#oggimifaccioungoal #lasciatecigiocare


 

Annunci

NONNI, CHE FAVOLA! FINO AL 31 OTTOBRE L’INVIO DEGLI ELABORATI


OKAY-1280x720

“NONNI CHE FAVOLA!” Il progetto promosso da Rainbow, è stato prorogato, in occasione della “Festa dei Nonni”, che si celebra il 2 ottobre. Gli elaborati potranno essere inviati fino alla fine del mese di ottobre 2017. L’iniziativa è aperta anche alle scuole dell’infanzia.

Come noto, vanno inviati elaborati che riguardano i nonni, visti e raccontati sotto i più diversi aspetti.  

Quindi AFFRETTATEVI!!! Aspettiamo le storie fantastiche dei vostri nonni attraverso disegni, pesie, racconti, foto e video. Rainbow premierà i migliori lavori!

Potete inviare i lavori via email a: okay@esprithb.it

Oppure alla sede di Okay!: presso Casa Maria Elisabetta Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo

IN ARRIVO LA SETTIMANA DELLA DISLESSIA (2-8 OTTOBRE): L’ORIGINALE CONTRIBUTO DE “LAMIAGENDA 2017/18”


 

Anche un diario scolastico può aiutare chi vive forme di dislessia. E’ il caso de “LamiAgenda 2017/18” che, per abbattere le barriere della difficoltà nella lettura, ha scelto di essere stampata tutta in Easy Reading, il carattere di alta leggibilità, riconosciuto a livello internazionale. Ne abbiamo parlato anche su questo sito:

https://okayscuola.wordpress.com/2017/04/10/arriva-il-diario-scolastico-che-rivoluzionera-il-linguaggio-dei-diari-scolastici-anche-con-il-carattere-easy-reading/

Ora, dal 2 all’8 di ottobre 2017 si terrà, in tutta Italia, la seconda edizione della Settimana Nazionale della Dislessia, promossa da AID, Associazione Italiana Dislessia – che da 20 anni si impegna ad accrescere la consapevolezza e la sensibilità nei confronti dei DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento).
Obiettivo della Settimana Nazionale della Dislessia 2017 è mettere al centro di tutte le attività gli stessi ragazzi DSA, rendendoli i protagonisti dell’evento, attraverso molteplici iniziative rivolte a loro e alle loro famiglie.
L’iniziativa prevede un articolato programma che include circa 400 iniziative di informazione e sensibilizzazione in 80 province italiane. 300 inoltre gli enti pubblici e le istituzioni scolastiche coinvolte come partner dell’iniziativa, in tutta la Penisola.
Quest’anno l’evento si propone di mettere in luce le potenzialità dei bambini e dei ragazzi con DSA, piuttosto che le loro difficoltà. Infatti, i ragazzi DSA hanno un diverso modo di apprendere e per loro sono necessarie strategie differenti rispetto a quelle usate canonicamente. Comprendere le loro difficoltà e il loro modo di pensare, creativo e divergente, permette di trovare nuove risorse e di fare la differenza, nel percorso verso l’inclusione e il successo scolastico e lavorativo. Da qui l’idea di leggere l’acronimo che identifica i Disturbi Specifici dell’Apprendimento, DSA, da un altro punto di vista: “DSA? Diverse Strategie di Apprendimento” – Conoscerle per fare la differenza.
Anche quest’anno la Settimana Nazionale della Dislessia si terrà in concomitanza con la European Dyslexia Awareness Week, promossa dalla European Dyslexia Association (EDA).

Per maggiori informazioni sugli eventi locali, oltre che approfondire i servizi di sostegno e i progetti promossi dall’Associazione Italiana Dislessia, è possibile collegarsi al sito web http://www.aiditalia.org/ e alla pagina Facebook dell’Associazione (https://www.facebook.com/aiditalia ).

Per una donazione e per sostenere le attività dell’Associazione Italiana Dislessia: http://aiditalia.org/it/sostienici. Tutte le donazioni a favore di AID sono fiscalmente deducibili o detraibili.
AID: Associazione Italiana Dislessia ( http://www.aiditalia.org/it/ )

AID – Associazione Italiana Dislessia – nasce con la volontà di fare crescere la consapevolezza e la sensibilità verso il disturbo della dislessia evolutiva, che in Italia si stima colpisca circa 1.900.000 persone. L’Associazione conta oltre 18.000 soci e 98 sezioni attive distribuite su tutto il territorio nazionale. AID lavora per approfondire la conoscenza dei DSA e promuovere la ricerca, accrescere gli strumenti e migliorare le metodologie nella scuola, affrontare e risolvere le problematiche sociali legate ai DSA. L’Associazione è aperta ai genitori e familiari di bambini dislessici, ai dislessici adulti, agli insegnanti e ai tecnici (logopedisti, psicologi, medici).

