pokemon nero e bianco” (nuova serie, un grande successo), “Scan 2 go” (un discreto successo), “A tutto reality azione” (un grande successo).

2012: “Squitto lo scoiattolo”, “Yu Gi Oh Zexal” (nuova serie, un grande successo), “Monsuno” (un discreto successo).

  1. “Slugterra lumache esplosive”, “Metal Fight Beyblade Zero G” (nuova serie, un buon successo), “Ying Yang Yo”, “I Dalton” (un discreto successo), “Dinofroz”, “Racket monster”, “Invizimal”.

2014: “Beywarriors Beyraiderz”, “Rocket monkeys”,  “Little Battlers Experience”, “Pokemon XY” (nuova serie, un grande successo), “Dofus – I tesori di Kerubim”, “I cavalieri di Tenkai”, “Hubert e Takako”, “LBX“, “Aiuto! Il mio sedere è impazzito”, “Mamma, Jamie ha i tentacoli“,

2015: “Nano invaders”, “The ultimate Avengers”, “Looped è sempre lunedì”, “Camp Lakebottom” (un buon successo, sigla i Lake Bottom), “Pac man e le avventure mostruose” (sigla Pac Man), “Sonic boom”.

2016: “Alvin and the Chipmunks” (un discreto successo, sigla I Chipmunks), “Transformers robot in disguise”, “Cardfigh!! Vanguard” (un buon successo, sigla Marica De Rosa), “Infinity nando”, “Shin Jeeg robot d’acciaio”, “Talking Tom and friends”.

2017: “Superkar” (sigla Ugo Del Cesare), “Tobot”, “Voltron: legendary defender” (nuova serie), “Dez dei desideri”.

GIANNI SORU

LIBROFONINO ALL’IC FROSINONE 2: ANTICHE FAVOLE “RIVISTE” AL TEMPO DELLO SMARTPHONE


Quando un libro offre una singolare opportunità per lavorare in classe, creando prodotti didattici di grande valore e significato. E’ accaduto agli allievi delle Classi Prime della Scuola secondaria di 1° “Pietrobono” e delle Scuole primarie dell’Istituto Comprensivo Frosinone 2, nell’ambito del Progetto Lettura. Sulla base del contenuto del libro “Pronto? Sono il librofonino”, di Roberto Alborghetti, con i disegni di Eleonora Moretti, edito da I Quindici, hanno realizzato bellissimi lavori, tra cui un vero e proprio libro, “Favole al telefono”.

La scorsa settimana, durante gli incontri con l’autore, gli allievi, i docenti e la Dirigente scolastica dott.ssa Mara Bufalini, hanno consegnato i lavori a Roberto Alborghetti. Ecco una fotogalleria di alcune pagine del libro costruito nella scia del “Librofonino”. “Favole al telefono” reinventa i racconti classici inserendo la presenza del cellulare. Davvero bravi!!!

UN MOMENTO DEGLI INCONTRI SU “PRONTO? SONO IL LIBROFONINO” ALL’IC FROSINONE 2.

ANTEPRIMA!!! ECCO LA COPERTINA DE LAMIAGENDA 2018/2019!


20171209_104247

La copertina della edizione 2018/2019 de LAMIAGENDA, disponibile a partire dalla Primavera 2018, edita da I Quindici. Presenta un nuovissimo artwork – un collage di carta straccia recuperata dai manifesti pubblicitari deturpati – di Roberto Alborghetti. Vuole esprimere il tema della nuova edizione del diario scolastico + innovativo che ci sia: “Tutti su per Terra!”. Sono già partite a pieno ritmo le prenotazioni da parte degli Istituti scolastici. Per info e contatti: sandinipaolo@gmail.com;

“IL MURO DELLE BAMBOLE”: L’INSTALLAZIONE DEGLI STUDENTI DELL’IC “GRAMSCI-PENDE” DI NOICATTARO (BA)


IMG-20171208-WA0009IMG-20171208-WA0010

Per la recente Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, gli studenti delle classi seconde e terze della Scuola Secondaria 1° “Pende” dell”Istituto Comprensivo “Gramsci-Pende” di Noicattaro (Ba) hanno realizzato alcune installazioni intitolate “Il muro delle bambole”, come mostrato in queste foto. “Bravi” agli allievi, alla docente Terry Tomasino (che ci ha inviato queste foto) e alla Dirigente scolastica Rosaria Giannini per questa prova di creatività su un tema di grande attualità.

IMG-20171208-WA0008