 

Una delle pagine interne de LamiAgenda 2017/18 stampata nel carattere ad alta leggibilità Easy Reading. Come noto, il tema annuale è dedicato alla navigazione sicura e responsabile nella rete.

A VOI LA LINEA / DUE FILASTROCCHE DI CATERINA RECA


A

Guest Writer: CATERINA RECA

“La conchiglia magica”

La storia che sto qui per raccontare non inizierà con la solita “C’era una volta una bella principessa…o c’era una volta un castello incantato, ma…..

In fondo al mare una conchiglia giaceva

che da tempo di esser raccolta attendeva.

Era una conchiglia assai speciale

Perché la via verso un tesoro poteva indicare.

Per chi l’avesse raccolta con cuore puro,

cambiar la sua vita avrebbe potuto.

Ma per far ciò una prova occorreva superare

per far aprire la conchiglia e la sua perla ammirare!

Rispondere ad un indovinello

Era il suo tranello

per giungere al traguardo

e chiedere al gioiello

di rendere il proprio mondo assai più bello!

In tanti avevano cercato

di dare una risposta a questo strano arcano,

ma ancor nessuno era riuscito nell’intento

perché assai difficile risultava essere l’indovinello.

L’oscuro mistero era racchiuso in queste semplici parole:

– Qual è il frutto del più grande amore?-

Solo chi avesse amato o provato sentimenti sarebbe riuscito a rispondere senza suggerimenti.

Ma purtroppo quei pochi che erano giunti al suo cospetto

non provavano che invidia e gelosia nel loro petto!

Per una vita che a parer loro gli stava facendo un dispetto

sempre la stessa cosa bramavano con baldanza,

soldi….quattrini…ricchezza in abbondanza.

Credendo con questa richiesta di trovare

tanta felicità per cui danzare.

Fino a che un dì, una bambina

si tuffò nel mare dell’acqua cristallina.

Le era giunta voce di questo racconto

e  di persona voleva rendersene conto

se si trattasse di pura fantasia

o se invece non fosse una semplice idiozia!

Indossando maschera, bombole e boccaglio

veloce e rapida

s’inabissò nel mare

per cominciare a scrutare il fondale

e per trovare al più presto quella strana conchiglia

che voleva vedere con grande meraviglia.

Dopo un po’ di tempo

cominciò perdere la speranza

anche perché cominciò ad essere parecchio stanca.

Ma ecco all’improvviso colpirla un bagliore

che catturò subito la sua attenzione.

Fra le alghe ondeggianti che sembravano danzare,

scorse la conchiglia magica sul fondale.

Si avvicinò con il cuore che le batteva all’impazzata,

incredula, imbarazzata…tanto emozionata!

Udì una vocina provenire dal suo interno

e più vicino si fece per ascoltare meglio.

– Cara piccina..- le disse la conchiglia

-..mi compiaccio. Hai dimostrato grande coraggio a venire fin qui tutta sola!

Coraggio e sicurezza sono dentro di te

Se ti sei spinta così oltre per giungere da me!

Se della storia sei già a conoscenza

saprai che la risposta ad un indovinello ha la precedenza.

Prima della tua richiesta

la giusta risposta mi dovrai dare.

Per poterti poi indicare la via per il tesoro che potrai trovare.-

La bambina con un cenno della testa

si concentrò con tutta se stessa.

– Ascolta bene piccina mia queste brevi parole…

qual è il frutto del più grande amore?-

La bambina si era ormai esposta

E cominciò a pensare alla risposta.

In un attimo le venne in mente

e sorrise nel constatare che rea assai evidente.

Tolse il boccaglio e rifilò la giusta risposta

e la conchiglia di concederle il permesso di andar via fu ben disposta.

Il tesoro la bambina nella risposta lo aveva trovato,

in fondo al cuore, in un posto riservato.

Rispondere a quell’indovinello

le aveva reso davvero il mondo più bello.

Ora che sapeva con certezza

che non vi era più gran ricchezza

che essere amati dai propri creatori

che non erano altro che i suoi genitori.

 Caterina Reca

katiareca@libero.it

*

Filastrocca della Befana

Caro Antonio biricchino

non sei stanco di fare sempre il monellino?

Delle tue urla, grida e schiamazzi

son diventati davvero tutti pazzi!

Non parliamo dei tuoi capricci

che combinan gran pasticci,

..e le bugie quelle proprio no!

Ma non lo sai che hanno sempre le gambe corte

e non ti servono certo per renderti più forte?

La tua mamma e il tuo papà sono davvero esasperati

perchè troppo e tanto li hai stressati.

Di porre fine a questa situazione

non riescono a trovare ancora alcuna soluzione!

-Voglio…voglio….- è la tua parola preferita

ma non sai quanto sia poco gradita.

Ormai sei grande, un giovanotto e comportarti da piccino

avresti dovuto smetterla già da un bel tantino!

Le cose, mio bel bambino, van meritate

e non solo volute e cercate…

e se le cose vuoi meritare

tu sai bene cosa fare.

Essere buono, calmo e ubbidiente

altrimenti non riceverai più niente!

Ma di una cosa puoi star certo

che i tuoi genitori ti daranno sempre il loro affetto

che credi a me è la cosa più importante

perchè sei il loro tesoro più grande!

A tutto il resto poi chi sa…?

Qualcuno ci pensera!

E allora prova, su coraggio

e parti all’arrembaggio

verso questa nuova avventura

senza avere alcuna paura

per cambiare quel caratteraccio che hai

lotta più che mai!

Sono certa ce la farai!

Per quest’anno però ormai non posso far più niente

troppo tempo hai sprecato

e ahimè niente ti sei meritato!

Su.. dai … ora non esser così triste, con il broncio e il pensiero

ma piuttosto cerca di essere sereno.

Stasera forse chi sà potrebbe girarmi una rotella

e portarti una bella frittella!

…fammi pensare, fammi pensare

qualcosa si deve pur fare

per portare allegria e un sorriso a quel bel faccino

che ora è tanto triste poverino!

Senti, ascolta una proposta…

se nella calza qualcosa vuoi trovare

una promessa mi devi fare!

Ma una promessa vera, con i fiocchi e non con la fantasia

che dopo un’attimo dalla finestra voli via!

Pronunciare tu dovrai : – Da oggi in poi e per sempre bravo io sarò e

mai bugie più dirò.-

Se però ti guardo bene in faccia

sembra che la proposta non ti piaccia!

Non sprecare quest’occasione

…sai potrebbe volar via come un’aquilone!

Se davvero pentito e sincero sarai stato

fino a stasera qualcosa ti avrò portato.

Ma se mi accorgessi di qualche trucco o qualche inganno

carbone e carbonelle rimarranno!

Caterina Reca

katiareca@libero.it

 

VIDEO SCONOSCIUTI 2017: ECCO LE SCUOLE PREMIATE NEGLI EVENTI DI OTTOBRE SULL’AMIATA


20161023_151400

Ecco l’elenco degli Istituti Scolastici premiati per Video Sconosciuti 2017 promossa da OSA Onlus. Come noto, la premiazione avrà luogo nelle giornate di Ottobre (20-21-22) a Piancastagnaio, nella splendida cornice del Monte Amiata (Siena).

  • “Montefeltro fermo immagine”
    IC Statale Raffaello Sanzio di Mercatino Conca (PU)

E’ immenso il patrimonio storico e naturalistico dell’Italia; spetta a noi conoscerlo a fondo, e difenderlo. Questo il messaggio del video realizzato dalle alunne e alunni della Prima B dell’IC R. Sanzio coordinati dal prof. Magi, che hanno scelto le belle colline del Montefeltro come esempio di bellezza quasi dimenticata, -che sia la fortuna di questi posti? verrebbe da chiedersi-, montando una slide-show accurata ed evocatrice.

  • “Dall’Amiata a Minamata. La parabola del mercurio”
    IC Bovino-Panni-Castelluccio (FG)

Muovendo i passi dalla Miniera del Siele sull’Amiata, i ragazzi e le ragazze della Terza C di Panni, con la prof.ssa Russo, realizzano un ottimo documentario sugli effetti del metallo Mercurio sull’ambiente e sugli esseri umani. Il video mescola i materiali video girati a scuola con fotografie, grafici, animazioni, ben utilizzando i vari linguaggi espressivi, ed è coraggiosa la scelta dell’argomento ecologico, abbinando il monte Amiata passato e presente, a Minamata in Giappone, sede di un gravissimo disastro ambientale causato da un’industria.

  • “La via del rifugio”
    IC Varallo Pombia – SS 1°grado Don Giuseppe Rossi (NO)

Il video prodotto dalla Terza A di Varallo Pombia, con la prof.ssa Storoni, riflette il bel lavoro compiuto su Guido Gozzano, e rielabora la sua poesia, provando a dare una faccia alle parole, a tradurre i versi in immagini. Belle riprese e montaggio tra le parti di fiction, le fotografie di repertorio, e i notevoli “effetti speciali”, che dimostrano le ottime competenze audiovisive acquisite dalle alunne e dagli alunni.

  • “Il fiume Lete”
    SS 1° grado G. Vitale di Pedimonte Matese (CE)

Interessante cortometraggio documentario sul fiume Lete, quello realizzato dal prof. Masullo con le alunne e alunni della Seconda C, che nel tempo breve di una “pillola informativa”, descrive il percorso delle acque del Lete, la sua fauna, il suo sfruttamento idroelettrico e l’industria dell’acqua in bottiglia.

  • “Parco termale”
    IPIA Bartolo Longo di Pompei (NA)

Il prof. Fienga con l’aiuto dei ragazzi e ragazze delle Quinte, realizza uno spot promozionale di un parco termale, utilizzando materiale video e fotografico, e montando come colonna sonora alcune note canzoni italiane.

  • “Santuario di Maria S.S. Incoronata”
    1° Circolo Didattico di Scafati (SA)

Interessante video-documentario raccontato dai bambini e bambine del 1° Circolo di Scafati, che illustrano la storia e la cultura del Santuario di Maria S.S. Incoronata, e che viene corredato da immagini di festa popolare che sottolineano il legame con la tradizione e con il territorio.

  • “Da sconosciuti a nuovi amici”
    Liceo Ariosto di Ferrara

Dopo uno scambio culturale con un Liceo di Berlino, la prof.ssa Mestieri con le ragazze e i ragazzi della Terza W del Liceo Ariosto di Ferrara riflettono sulle lingue e sulle culture differenti che rappresentano l’Europa: l’incontro tra modi di vivere e comunicare diversi crea sempre interesse, e offre spunti per confrontarsi e aprirsi la mente. Ottime riprese per le interviste e ottimo il montaggio delle immagini dell’esperienza in Germania.

  • “A voi giovani”
    ITTS Galileo Ferraris di Molfetta (BA)

Da una lettera del 1919 di Gaetano Salvemini, le prof.sse Scava e Salvemini con i ragazzi e le ragazze delle classi Quinte dell’ITTS Ferraris traggono messaggi attuali e importanti, che traducono in video con suggestive scene di fiction “dell’epoca” alternate a belle riprese che mostrano il presente, che dovrebbe fare tesoro delle idee delle più feconde menti del passato.

  • “Molfetta nostra”
    ITTS Galileo ferraris di Molfetta (BA)

Molfetta, il suo mare e i suoi pescatori, e la sua storia millenaria, un grande patrimonio culturale ottimamente filmato e illustrato dai ragazzi e ragazze della Prima AE dell’ITTS Ferraris, è il soggetto del bel cortometraggio documentario che informa e invita a conoscere, e difendere, questa bellissima terra.

  • “#StopCyberRazzismo”
    IIS Claudio Varalli di Milano

La Quinta DT dell’Istituto Varalli di Milano, coordinata da ALA Milano Onlus, progetta e realizza un eccellente spot di informazione e di denuncia del razzismo nei mezzi di comunicazione; ottime le inquadrature e il montaggio dei ragazzi e ragazze, che ci spronano a prendere coscienza della pericolosità del razzismo sui social network e in tv, e chiedono di non restare indifferenti, ma agire e combattere questo sentimento odioso e anacronistico.

  • “LacerAzioni – Creazioni”
    Scuola Materna Arcobaleno di Aprilia (LT)

I colori, sempre al centro del lavoro di Patrizia Sapri, i colori che esprimono pensieri e emozioni, i colori che ci colpiscono gli occhi e ci risvegliano, i colori che sono di tutti e ci vivono dentro: la bella slide show documenta la creazione e realizzazione di piccole coloratissime e preziose opere d’arte da parte degli allievi e allieve della Scuola Materna Arcobaleno di Aprilia.

*

Tutte le scuole selezionate per il Concorso Penne Sconosciute e Video Sconosciuti avranno la possibilità di partecipare – su prenotazione – alle suddette iniziative: viste guidate alla Miniera del Siele, alle centrali geotermiche, alla Rriserva Naturale del Pigelleto, ad Aziende Agroalimentari, il frantoio Vabro, oltre naturalmente alle Contrade del Palio e la Rocca Aldobrandesca di Piancastagnaio – presso Agenzia Re Ratchis – 0577 775200 – info@reviaggi.com

Alle scuole partecipanti sarà rilasciato attestato di partecipazione con motivazione della Giuria, calendario personalizzato, albero da mettere a dimora, gadget degli sponsor ed una copia de LAMIAGENDA 2017/2018, che contiene la pagina personalizzata di Osa Onlus.

Per informazioni:

Nicola Cirocco – 3284740282

cironic@alice.it   –  tel. 0577.784049  – info@emerotecapiancastagnaio.it – www.emerotecapiancastagnaio.it

20170519_213614

20170519_213422

 

 

FIRENZE: AL MUSEO NAZIONALE DEL BARGELLO IL RELIQUIARIO DI MONTALTO DALLE ZONE TERREMOTATE DELLE MARCHE


Il Museo Nazionale del Bargello ospita il Reliquiario di Montalto, attribuito all’artista francese Jean Du Vivier, attivo a Parigi alla corte di Carlo V, nella seconda metà del XIV secolo. Sarà esposto dal 24 settembre 2017 al 31 gennaio 2018 nella Cappella della Maddalena del Museo del Bargello, su gentile concessione del Museo Sistino Vescovile di Montalto.

Il terremoto del 30 ottobre 2016 ha compromesso l’agibilità del Museo Sistino Vescovile di Montalto che conserva, come suo tesoro più prezioso, il reliquiario donato da papa Sisto V. In questa drammatica contingenza il Museo Nazionale del Bargello ha voluto ospitare il reliquiario, rarissimo capolavoro di oreficeria medioevale, perché sia visibile anche durante i necessari lavori di restauro dell’edifico storico dove sono esposte le collezioni e perché l’attenzione del pubblico non si distolga dalla critica situazione che il sisma ha provocato nelle regioni centroitaliane.

Il reliquiario, formato da una teca centrale in oro destinata a contenere preziose reliquie, è eseguito con una tecnica preziosa e difficile, quella dello smalto ‘en ronde bosse’ che permetteva di ricoprire il metallo di colori splendenti anche nelle parti in aggetto. La lucentezza di questo materiale gareggia con quello delle gemme e delle perle.

La parte più antica in oro è attribuita al celebre orafo parigino della fine del XIV secolo, Jean Du Vivier che ha lavorato per il re di Francia Carlo V (1364-1380). Il reliquiario divenne, per la rarità del suo contenuto sacro e per l’elezione della sua forma artistica, oggetto di desiderio di sovrani, papi e cardinali passando di proprietà rapidamente dai duchi di Borgogna, a Ferdinando IV del Tirolo, a Lionello d’Este marchese di Ferrara e, tramite il gioielliere tedesco Giacomo de Goldemont, a papa Paolo II Barbo (1464-1471). Infine, papa Sisto V Peretti (1585-1590) dona il reliquiario alla cittadina marchigiana di Montalto, “sua carissima patria”.

L’esposizione mira, inoltre, a sostenere una raccolta fondi – con un crowdfunding e mettendo a disposizione nel bookshop del Museo del Bargello alcune pubblicazioni sul reliquiario – destinata al restauro del museo di Montalto e di altri monumenti danneggiati dal sisma, appartenenti alla rete museale dei Musei Sistini del Piceno. Durante l’esposizione presso il Museo Nazionale del Bargello si terranno inoltre  visite guidate e altre iniziative di divulgazione e approfondimento dedicate all’oreficeria sacra, di cui il reliquiario di Montalto rappresenta uno dei più alti capolavori.

FENOMENI / TELEVISIONI E CARTONI: LE PROPOSTE DI CARTOON NETWORK


Guest Writer: GIANNI SORU

Canale televisivo fondato da Hanna e Barbera alla fine degli anni ’80, giungerà in Italia nel 1992. ancora oggi esistente, è uno dei canali televisivi più seguiti, manda in onda serie vecchi e serie inedite. E’ stato il primo canale a trasmettere i cartoni animati 24h su 24.

1996: “The Mask” (un discreto successo).

1997: “Dexter’s Lab” (Un buon successo).

1998: “Mucca e Pollo” (un grande successo), “Johnny Bravo” (un grande successo).

2000: “Ed Edd Eddy”, “Leone cane fifone” (un grande successo), “Le Superchicche” (un grandissimo successo), “Mike Lu e Og”.

2001: “I gemelli Cramp”, “Ovino va in città”.

2002: “Scemo più scemo”, “Samurai Jack”, “Gli Astromartin”, “Brutti e Cattivi” (un discreto successo).

2003: “Il criceto spaziale”, “Donato Fidato”, “KND Nome in Codice Kommando Nuovi Diavoli”, “Clone Wars” (un discreto successo).

2004: “Toonami Teen Titans” (un discreto successo), “Statich Shock”, “Duel Masters”, “Transformers Energon”.

2005: “Gli amici immaginari di casa Foster” (un discreto successo), “Atomic Betty”, “Juniper Lee”, “Hi Ahi Puffy Ami Yumi”, “Clamp Lazlo”.

2006: “B-Daman”, “Robotboy”, “Papà gufo”, “I magici piedini di Franny”, “Quella scimmia del mio amico”, “Ben 10” (un enorme successo).

2007: “The Batman”, “Squirrel boy”, “I fantastici 4” (nuova serie, un discreto successo), “School Rumbe”, “Legion of Superheroes” (un discreto successo), “George of the Jungle” (nuova serie, sigla Ermavilo), “Class of 3000”.

2008: “Zatch Bell” (un discreto successo), “Polli Kung Fu”, “IPPGZ Superchicche alla riscossa”.

2009: “Dream team”, “Le meravigliose avventure disavventure di Flapjack”.

2010: “Hero 108”.

2011: “Wakfu”, “Lo straordinario mondo di Gumballs” (un buon successo), “Adventure Time” (un grande successo, sigla Adventure Time).

2012: “Bakugan potenza Mechtanium” (nuova serie, un buon successo), “Thunder cat” (nuova serie), “Lanterna Verde”.

2013: “The Regular Show”, “DreamWorks Dragons I cavalieri di Berk”.

2014: “Teen Titans go” (un discreto successo), “Uncle Grandpa”, “Steven Universe” (un discreto successo), “Transformers Beast”, “Clarence” (un discreto successo).

2015: “Numb Chucks”, “Mixels”.

2016: “YoKay Watch” (un buon successo), “We Bare Bears”.

Tra le vecchie serie riproporrà: “Bugs Bunny” (Rai), “Gatto Silvestro” (Rai), “Duffy Duck” (Rai), “Willy coyote” (Rai), “Speedy gonzales” (Rai), “Tom and Jerry” (Rai), “Braccobaldo” (Rai), “Ernesto sparalesto” (Rai), “L’orso Yoghi” (Rai); “Il leone Svicolone” (Rai), “Gli antenati” (Rai, sigla Gli Antenati), “Top cat” (Telemontecarlo), “Magilla gorilla” (Rai), “Pixie e Dixie” (Rai), “Lupo de Lupis” (Rai), “Wally gator” (Rai), “I Pronipoti” (Telemontecarlo), “Tati e Tatone” (Telemontecarlo), “Napo orso capo” (Telemontecarlo), “Scooby Doo” (Rai), “Jabber Jaw” (Antenna Nord), “Bird man” (Canale 51), “Galaxy Trio” (Canale 51), “Shazzan” (Canale 51), “Frankenstein Junior” (Canale 51), “La pattuglia degli impossibili” (Canale 51), “La corsa senza limiti” (Canale 51), “Il fantasma bizzarro” (Canale 51), “L’impareggiabile lady Gomma” (Canale 51), “Il clun di Charlie Chan” (Canale 51), “L’invincibie Blue Falcon” (Canale 51), “Gli Erculoidi” (Canale 51), “I gatti di Cattanoga” (Canale 51), “Le incredibili avventure di Johnny Quest” (Telenova), “Space ghost” (Canale 51), “Dino boy” (Canale 51), “Capitan Cavie” (Canale 51), “Johsie and the Pussicats” (Canale 51), “Speed Bugghy” (Canale 51), “Stallio e Ollio” (Antenna Nord), “Aspettando il ritorno di papà” (Antenna Nord), “L’adorabile strega Winny” (Canale 51), “Luca Tortuga” (Rai), “I Superamici” (Italia 1), “L’uccello Yankie Do Do” (Retequattro), “Il supersegretissimo agente scoiattolo” (Retequattro), “Atom la formica atomica” (Retequattro), “Le avventure di Penelope Pitstop” (Retequattro), “La furia di Hong Kong” (Telenova), “Richie Rich” (Rai), “Sealab 2020” (Telenova), “Albert il ciccione” (Italia 1), “I tre Moschettieri” (Retequattro), “I cavalieri d’Arabia” (Retequattro), “Il lupo e l’agnellino” (Retequattro), “Topomoto e Autogatto” (Retequattro), “Il giro del mondo in 80 giorni” (Retequattro), “Mobydick” (Retequattro), “L’invincibile Mightor” (Retequattro), “Goldie Gold” (Retequattro), “Hero High” (Euro TV), “Simpatiche canaglie” (Rai), “Hazzard” (Retequattro), “Gli amici Cercafamiglia” (Italia 1)…

GIANNI SORU

LAMIAGENDA 2017/18: GRANDE SUCCESSO ANCHE ALL’IC CASSANO-DE RENZIO DI BITONTO (BA)


Bella e calorosa accoglienza de LAMIAGENDA 2017/18 anche all’IC Cassano-De Renzio di Bitonto (BA). L’Istituto diretto dalla prof.ssa Anna Bellezza ha adottato il diario tutto nuovo, che ha raccolto grande attenzione e commenti positivi da docenti, studenti e genitori. L’IC ha personalizzato il diario con un blocco di pagine che illustrano e presentano le molteplici attività didattiche ed educative promosse in classe e sul territorio. E così, LAMIAGENDA è diventato uno strumento grazie al quale la comunità scolastica si identifica e si promuove nella sua globalità. Nelle foto: anche alcune pagine personalizzate.

 

PENNE E VIDEO SCONOSCIUTI 2017: ECCO IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI SULL’AMIATA (20-21-22 OTTOBRE)


20161022_103504_resized

20170117_110248

La manifestazione di premiazione dell’edizione 2017 di Penne Sconosciute e Video Sconosciuti inizierà venerdì 20 Ottobre, con gli alunni ed insegnanti dell’Istituto Comprensivo di  Piancastagnaio, che parteciperanno ad un incontro tra  i Nonni e Nipoti e la presentazione  del libro “LIBROFONINO” con l’autore Roberto Alborghetti

Nei giorni 2021-22 Ottobre ci sarà la premiazione dei selezionati (ore 15.30/17.30 circa) Venerdì 20 alle ore 17.30, presentazione del libro di Francesca Pacchierini “CRONOS oltre il muro”.

Sabato 21 dalle ore 9.30 laboratorio con la disegnatrice Eleonora Moretti e Roberto Alborghetti che nel pomeriggio, dopo la premiazione, presenteranno il loro libro “Oggi mi faccio un goal!”; alla manifestazione è stata invitata una rappresentanza del mondo del calcio locale.

Domenica 22 ottobre premiazione del concorso “Un fiore per i Nonni – Un albero per i Nipoti” organizzato da OKAY ed in collaborazione con OSA sul progetto Dialogo tra le generazioni – Memoria per il futuro.

Tutte le scuole selezionate per il Concorso Penne Sconosciute e Video Sconosciuti avranno la possibilità di partecipare – su prenotazione – alle suddette iniziative: viste guidate alla Miniera del Siele, alle centrali geotermiche, alla Rriserva Naturale del Pigelleto, ad Aziende Agroalimentari, il frantoio Vabro, oltre naturalmente alle Contrade del Palio e la Rocca Aldobrandesca di Piancastagnaio – presso Agenzia Re Ratchis – 0577 775200 – info@reviaggi.com

Alle scuole partecipanti sarà rilasciato attestato di partecipazione con motivazione della Giuria, calendario personalizzato, albero da mettere a dimora, gadget degli sponsor ed una copia de LAMIAGENDA 2017/2018, che contiene la pagina personalizzata di Osa Onlus.

Per informazioni:

Nicola Cirocco – 3284740282

cironic@alice.it   –  tel. 0577.784049  – info@emerotecapiancastagnaio.itwww.emerotecapiancastagnaio.it

20170519_213614

20170519_213422